Prince of Persia - Le Sabbie del Tempo

FANTASY, Prince of Persia - The Sands of Time, Usa, 2010 - regia di Mike Newell - scritto da Boaz Yakin, Doug Miro, Carlo Bernard, Jordan Mechner - con Gemma Arterton, Jake Gyllenhaal, Ben Kingsley, Alfred Molina, Toby Kebbell - durata: 110 minuti - distribuito da Walt Disney Motion Pictures Studios - giudizio: discreto

Primo capitolo di una possibile trilogia ispirata al celebre videogioco, Prince of Persia esordisce sul grande schermo con il fardello di dovere andare a sostituire idealmente e progressivamente nei cuori degli spettatori e nelle casse della Disney i successo de I pirati dei Caraibi.

 

Il problema non è tanto che Jake Gyllenhall non sia Johnny Depp, bensì che la sceneggiatura non è certamente all'altezza di quanto potesse essere lecito attenderci da un film prodotto da un veterano di talento come Jerry Bruckheimer.

 

Al di là della trama, infatti, emozioni e sorprese sono ridotte al minimo, sacrificate piuttosto a numerose scene d'azione. Peraltro, anche di ottima fattura, ma — certamente — non esattamente quello di cui sentivamo particolarmente bisogno.

 

Certo, la qualità della produzione è innegabile così come un certo senso dell'umorismo: peccato che, purtroppo, spettacolarità e dialoghi divertenti non bastino a trasformare in un film discreto in qualcosa di più.

 

La storia del principe Dastan alle prese con un assedio non voluto di una città santa in cui è custodito un pugnale dai poteri straordinari, avrebbe meritato uno sviluppo più solido, sopratutto per quanto riguarda la scelta del resto del cast. La presenza di Ben Kingsley in un ruolo un po' ambiguo, restituisce immediatamente allo spettatore l'idea che qualcosa non quadri...

 

Il resto dello sviluppo è fondato sull'idea di un cinema commerciale di facile consumo e dove ogni problematicità è ridotta ai minimi termini.

 

Un film riuscito sul piano commerciale, meno sotto il profilo estetico artistico e che, alla fine, nonsostante il divertimento non lascia niente di particolare allo spettatore.

 

Una pellicola non memorabile che, invece, avrebbe dovuto essere la pietra fondante di una nuova saga. 

 

Un film, a differenza del videogame che lo ha ispirato, non memorabile.

Autore: Marco Spagnoli - Data: 24 maggio 2010

Altre recensioni di Prince of Persia - Le Sabbie del Tempo

Recensioni di altri film di Mike Newell

Prince of Persia - Le Sabbie del Tempo: dai il tuo voto

Voti dei lettori

14 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

14 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Sono d'accordo, l'ho trovato addirittura noioso... il troppo stroppia e in quanto a combattimenti qua si si esagera, la trama è molto ovvia (e preciso che non ho giocato al game da cui è tratto), già all'inizio ho capito chi era il cattivo... poi ho visto parecchi salti di sceneggiatura, talvolta inspiegabili... tipo: nemici che un attimo dopo diventano alleati o anche quando i nostri eroi passano dal deserto all'interno delle mura della città occupata nel giro di 1 fotogramma... Ormai Jerry Bruckheimer è sinonimo di baraccone tutto azione-esplosioni-inseguimenti-battaglie... e pochissima trama... ed è quello che ci ha dato anche in questo film, tutto questo è cmq entertainement... ma non di quello che io amo, cmq è un prodotto che guadagnerà molto al boxoffice. Ai bambini e a chi non ha bisogno di trame un po' più sostanzionse piacerà molto.

» postato da (Lee Kelso) alle 19:17 del 24-05-2010

2 Avendo giocato il videogioco, posso dire che il film è perfetto così, di più non potevano e non dovevano fare. La storia è la stessa del primo videogioco, con l'aggiunta di alcuni elementi che la arricchiscono senza stravolgerla. Troppe volte ho visto trame meritevoli di videogiochi, stravolte senza alcun beneficio. C'è da dire che ovviamente sapevo già come sarebbe andata a finire, ma mi va bene così. La trasposizione Videogioco --> Film è ottima.

