La Guerra civile Americana, nota anche come Guerra di Secessione, è uno dei snodi della storia più affascinanti per chi scrive ucronie. Murray Leinster, Harry Harrison, Ward Moore, soprattutto Harry Turtledove. Walter Jon Williams, autore eclettico che ha battuto vari sottogeneri della fantascienza, se ne è occupato con questo splendido Argonautica, che sviluppa una storia centrata su una supercorazzata fluviale viaggiando sulla falsariga del mito di Giasone e il Vello d'oro. Finora inedito in Italia, esce oggi nella collana Biblioteca di un Sole Lontano curata da Sandro Pergameno, traduzione di Alessandro Zabini e copertina di Tiziano Cremonini.

Argonautica

Sinossi

Jase Miller  è un mercenario della Guerra Civile Americana al soldo degli Stati Confederati. Assieme alla sua ciurma improvvisata, apparentemente alle dipendenze dei capi militari della Marina Confederata, Jase riesce a impadronirsi di una corazzata praticamente invincibile e, sfuggendo a battaglie e imboscate delle navi yankee sui corsi d’acqua del sud, a mettersi alla ricerca di un misterioso tesoro in soldoni d’oro di una banca del Sud, custodito da un’affascinante e bella ereditiera dagli strani poteri…

Argonautica, teoricamente un’ucronia ambientata nel sud degli Stati Uniti ai tempi appunto della Guerra Civile (un periodo storico che ha sempre affascinato e colpito gli scrittori americani), è  in realtà un pezzo di bravura, una incredibile riscrittura del mito di Giasone e Medea, e del Vello d’Oro. Un’opera, quasi un romanzo per la sua lunghezza, che solo un autore come Walter Jon Williams poteva concepire, un autore capace di passare nel corso della sua carriera, con eccezionale bravura, dalle suggestione intime e poetiche di opere  riecheggianti i capolavori di Roger Zelazny alle tematiche hard e violente del cyberpunk, giungendo infine a una sintesi perfetta dei valori tecnologici e di quelli umanistici che rimane tipica della migliore fantascienza moderna.

Apparso sulla prestigiosa Asimov’s Science fiction Magazine nel 1999, Argonautica è il quinto romanzo breve  di Walter Jon Williams che pubblichiamo in questa collana, dopo Emersione, Elegia per angeli e cani, Il giorno dell’incarnazione e La Piramide Sommersa della Dinastia Tang.

L'autore

Nato nel 1953 a Duluth nel Minnesota, Walter Jon Williams si è laureato in letteratura inglese all'università del Nuovo Messico, dove attualmente vive e lavora.

Autore di una ventina di romanzi, tra cui ricordiamo Hardwired (1986), La voce del vortice (1987), Stazione Angelica (1989), Aristoi (1992), Metropolitan (1995), di sceneggiature cinematografiche e televisive e di numerosi racconti, ha vinto due volte il premio Nebula, la prima nel 2001 con il racconto Daddy's world e, successivamente, nel 2004, con L'era del flagello (The Green Leopard Plague), pubblicato in Italia nella collana Odissea Delos.

Autore eclettico e dotato, Walter Jon Williams ha attraversato varie fasi nella sua carriera. Dopo un inizio influenzato da Roger Zelazny, è poi diventato uno degli esponenti di spicco del cyberpunk degli inizi degli anni novanta con il gradevole I guerrieri dell'interfaccia (Hardwired), per poi raggiungere la piena maturità con opere come La voce del vortice, Stazione Angelica, Aristoi.

Walter Jon Williams, Argonautica (Argonautica), traduzione: Alessandro Zabini, Delos Digital, Biblioteca di un sole lontano 43, isbn: 9788825405392, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 2,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: