Paradox

Ancora una volta il futuro si lascia predire tramite misteriosi eventi, stavolta ci provano gli inglesi sulla BBC, con un budget modesto compensato da un soggetto discretamente intrigante.
MINISERIE, stagione 1, episodio 1, Paradox, U.K., 2009 - regia di Simon Cellan Jones - scritto da Lizzie Mickery - con Tamzin Outhwaite - D.I. Rebecca Flint
Emun Elliott - Dr. Christian King
Mark Bonnar - D.S. Ben Holt
Chiké Okonkwo - D.C. Callum Gada - giudizio: discreto

Un astrofisico che si occupa dell’andamento delle tempeste solari riceve una misteriosa trasmissione dallo spazio profondo contenente alcuni criptici frammenti di immagini che sembrano essere ricollegabili a un drammatico evento futuro di lì a diciotto ore.  Alza quindi il telefono e contatta la polizia, chiedendo di un agente intelligente e di ampie vedute.  Gli viene inviata la bella detective Rebecca Flint, che avrà il delicato compito di stabilire se questa predizione sia vera o meno ed eventualmente impedirne l’avverarsi. 

Queste sono le premesse con le quali comincia Paradox, una miniserie in cinque puntate, di un’ora ciascuna, prodotta dalla BBC.  In molti hanno paragonato questa serie a Minority Report o al cugino americano Flash Forward, ma anche con tutto l’impegno e la buona volontà possibili, Paradox non è proprio in grado di reggerne il confronto.  Dal punto di vista tecnico-estetico è un prodotto girato con quello che gli americani considererebbero un low budget, e questo risulta abbastanza evidente nei rari momenti in cui c’è bisogno di un effetto speciale di qualunque tipo, e anche la regia offre soggettive e inquadrature mediocri.

Da un punto di vista di sostanza, la trama è ambiziosa e affascinante, purtroppo però la buona idea di base viene mortificata dalla pessima gestione dei personaggi.  I protagonisti di Paradox, infatti, si comportano tutti in maniera altamente illogica, hanno atteggiamenti poco sensati e scarsamente credibili considerata la situazione che si trovano davanti.  Ad esempio, il leitmotiv della prima puntata ruota per lunghissimo tempo tutto intorno all’atteggiamento contrastante dell’agente Rebecca Flint (Tamzin Outhwaite), che da una parte mostra incredulità nella possibilità che questa sia una vera visione del futuro, dall’altra invece si arrabatta affannosamente per evitare che questa si concretizzi.  Poco credibile e poco riuscita è anche la figura dell’astrofisico Dott. Christian King (Emun Elliott), che ha più l’aria di un moderno vampiro che di uno scienziato, il quale invece di contribuire attivamente alle indagini sembra abbia l'unico scopo di assumere pose quanto più misteriose ed enigmatiche possibile.  Fortunatamente i dialoghi, in vero stile inglese, sono scritti con buona perizia, e questo permette al telefilm di risultare meno noioso di  quanto dovrebbe, considerata la sceneggiatura che fa acqua un po’ da tutte le parti, trasformando così un prodotto mediocre in un telefilm mediamente appetibile.  Un altro aspetto positivo è dato dalla scarsità di buonismo e da una buona dose di cattiveria che qua e là traspare, rendendo il prodotto più intrigante.

Come a confermare quanto ho appena affermato, il telefilm ha ottenuto un buon risultato di audience, con oltre quattro milioni di spettatori, nonostante le critiche negative piovute dalla stampa (Telegraph online) e dalla critica inglese.

Un altro aspetto interessante da sottolineare è quello del format, la tv inglese infatti sta privilegiando le miniserie televisive rispetto alle serie, e questo permette di non subire il giogo dell’audience e delle eventuali cancellazioni in corsa, e garantisce anche a idee non esattamente originali o longeve come questa di Paradox di poter essere sviluppate in maniera adeguata senza dover subire l’impatto di una serie.

