Atlantis, Endeavour, Discovery, Columbia, Challenger. Ecco i nomi di un'autentica squadra vincente. Hanno sfidato i confini dello spazio e del tempo e, sebbene gli ultimi due siano andati distrutti in due tragici incidenti, tutti e cinque sono sempre stati l'orgoglio del programma spaziale americano. Dal 12 aprile 1981, data in cui il primo Space Shuttle, il Columbia, volò guidato dagli astronauti John Young e Robert Crippen, i cinque pionieri dello spazio sono stati protagonisti di oltre centotrenta missioni. Ma dopo trent'anni di onorato servizio, anche per una squadra così arriva il momento di ritirarsi dal campo di gioco. La NASA ha infatti deciso di interrompere il programma che vede protagonisti gli Space Shuttle.

Progettato come un sistema di navigazione spaziale riutilizzabile, uno Space Shuttle è costituito da tre componenti: una coppia di razzi vettori, che hanno il compito di portare l'apparecchio oltre l'atmosfera, un serbatoio di carburante che alimenta i razzi e infine l'orbiter, la navicella vera e propria. Una volta raggiunta l'orbita, i razzi e il serbatoio vengono sganciati e lasciati bruciare nell'atmosfera, mentre l'orbiter rimane nello spazio con a bordo l'equipaggio e il carico. Al termine della missione l'orbiter ritorna sulla Terra, attraversa i vari strati dell'atmosfera con la protezione di uno scudo termico in grado di sopportare le altissime temperature che si sprigionano a causa dell'attrito con l'aria e infine plana come un aliante atterrando su un'apposita pista di atterraggio.

Il romanzo di fantascienza di Neil Young

Si intitola Canary e ci ha lavorato quattro anni. Il suo commento al riguardo: “è un fottuto...

S*, 13/10/2021

Illuminae Files, in Oscar Fantastica la trilogia young adult

Una space opera young adult in forma epistolare: Mondadori pubblica anche in Italia la trilogia dalle quale...

S*, 14/01/2021

Young Ones – L'ultima generazione esce sulle piattaforme digitali

Una clip esclusiva dal film di Jake Paltrow che arriva sui servizi streaming italiani a sei anni dall'uscita

S*, 16/07/2020