» postato da Sean Maxhell alle 19:53 del 24-05-2010

3 «Avendo giocato il videogioco, posso dire che il film è perfetto così, di più non potevano e non dovevano fare.» a parte scegliere un protagonista più credibile mi dite cosa centra questo essere affilato http://media.gamesource.it/gallery/61851/Gamesource-1599b.jpg con quel bamboccione patatoso di Gyllenhaal? (http://www.imdb.com/media/rm402424320/tt0473075)

» postato da Wintermute alle 23:16 del 24-05-2010

4 ««Avendo giocato il videogioco, posso dire che il film è perfetto così, di più non potevano e non dovevano fare.» a parte scegliere un protagonista più credibile mi dite cosa centra questo essere affilato http://media.gamesource.it/gallery/61851/Gamesource-1599b.jpg con quel bamboccione patatoso di Gyllenhaal? (http://www.imdb.com/media/rm402424320/tt0473075)» Tu stai guardando già le immagini del principe maledetto. Secondo me l'attore ci sta dentro di brutto per fare il principe di persia. Meglio di così 'sto film non si poteva fare.

» postato da Sean Maxhell alle 00:32 del 25-05-2010

5 be' se c'è Ben Kingsley... e per fortuna che non c'è Morgan Freeman!

» postato da CobbAnderson alle 08:49 del 27-05-2010

6 nemmeno a me Jyllenhal o come si scrive non ce lo vedo grachè come faccia... anche ne "Le sabbie del tempo" http://images.movieplayer.it/2007/11/08/newell-alla-regia-prince-of-persia-le-sabbie-del-tempo-72579.jpg in copertina e animazioni aveva quest'aspetto. Invece è simile di faccia principe come è "disegnato" nel gioco da warrior within in poi, insomma al pupino che si manovra e non alle immagini "ufficiali". Cosa che infatti non ho mai capito perchè tanta differenza di aspetto... nelle animazioni e nei disegni ha addirittura gli occhi azzurri, mentre il personaggio manovrabile li ha scuri e ha i tratti del volto molto più addolciti.

» postato da Agar Cioccolato alle 23:24 del 28-05-2010

7 A me il film è piaciuto. Onesto e godibile. Non ho mai giocato al videogioco (a parte il primissimo per ms-dos...)

» postato da Batuff alle 20:12 del 01-06-2010

8 Un bel giocattolone, ben confezionato.

» postato da (Cesare Magnani) alle 14:30 del 04-06-2010

9 Il fatto che fosse un film ad esclusivo uso commerciale era ormai scontato. è logico andarlo a vedere con già quella mentalità predisposta! Infatti con questo preconcetto sono riuscita a gustarmi il film, simpatico e con tutta l'azione degna di un prince of persia come si deve! Se non c'è azione, i nerd piangono. Se non c'è trama, i cinemaniaci piangono...Cosa devono fare? Hanno fatto un bel mix e sinceramente a parte Richard Coyle (avendo visto Coupling vederlo recitare in un film come questo fa ancora più ridere che nella parte di jeff), il cast non mi è dispiaciuto. Lo zio aveva la faccia da buono, la principessa aveva l'aspetto da f..a, e Jake era Jake. Inizialmente del suo ruolo non ero molto contenta, ma tutto sommato non è stato malaccio...Lo ha reso più umano!e pensare che volessero metterci Orlando Bloom me lo fa amare ancora di più^^

» postato da (Simona D'Amico) alle 21:58 del 15-06-2010

10 Visto in HD e devo dire che mi ha divertito tantissimo, certo il finale poteva essere gestito meglio ma mi và benissimo così. L' assassino dal volto deturpato è uno stuntman italiano molto affermato, eddaje!!!