In definitiva Paradox non è un telefilm particolarmente singolare o brillante, ma risulta comunque una visione piacevole, in grado di stuzzicare l’interesse anche di un pubblico più esigente.

Autore: Angelo Rossi - Data: 3 dicembre 2009

Paradox: dai il tuo voto

Voti dei lettori

42 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

25 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Non ti sembra di essere stato un po' ingeneroso? Mentre lo guardavo, stasera, pensavo: ah! Se FlashForward fosse così... Non sarà una vetta della televisione, ma questo Paradox il confronto con FF lo regge, oh se lo regge. Il problema di FF è che non regge il confronto con lo spettatore! :)

» postato da Faramir alle 00:47 del 03-12-2009

2 Boh, per me questa recensione è anche troppo generosa, io non avrei dato un soldo neanche ai dialoghi.

» postato da Lapis alle 01:48 del 03-12-2009

3 In ogni caso è sempre buono quando ci segnalate questi telefilm. Lo recupererò quantoprima!

» postato da rkp alle 06:11 del 03-12-2009

4 «Non ti sembra di essere stato un po' ingeneroso? Mentre lo guardavo, stasera, pensavo: ah! Se FlashForward fosse così... Non sarà una vetta della televisione, ma questo Paradox il confronto con FF lo regge, oh se lo regge. Il problema di FF è che non regge il confronto con lo spettatore! :) » Rispetto a certi articoli inglesi non son stato cosi' ingeneroso ;) Comunque anche se con grossi difetti di base (come ho scritto nella recensione), secondo me è interessante e vale la visione. E non calcherei nemmeno troppo la mano con paragoni a FF perchè sinceramente son due prodotti molto diversi.

» postato da . alle 10:22 del 03-12-2009

5 A me e` piaciuto abbastanza, sopratutto come dice anche Angelo per la mancanza del solito buonismo che tanto infarcisce e spesso rovina le serie US. Gia` nel primo episodio i "buoni" falliscono miseramente non riuscendo a portare a termine la loro missione, cosa quantomai rara nelle serie US.

» postato da Riccardo Saettone alle 11:50 del 03-12-2009

6 Riccardo, ti ho messo in bianco lo spoiler assassino... S*

» postato da S* alle 12:57 del 03-12-2009

7 Mi è piaciuto molto, dieci volte di più di Flash Forward, decisamente ingenerosa la recensione. In ogni caso le serie inglesi sono di un altro livello.

» postato da armageddon alle 13:16 del 03-12-2009

8 « Rispetto a certi articoli inglesi non son stato cosi' ingeneroso ;) E non calcherei nemmeno troppo la mano con paragoni a FF perchè sinceramente son due prodotti molto diversi.» Anch'io ho letto l'articolo del Telegraph... effettivamente in Albione sono abituati a standard piuttosto elevati ;) Comunque è inevitabile confrontarlo con FF, se non altro perché il tema è sempre quello, negli ultimi anni (cfr. questo mio post). E ribadisco, una puntata di Paradox vale più di una stagione di FF. F.

» postato da Faramir alle 13:55 del 03-12-2009

9 condivido molto la recensione di Angelo. E quoto anche Lapis (ciao, Lapis :bye: ) Il punto debole di questa serie sono proprio i personaggi, perchè l'idea sarebbe carina. C'è un'insistenza su atteggiamenti misteriosi ed enigmatici che non ha senso, in particolare lo scienziato mi dà proprio l'orticaria: la mimica facciale e gli sguardi mi ricordano più un maniaco sessuale che un fisico che si è trovato davanti a un fenomeno inspiegabile. Complessivamente sono "rigidi", con due espressioni che si alternano (preoccupato / arrabbiato) e per il resto un'immobilità assoluta... E che dire della "gestione" della colonna sonora? per carità, è questione di gusti ma quelle scene fatte di sguardi e di frasi smozzicate senza neanche un minimo di "sottofondo" sono insostenibili. Poi, da un momento all'altro parte una musichetta "tutta-tensione"! poi di nuovo il silenzio per 20 minuti... mah! Per fortuna il finale salva tutto. Non me lo aspettavo così. :)

» postato da Dr. Weir alle 09:01 del 06-12-2009

10 Io continuo a pensare che la Fantascienza televisiva americana e canadese dia parecchi punti a quella inglese e non solo per evidente disparità economica.

