Powers: FX ordina il pilot

Prende forma una delle proposte per la prossima stagione tv Usa.

Chi ci difende dai difensori? ingrandisci

Vi ricordate di Powers? Era uno dei progetti proposti per la stagione 2011/12 Usa, la cui base era un fumetto che rappresenta in modo inedito il mondo dei supereroi. Ora si passa finalmente dalla carta alla pellicola: è stata l'emittente FX a dare la luce verde alla realizzazione del pilot, che conta già una fan di lusso: Kathee Sackhoff, orfana di BSG, ha twitterato al mondo il suo amore incondizionato per il fumetto e il suo desiderio di entrare a far parte del telefilm.

 

E il resto delle persone coinvolte non fa che rialzare la posta: Brian Michael Bendis, creatore del fumetto, si è detto più che soddisfatto degli sceneggiatori coinvolti. Uno di loro, Charles H. Eglee (già sceneggiatore di The Shield e Dark Angel), aveva creato scalpore quando, alla fine dell'anno scorso, aveva lasciato la serie di successo Walking Dead, per portare in vita Powers. Con lui Michael Dinner, veterano televisivo che di recente ha lavorato alla serie Justified.

 

Il fumetto è stato definito NYPD Blue incontra Watchmen e anche Jack Kirby si unisce a James Ellroy. Bendis ha citato come fonti di ispirazione Taxi Driver e la serie Homicide: Life on the Street, parlando del mondo noir e cupo in cui si muovono i due protagonisti: il detective della omicidi Christian Walker, che non solo è un ex supereroe, ma anche un immortale votato alla difesa del pianeta; Deena Pilgrim (il ruolo ambito dalla Sackhoff), una donna piena di misteri che acquisisce superpoteri involontariamente.

 

"È un poliziesco ambientato in un mondo di supereroi," dice Bendis. "Ma vista la natura del mash-up, siamo stati in grado di eliminare alcuni clichè di entrambi i generi e auspicabilmente creare un sottogenere tutto nuovo. Decostruiamo e ricostruiamo e ci divertiamo nel farlo."

 

Riguardo al modo in cui il telefilm si relazionerà al fumetto, Bendis dice: "Non posso ancora confermare niente, ma ci saranno sicuramente alcuni elementi familiari al fumetto nel pilot e nei primi episodi". Ma non gli interessa una rappresentazione fedele: "Spero però che il telefilm inventi il suo linguaggio e le sue storie. Mi piacerebbe vedere il fumetto e il telefilm viaggiare in parallelo, come accade con i romanzi e il telefilm su Dexter. Non sono un fan dell'adattamento fedele, non credo che dia al mezzo televisivo la possibilità di rendere al meglio il materiale".

 

Non vediamo l'ora di entrare nel mondo di Powers.

Autore: Leo Lorusso - Data: 10 marzo 2011 - Fonte: blastr.com

Vota questo articolo

Voti dei lettori

ancora nessun voto

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

Questo articolo non è stato ancora commentato. Vuoi essere il primo?

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.