Ci ha lasciati un altro autore storico. Barrington John Bayley, scrittore inglese nato a Birmingham, è scomparso lo scorso 14 ottobre  a seguito dell’aggravarsi del tumore all’intestino che gli era stato diagnosticato da tempo. Pur non avendo raggiunto la fama dei colleghi più illustri, Bayley seppe farsi interprete di una rilettura personale del genere, incentrando le sue storie sulle idee e partecipando attivamente alla lunga stagione di rinnovamento portata dalla New Wave.

Dopo il suo primo racconto, “Combat’s End” apparso sulla Vargo Statten Science Fiction Magazine nel 1954, a partire dagli anni ‘60 fu collaboratore fisso di New Worlds, del cui curatore Michael Moorcock divenne amico. Fu proprio questa amicizia a spingerlo verso il movimento di sperimentatori e “scapigliati” della New Wave. Il suo primo romanzo fu Star Virus (1964). Il primo tradotto in Italia fu invece Empire of Two Worlds, pubblicato da “Urania” nel 1972 con il titolo Dai bassifondi di Klittmann City (n. 605).

Le anticipazioni di Urania per il 2022

Un programma davvero notevole quello promesso da Urania per il 2022. Asimov, Vance, Sawyer, Robinson e tanti altri.

S*, 22/12/2021

Lo spazio deserto su Urania di marzo

Dopo diversi anni M. John Harrison ritorna sulle pagine di Urania, con la conclusione della trilogia Kefahuci Tract.

Giampaolo Rai, 10/03/2014

L’algebra del cielo interno

Una rilettura della Mostra delle Atrocità di James Ballard, il romanzo che ha sovvertito le regole della fantascienza.

Giovanni De Matteo e Fernando Fazzari, 7/06/2009