» postato da Kobol77 alle 13:00 del 06-12-2009

11 «Comunque è inevitabile confrontarlo con FF, se non altro perché il tema è sempre quello, negli ultimi anni (cfr. questo mio post). E ribadisco, una puntata di Paradox vale più di una stagione di FF. F.» Magari non una stagione ma al momento siamo decisamente oltre FF, adesso vedrò la seconda puntata e spero che le premesse vengano mantenute.

» postato da Adm.Adama alle 21:40 del 06-12-2009

12 ««Comunque è inevitabile confrontarlo con FF, se non altro perché il tema è sempre quello, negli ultimi anni (cfr. questo mio post). E ribadisco, una puntata di Paradox vale più di una stagione di FF. F.» Magari non una stagione ma al momento siamo decisamente oltre FF, adesso vedrò la seconda puntata e spero che le premesse vengano mantenute.» Devo esser sincero...per adesso la penso anche io così...personaggi non eccelsi, storia abbastaza buona, interpretazione un pò cupa...ma non è male, nemmeno da paragonare a Flash Forward...

» postato da Zakalwe alle 23:07 del 06-12-2009

13 «Io continuo a pensare che la Fantascienza televisiva americana e canadese dia parecchi punti a quella inglese e non solo per evidente disparità economica.» Noto che questo Paradox ha generato giudizi molto controversi e difformi. Noto anche che c'e' una specie di diatriba di fondo tra chi ama la scuola inglese e quella americana. Il mio punto di vista è che esistono solo buoni telefilm o telefilm mal realizzati, questo indipendentemente dalla nazione di produzione, e di schifezze nell'ultimo anno ne ho viste e recensite molte made in u.s.a. ma altrettante made in england. Quello che penso è che questo non sia un momento di particolare salute o ispirazione per entrambe le "scuole". L'unica differenza che c'e' tra i prodotti finali è dettata dal Budget, che in presenza di un idea originale non conta davvero, ma che nella maggior parte dei casi, specie per un tf di fantascienza, fa pendere l'ago della bilancia ad appannaggio delle grandi produzioni che possono compensare l'assenza d'idee con altri fattori godibili. Mentre con pochi soldi se l'idea non è veramente originale (e Paradox imho non ce l'ha affatto!(*) ) non hai alcuna ancora di salvezza. (*) ottima l'analisi nel blog di Faramir sull'immanenza del concetto di libero arbitrio vs predeterminazione nei tf degli ultimi anni