» postato da ryoma alle 13:04 del 14-01-2011

11 C’era una volta un videogioco, con una musica carina, ma soprattutto un personaggio che, all’epoca, aveva una fluidità di movimento mai vista. Il gioco era ingiocabile, sia per i comandi, sia perché (IMO) era di una difficoltà esagerata e scoraggiante. Ma ebbe comunque la sua celebrità. Dopo decenni, ne fanno un film, ovviamente prendendo molto alla larga lo spunto, se non che anche qua il protagonista scala muri e salta trabocchetti con incredibile bravura. La storia è molto banale: il nostro è un trovatello, cresciuto come un figlio dal re di Persia, che svelerà e sconfiggerà una trama di palazzo, grazie anche a un prodigioso pugnale che fa viaggiare nel tempo. In mezzo c’è un po’ di tutto, inseguimenti, avventure, pure la Principessa Botulina, che chiamo così dall’uso esagerato fatto con questo prodotto (peccato, prima degli interventi doveva essere stata carina). C’è pure qualche buon attore: lui è Jake Gyllenhall, ovviamente sprecato, poi c’è Ben Kingsley, al solito bravo e pure lui sovrabbondante rispetto alle necessità. C’è pure Alfred Molina, il migliore del mazzo in questo caso, e perfettamente a suo agio in un mercante avido e simpatico. La lei di turno, la Botulina, è tale Gemma Artentorn, che solo ora realizzo essere stata in 007 Quantum of Solace, mannaggia, là era una bella gnocca che in pochi minuti rubava lo schermo a tutti. Sic transit gloria mundi. Il film è sorprendentemente bruttino, di solito queste cose (penso al primo Zorro con Banderas) funzionano bene, hanno ritmo, humour, etc… Qua invece la sceneggiatura fa parecchia acqua, per non dire molta. Chi era il cattivo, non dico che si capisce subito, ma non ci vuole poi molto, anzi. Io alla fine sono incerto, sarei più per un 5 che per un 6 . Il film ha avuto un budget mostruoso, dato che la Disney (a capo del progetto) tenta(va) di ripetere le fortune dei Pirati dei Caraibi. Invece non è andato bene negli USA, benino altrove, alla fine ha fatto qualche soldino, ma siamo lontani anni luce dai Pirati. E vabbè. http://ia.media-imdb.com/images/M/MV5BMTMwNDg0NzcyMV5BMl5BanBnXkFtZTcwNjg4MjQyMw@@._V1._SY317_CR0,0,214,317_.jpg

» postato da Tobanis alle 15:45 del 21-03-2011

12 Film proprio brutto. E lo dice uno che con i film giocattolo ci va a nozze se li trovo ben confezionati (tron, transformers1, Avatar)... Qui abbiamo un fantasy arabeggiante dalla regia goffa, le scene d'azione e di combattimento gestite male e l'atmosfera che, nonostante la produzione sontuosa, a volte mi ha ricordato quella dei telefilm di hercules con Kevin Sorbo, solo con scenografie migliori. Sarà che nei film in costume, quando si vuole dare un tono epico a tutti i costi, si scade molto in fretta nell'effetto "teatrino parrocchiale"... vero Ben "ormai mi chiamano a fare quello importante nei filmetti" Kingsley? Inoltre qui nemmeno i momenti di humor esotico funzionano, tra improbabili e ridicole corse di struzzi (sigh...) e scambi di battutine tra il bonazzo Jake e la bonazza gemma arterton. La trama è meno lineare di quel che pensavo ma francamente è un problema in più: tra tutti i forzati depistaggi per far credere al pubblico di non aver capito chi è il vero cattivo, l'accumulo di sottotrame per allungare la broda (come nella parte in cui viene chiamata la setta degli assassini, super-posticcia), e goffe metafore sulle "armi (di distruzione";) che sembrano esserci ma poi non ci sono (SIGH!), avrei preferito una trama decisamente meno sovraccarica, tanto sarebbe stata una storiella lo stesso. Ma probabilmente scorreva meglio. La cosa migliore? l'effetto di "riavvolgimento" delle sabbie del tempo. E Gemma Arterton, ovviamente.

» postato da Darklight alle 13:20 del 18-04-2011

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.