Nell'intervista che il regista di Real Steel ha dato a Spinoff on line appare chiaro che non si è limitato a girarlo: lo ha vissuto, mangiato e bevuto. Non solo Shawn Levy ha collaborato alla sceneggiatura, ma ha supervisionato il design dei robot, l'intero casting durato mesi, la costruzione dei modelli dei robot. Ha creato l'intero background in cui è ambientata la storia e persino creato le statistiche e i punteggi della World Robot Boxing, la lega sportiva della boxe robotica.

 

Con entusiasmo racconta che "abbiamo una dettagliata storia e mitologia dello sport" e prosegue dicendo "se cerchi azione e effetti visivi strabilianti, Real Steel è in grado di dartelo, ma personalmente credo che il film possa fare di più, essere la storia della rivincita di un perdente, come in Rocky o Over the Top".

Levy ci tiene a dire che dal suo punto di vista, il film è un classico film sportivo, non un film di fantascienza: "Volevo una specie di fantascienza naturalistica. Abbiamo visto un sacco di fantascienza estrema, diverse visioni del futuro, ma quello che desideravo fare io era un film di ambientazione sportiva con una premessa fantascientifica".

"

Consigli su come allenare un robot

Viene da Varsavia un simpatico corto realizzato dagli studenti di un corso sulla computer grafica e dichiaratamente...

Alessandro Murè, 22/06/2013

John Rosengrant, il re degli animatronics

Il supervisore degli effetti speciali di Real Steel ci spiega come il cinema di fantascienza possa ancora...

Redazione, 14/04/2012

Real Steel, Jackman recita Matheson

Arriva nelle sale il film di Shawn Levy tratto dal racconto di Richard Matheson. Tra gli interpreti Hugh Jackman e...

S*, 25/11/2011