» postato da . alle 14:58 del 07-12-2009

14 ««Io continuo a pensare che la Fantascienza televisiva americana e canadese dia parecchi punti a quella inglese e non solo per evidente disparità economica.» Noto che questo Paradox ha generato giudizi molto controversi e difformi. Noto anche che c'e' una specie di diatriba di fondo tra chi ama la scuola inglese e quella americana. Il mio punto di vista è che esistono solo buoni telefilm o telefilm mal realizzati, questo indipendentemente dalla nazione di produzione, e di schifezze nell'ultimo anno ne ho viste e recensite molte made in u.s.a. ma altrettante made in england. Quello che penso è che questo non sia un momento di particolare salute o ispirazione per entrambe le "scuole". L'unica differenza che c'e' tra i prodotti finali è dettata dal Budget, che in presenza di un idea originale non conta davvero, ma che nella maggior parte dei casi, specie per un tf di fantascienza, fa pendere l'ago della bilancia ad appannaggio delle grandi produzioni che possono compensare l'assenza d'idee con altri fattori godibili. Mentre con pochi soldi se l'idea non è veramente originale (e Paradox imho non ce l'ha affatto!(*) ) non hai alcuna ancora di salvezza. (*) ottima l'analisi nel blog di Faramir sull'immanenza del concetto di libero arbitrio vs predeterminazione nei tf degli ultimi anni» La mia è solo una considerazione personale. Serie di fantascienza inglesi ne ho seguite, compresa questa pseudo miniserie a dir poco tremenda. L’idea che mi sono fatto è che gli Inglesi hanno ottime intuizioni a livello narrativo, che poi si perdono in un bicchier d’acqua e in inutili orpelli a discapito dell’immediatezza. Sarà, ma io preferisco l’America all’Inghilterra e non ne faccio solo una questione dal punto di vista territoriale o fantascientifico, ma se vogliamo anche da un punto di vista letterario e culturale in senso lato. A livello letterario fantascientifico ad esempio il confronto a mio avviso si risolve in un sostanziale pareggio, con determinati periodi in cui a prevalere erano le idee o correnti di pensiero tramutate in libri di un autore rispetto a un altro, anche se penso (discutibile e opinabile quanto si vuole) che alla fine la Fantascienza letteraria americana sia migliore di quella inglese. Prescindendo poi dall’ambito puramente fantascientifico, invece autori come Auster, De Lillo, Least Moon, Wallace, Thom Jones, Ellroy, Moody, tanto per citare alcuni scrittori contemporanei americani, valgono decine di scrittori europei e inglesi messi assieme. Sono semplici esempi, sicuramente fuori tema, ma che rendono bene l’idea e cioè che l’America e il sogno americano fanno ancora la differenza in termini di creatività e originalità e questa differenza sostanziale si avverte in qualsiasi ambito dai libri, ai film, alle serie televisive (hanno i migliori sceneggiatori), alla cultura in generale. Insomma alla fine non si tratta, almeno per me, di una questione prettamente fantascientifica, o meglio la Fantascienza rientra in una riflessione più ampia e generale. Alla fine ciò che fa la differenza è che gli Americani sono un grande popolo. Parlano un’unica lingua. Sanno vivere, trasporre in ambito letterario, televisivo e cinematografico storie reali e non meglio di altri e non c’è Inghilterra (piccolo staterello del cazzo come tutti quelli europei comprensivi di stupide beghe territoriali) che tenga, perché a livello culturale ci separa un abisso dagli Stati Uniti. L’ho presa molto alla larga ma alla fine in questo mio ragionamento rientrano anche la Fantascienza letteraria (in modo decisamente minore rispetto alla realtà televisiva) e la Fantascienza cinematografica e seriale, dove il gap è ancora enorme a livello qualitativo, Paradox o non Paradox che dir si voglia.

» postato da Kobol77 alle 16:05 del 07-12-2009

15 «Quello che penso è che questo non sia un momento di particolare salute o ispirazione per entrambe le "scuole"» Comunque se mettiamo insieme tutte le serie sci-fi al momento in onda viene un poco di scoramento :(

» postato da Adm.Adama alle 18:28 del 07-12-2009

16 « Per fortuna il finale salva tutto. :)» Son d'accordo, perlomeno nel finale i musi lunghi hanno un motivo di esser tali. ( :bye: Doc!)

» postato da Lapis alle 20:03 del 07-12-2009

17 «« Per fortuna il finale salva tutto. :)» Son d'accordo, perlomeno nel finale i musi lunghi hanno un motivo di esser tali. ( :bye: Doc!)» Almeno non ci hanno ancora regalato l'originalissima perla del poliziotto ex-alcolista mono-espressione che sembra portare il mondo sulle spalle . Magari il problema è ben più semplice, trovare qualità attoriale al cinema è difficile in TV ancora di più, basta guardare i telefilm più visti per rendersi conto che molti stanno li non certo perché hanno il nuovo DeNiro. Poi una serie può essere un capovolo, basta ricordarsi ST e XFiles. :wink:

» postato da Adm.Adama alle 20:32 del 07-12-2009

18 :idea: Ho appena capito cosa è che mi storce tutto (a parte la sceneggiatura, la recitazione e i dialoghi). Leggendo i vostri post America vs Inghilterra mi sono accorta che è come se questo Paradox tenti di imitare uno stile che non gli appartiene, producendo un miscuglio stonato di ingredienti che non legano. Per me, eh.

