A cosa servivano realmente le parrucche viola? Perché gli intercettori lunari avevano un missile solo? E soprattutto perché, sapendo che gli intercettori erano tre, agli UFO non veniva mai in mente di attaccare in quattro?

Questa e altre domande sono rimaste a rimbalzare nelle pareti del cranio di una moltitudine di appassionati non più giovanissimi che da ragazzini si entusiasmava per le gesta della Shado - Supreme Headquarters Alien Defence Organization - nel telefilm UFO, creato da Gerry Anderson e trasmesso anche in Italia (e sulla tv Svizzera, col titolo Minaccia dallo spazio) nei primi anni Settanta.

Ora che la macchina dell'entertainment, dopo aver omaggiato (massacrato?) film, telefilm, fumetti e videogiochi americani, sta cominciando a guardara ai telefilm inglesi (niente male, comunque, il remake di Il prigioniero), sta per arrivare il momento anche per UFO. Già attivo il casting, che pare abbia selezionato Joshua Jackson per fare Paul Foster e sia in trattative con Ali Larter per Veronica Lake. Chi farà Straker? E chi indosserà la parrucca viola del tenente Ellis? E i nuovi intercettori avranno ancora il missile più largo dell'ugello di lancio?

James Cameron rivela gli ultimi aggiornamenti sui sequel di Avatar

Dopo una pausa di ben quattro mesi causata ovviamente dal coronavirus le riprese sono ricominciate, ma le uscite dei...

Leo Lorusso, 28/09/2020

Coronavirus anche su Pandora: stoppate le riprese di Avatar 2

Dopo undici anni di pre-produzione i quattro capitoli della saga di Avatar erano pronti a iniziare le riprese...

Leo Lorusso, 18/03/2020

Alastair Reynolds e il romanzo per Doctor Who

Lo scrittore gallese celebra il cinquantenario con un romanzo in uscita a giugno. Protagonista il terzo Dottore...

Maurizio Del Santo, 6/05/2013