Halo è stato il primo grande successo che Microsoft ha potuto schierare per la propria neonata console. Rilasciato nel 2001 inizialmente solo per Xbox, il gioco sviluppato da Bungie Software ha mostrato da subito di avere tutte le carte in regola per farsi un nome nella jungla degli fps: una storia avvincente a supporto, un'eccellente grafica almeno sulla versione console (meno valida quella per PC) una buona giocabilità, una notevole varietà degli ambienti e dei mezzi da utilizzare, una colonna sonora di qualità cinematografica. Il seguito Halo 2 è uscito nel 2004 e ha confermato e migliorato quanto di buono aveva mostrato il primo capitolo.

Adesso è in dirittura d'arrivo il terzo capitolo della serie. Halo 3 minaccia seriamente di abbattere ancora ogni ostacolo in termini di qualità grafica e di successo commerciale. La certezza di avere tra le mani un prodotto superiore ha spinto Microsoft e Bungie ad anticipare la data d'uscita del gioco sul mercato USA, portandola da novembre a settembre 2007, appena dopo la fine delle vacanze estive. Fonti anonime vicine agli sviluppatori affermano che la decisione di anticipare l'uscita è stata presa per consentire a Microsoft di approntare offerte speciali che le permetteranno, prevedibilmente, di aumentare anche le vendite della Xbox 360, finora unico hardware per il quale il gioco è stato sviluppato, oltre a non scontrarsi con i titoli di maggior richiamo dei diretti concorrenti Sony e Nintendo, i quali uscirebbero nel canonico periodo di ottobre. Ad ogni modo questo non scalfirebbe la fiducia di Microsoft nella qualità di killer application di Halo 3, cioé di gioco in grado di sbaragliare la concorrenza.

Halo: Mortal Dictata

Il romanzo che conclude la Kilo-Five Trilogy. Una saga firmata da Karen Traviss e ispirata all’universo del...

Pino Cottogni, 9/05/2014

Halo: The Thursday War

Secondo romanzo della serie Kilo-5, ispirata all’universo del celebre videogioco.

Pino Cottogni, 26/02/2013

Halo: Glasslands

Prosegue la saga di Halo. Anche se i Covenant si sono sciolti, per l’umanità la guerra non è finita....

Pino Cottogni, 4/09/2012