» postato da Lapis alle 22:25 del 07-12-2009

19 Io neppure ci entro nel UK vs USA, a me Paradox sembra guardabile, la prima puntata è buona, vedrò la seconda. Sto guardando FF, mi ha già quasi annoiato ma continuo a guardarla anche perchè altrimenti credo che vedrei solo House e The Good Wife. P è un capolavoro? ma neanche per sogno come non lo è neppure dipinto FF, ne V, ne Fringe, ne SGU. Hanno sputtanato anche BSG e devono essersi impegnati capirai se queste serie rimarrano nella storia della TV. So di ripetermi ma continuo a pensare che - come dice Angelo - manca la materia prima e noi che battibecchiamo su due mediocri serie TV la dice lunga sulla mancanza di argomenti.

» postato da Adm.Adama alle 22:37 del 07-12-2009

20 Mah io non la farei così tragica sullo stato attuale della fantascienza televisiva. Ci sono serie che ti prendono più di altre e questo è normale perchè è soggettivo. Certo in giro non ci sono capolavori come Bsg, ma non è nemmeno tutto da buttare nel cesso. Mi ricordo quando finì Babylon V. Mi domandavo:"E adesso che ca*** si inventano?". Suvvia dopo la fine di una grande serie in genere ci sono periodi di calma per poi essere tutti presi dalla novità che arriverà ad appassionare più gente possibile o un ristretto numero di persone. Occorre armarsi solo di pazienza. Per quanto riguarda l'oggi: mi sono visto l'ultima di Stargate Universe e devo dire che mi ha stupito positivamente per la trama e per come è finita. Veramente una buona puntata. Flash Forward ormai lo si è capito: non sarà mai ai livelli di Lost, ma nel complesso non la trovo nè una serie pessima, nè inguardabile e lo stesso lo penso di Fringe. Sono due buone serie che non mi dispiacciono affatto, pur non essendo dei capolavori. La serie che ho apprezzato di più è stata Kings. Peccato che sia durata solo una stagione. L'unica grande delusione per me è stata V. Ecco è l'unica serie che mi ha lasciato abbastanza indifferente e freddo. Piuttosto la brutta notizia è la seguente: le Olimpiadi invernali in Canada. Si fermano praticamente quasi tutte le serie. Universe riprende a marzo e così dovrebbe essere anche per Fringe e V. Flash Forward da quel che ho capito riprende addirittura ad aprile. Insomma l'unica serie che parte a gennaio sarà Caprica con il pilot e alla luce di quello che si è visto quest'anno in termini di aspettative mal riposte o mezze delusioni forse è da rivalutare. E poi certo c'è Paradox e qualche altro pilot alla Flash Gordon sui quali stendo un velo pietoso.........

» postato da Kobol77 alle 00:40 del 08-12-2009

21 eppure non è così male (per essere uno scemeggiato) un punto a suo favore è l'assenza di adolescenti e coniugi in crisi con i protagonisti... recensione esageratamente negativa (soprattutto per la linea abituale del sito, piuttosto ottimista)

» postato da CobbAnderson alle 09:17 del 08-12-2009

22 Non so... a sembravano due puntate gurdabili , e come detto da molti qui .... decisamente meglio di FF ( non ci vuole molto ) . Capisco le critiche ( anche se mi sembrano un po ingenerose ) , ma il paragone con FF che leggo nell'articolo non lo capisco . Non entro molto nella polemica culturale UK vs US perchè secondo me, per ogni amante della fantascienza non ha molto senso... vorrei che in italia si facesse qualcosa di serio in questo campo! ... ovviamente pia illusione visto che il massimo che siamo riusciti a produrre è il SI,ESS,AI. DE NOIARTRI ( questo aproposito dell'imitazione di serie Americane di cui si parla nel post di Lapis

» postato da UH alle 10:25 del 08-12-2009

23 Ah ... riguardo Star Gate Universe ... modesto parere... quando ci si ficca dentro il bacio lesbico vuol dire che una serie e creativamente morta :)

» postato da UH alle 10:44 del 08-12-2009

24 E Kobol ... Flash Froward è stata la più grossa delusione degli ultimi anni .... l'ultima puntata ( senza spoiler) è stata una delle cose piu stupide che si siano viste in TV negli ultimi anni ... la gestione dellle modalità e dellle conseguenze della GRANDE rivelazione di Simcoe è stata VERAMENTE patetica ... ecco perchà non capisco il martellamento di Paradox prendendo FF come pietra di paragone :)

» postato da UH alle 10:49 del 08-12-2009

25 «Piuttosto la brutta notizia è la seguente: le Olimpiadi invernali in Canada. Si fermano praticamente quasi tutte le serie. Universe riprende a marzo e così dovrebbe essere anche per Fringe e V. Flash Forward da quel che ho capito riprende addirittura ad aprile. Insomma l'unica serie che parte a gennaio sarà Caprica con il pilot e alla luce di quello che si è visto quest'anno in termini di aspettative mal riposte o mezze delusioni forse è da rivalutare. E poi certo c'è Paradox e qualche altro pilot alla Flash Gordon sui quali stendo un velo pietoso.........» Non credo sia per quello dato che molte riprendono la prima di gennaio dopo avere avuto l'ultimo episodio settimana prossima - vedi CBS. E' il break fisiologico del mid-season, magari le ragioni sono altre. Per alcune sicuramente il rating.

» postato da Adm.Adama alle 12:13 del 08-12-2009

26 Le Olimpiadi invernali imporranno uno stop comunque Adm.Adama . Essendo in canada il prime time sarà per le Olimpiadi che verranno trasmesse da NBC e siccome i grossi eventi sportivi richiamano più spettatori degli scripted shows nessuno rischia di spararsi munizioni a slave in quel periodo ....certo gli scolti di V , Fringe , ma soprattutto FF non aiutano

» postato da UH alle 13:40 del 08-12-2009

27 «E Kobol ... Flash Froward è stata la più grossa delusione degli ultimi anni .... l'ultima puntata ( senza spoiler) è stata una delle cose piu stupide che si siano viste in TV negli ultimi anni ... la gestione dellle modalità e dellle conseguenze della GRANDE rivelazione di Simcoe è stata VERAMENTE patetica ... ecco perchà non capisco il martellamento di Paradox prendendo FF come pietra di paragone :)» Ma si ci può stare: è un giudizio soggettivo come il mio. FF non la trovo malvagia. C'erano troppe aspettative. La serie aveva avuto un forte battage pubblicitario e veniva definita come l'erede di Lost dalle stesse campagne virali e non in rete: niente di più sbagliato, perchè arrivare ai livelli di Lost è praticamente impossibile al momento. Tuttavia non l'ho trovata nè una grossa delusione (lo diventa se paragonata a Lost), nè una serie malvagia e lo stesso posso dirlo di Fringe. Per me sono due buone serie come lo è Universe: nulla di più, nulla di meno. Per quanto riguarda Paradox....ah guarda l'immaginazione è una bella cosa....... L'Inghilterra è grande quanto il nord Italia. E' sicuramente una giustificazione frivola ma la voglio dare lo stesso: quando penso all'Inghilterra e a una serie ambientata (è normale che sia così) nella perfida Albione, mi scasso la uallera e mi crolla tutta la fantasia per una serie di fantascienza. Ah se ragionassimo da Europei....sai quanti spazi aperti....quante opportunità.....come ce ne sono negli USA...e allora diventerebbe veramente interessante il confronto con gli Americani. La Fantascienza di stampo inglese e quella cinematografica in pompa magna di stampo francese non mi appassionano. Sono due staterelli che culturalmente contano poco o nulla di fronte agli USA. Si buone idee, interessanti intuizioni, ma finisce lì. De gustibus.

» postato da Kobol77 alle 14:26 del 08-12-2009

28 Che sappia io FF riprenderà a marzo. E' vero, gli ultimi episodi sono scadenti, ma.. FF ha potenzialità enormi, è sciocco non vederlo, e credo altrimenti non saremmo qui a discuterne a lungo. Io ho fiducia in David S. Goyer, questa pausa presa di comune accordo con la produzione è indice di una presa di coscienza precisa sulla direzione sbagliata intrapresa dalla serie e confido in un potente cambio di rotta che imho è piu' che possibile e puo' avvenire con pochi semplici cambi e tagli di alcune linee narrative. Ricordatevi che anche Lost o Galactica hanno avuto i loro momenti fiacchi, bisogna saper distinguere tra la potenzialità assoluta e la contingenza del momento. in questa ottica non relativistica sentir paragonare un Paradox a FF a mio avviso e' una bestemmia.

» postato da . alle 14:33 del 08-12-2009

29 «Le Olimpiadi invernali imporranno uno stop comunque Adm.Adama . Essendo in canada il prime time sarà per le Olimpiadi che verranno trasmesse da NBC e siccome i grossi eventi sportivi richiamano più spettatori degli scripted shows nessuno rischia di spararsi munizioni a slave in quel periodo ....certo gli scolti di V , Fringe , ma soprattutto FF non aiutano» Non vorrei insistere ma o la lista di EZTV è farlocca o state parlando di alcuni show in particolare tipo FF e V che sappiamo già perché sono stati interrotti. http://eztv.it/showlist/status/ Senza contare che alcune delle più viste tipo NCIS, Grey's, the Mentalist torneranno a gennaio dopo un ultimo episodio a dicembre. Che poi gli eventi sportivi spostino i palinsesti, ci sta tutto e sono anche d'accordo.

» postato da Adm.Adama alle 14:36 del 08-12-2009

30 «Le Olimpiadi invernali imporranno uno stop comunque Adm.Adama . Essendo in canada il prime time sarà per le Olimpiadi che verranno trasmesse da NBC » Scusa, ma mica gareggiano di sera. Proprio per il fatto di essere in Canada dovrebbero essere trasmesse di giorno (noi le vedremo di sera - per chi le guarda, a me fregasega). Magari di sera faranno servizi, riassunti eccetera. S*

» postato da S* alle 14:43 del 08-12-2009

31 Kobol , mi è sembrato di capire che gli spoiler non sono molto graditi e lo capisco quindi non sono sicuro di poter dire quello che dirò. Per restare a ciò che mi pare si sia già visto , direi che se ci può stare la spiegazione basata sulla " interpretazione a molti mondi " (anche se ormai è diventato qualcosa sfruttato persino in The Big bang Theory ), molto meno accettabile è : 1- Il tentativo di avere molti subplot ( come in Lost ) ma senza la stessa capacità di armonizzarli in un unica narrazione che rimane frammentata ed erratica . 2- Il cast non è proprio quello che definisco memorabile a cominciare dal protagonista che risulta pesante, pedante e noioso . 3- Siamo arrivati a metà stagione e non abbiamo fatto un unico passo avanti nella narrazione principale...i pezzi di storia sono buttati li in faccia al telespettatore e rimangono appesi per puntate ( le mani Blu ? la storia di jericho ? etc etc ) 4- La gestione del personaggio di Simocoe e per lo meno discutibile ....si giocano a poker la possibilità di andare davanti al mondo di essere i responsabili della piu grande catastrofe delal storia del mondo ?????? Fanno una conferenza mondiale per sta cosa e poi se ne vanno senza che nessuno li fermi almeno per qualche domanda ??????? come direbbero gli Americani che ami molto cooooooooome on :) . Mi fermo qui perchè sarebbe un pò lungo continuare mi limito a mettere in evidenza l'incosistente episodio della giapponesina che al momento risulta essere un inutile riempitivo .... chiudo su FF solo dicendo che il crollo di audience è stato drammatico e un motivo ci sarà . Riguardo la fantascienza Inglese francamente non so cosa rispondere ad argomenti come quelli posti da te ... quello che posso dire è che l'inghilterra è l'unico paese Europeo che ha cercato di fare qualcosa nella fantascienza televisiva e cinematografica . Forse in tempi moderni molto meno che in passato ma qui penso sia solo una questione di audience europea per la fantascienza che forse è un po scarsina e non sostiene il genere come in USA ( e anche li mica tanto a vedere coem vanno le cose ) rimango dell'idea che senza andare troppo indietro al ciclo di film di Quatermass le serie di Gerry a Sylvia Anderson isegnavano agli americani a fare telefilm quando ancora riciclavano le faccie dei robot di Futurewolrd in ogni serie di fantascienza degli anni 70... oppure venivanoi prodotte seire come The Prisoner o piu tardi Zaffiro e Acciaio , I sopravvissuti ( vecchi e nuovi ) per non parlare di Docotr Who e ora torchwood ,che ovviamente penso non ti piaccia .... insomma qualche effetto speciale in più nelle serie americane non fa necessariamente una bella serie ....

» postato da UH alle 19:21 del 08-12-2009

32 S* da quello che ho capito ( ma ovviamente solo girando qua e la quindi non posso essere sicuro ) in prime time ci sono molte gare importanti , infatti NBCin quelle due settimane rivoluziona tutto il palinsesto . E' chiaro che NBC è quella direttamente coinvolta ma anche gli altri cercano di non avere punti deboli in quel periodo ... è ovvio che un break di FF e Fringe anche PRIMA delle Olimpiadi significa che le due serie hanno problemi , ma se non ci fossero state le Olimpiadi molto probabilmente sarebbero tornate a febbraio , se ho capito bene è un misto delle due cose . ( ripeto questo è quello che ho capito leggendo i vari siti americani )

» postato da UH alle 19:26 del 08-12-2009

33 «Kobol , mi è sembrato di capire che gli spoiler non sono molto graditi e lo capisco quindi non sono sicuro di poter dire quello che dirò........cooooooooome on... » Ho tagliato ma su Flash Forward mi trovo molto in accordo con UH, è una serie patinatissima ma con senso, trama e struttura tendenti a zero...un evento così cataclismatico come quello del Flash Forward e non vediamo nessun accademico, nessun fisico, nessuna forza internazionale di spionaggio congiunta, solo quattro sfigati complessati dell'FBI che oltretutto si fanno i loro... :cry: ...fa piangere... Ogni puntata un quarto d'ora di canzone, venti minuti di sit com e magari uno o due minuti di succo...bleah...

» postato da Zakalwe alle 20:26 del 08-12-2009

34 Ciao. Ho visto le prime 4 puntate di paradox e, con tutti i limiti del caso, non ho potuto che rimanere incollato alla sedia, mi è piaciuta. In merito al pertinentissimo paragone con FF, ritengo che si stiano davvero perdendo, la tendenza americana a fidelizzare il telespettatore con continuity profonde e molto lunghe,qui già dalla prima serie sa di minestra allungata per durare molto, molto a lungo.... Forse queste serie dovrebbero almeno cominciare con cuore e cervello e magari solo dopo proseguire guardando il portafoglio.

» postato da lab alle 00:23 del 25-12-2009

35 Vista ieri sera la quinta e ultima puntata. Narrazione di alto livello, pathos notevole ed epos intimista come FF se lo può solo sognare. La fine non è una fine, ma ci possiamo aspettare un seguito: io ci spero. Buone feste a tutti! F.

» postato da Faramir alle 14:06 del 26-12-2009

36 Ottima miniserie, e bravi i British! Mi auguro in un seguito (perchè deve esserci) di altrettanta ottima qualità..

» postato da Garrett alle 16:14 del 26-12-2009

37 Ragazzi, a me la serie è piaciuta parecchio (ok tranne Rebecca che ogni tanto strillava come una matta)...... tranne il finale che ancora non ho capito!! Chi ha il buon cuore di spiegarmelo?

» postato da el_dambro alle 18:02 del 09-05-2010

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.