Amabili Resti

DRAMMATICO, Lovely Bones, Usa, Nuova Zelanda, 2009 - regia di Peter Jackson - scritto da Peter Jackson, Philippa Boyens, Fran Walsh - con Mark Wahlberg, Rachel Weisz, Susan Sarandon, Stanley Tucci, Michael Imperioli, Saoirse Ronan - durata: 120 minuti - distribuito da Universal - giudizio: buono

Peter Jackson si cimenta con il romanzo di Alice Sebold, raccontando la terribile storia di un omicidio avvenuto nel cuore della provincia americana e del dolore della famiglia della vittima che prova, in qualche maniera a sopravvivere all'orrore.

Narrato in forma di lungo flashback da parte della giovane protagonista, interpretata da una straordinaria Saorsie Ronan, il film segue il romanzo utilizzando la voce off della ragazzina che prima conosciamo come timida adolescente del 1973, poi vediamo vittima della furia incontenibile di un serial killer.

Finita in una sorta di 'purgatorio personale' in attesa che il suo corpo venga sepolto o ritrovato, la giovane vede dall'alto quello che si è lasciata alle spalle: la sua famiglia distrutta, il suo assassino a piede libero, un amore mai colto.

Gli eventi, però, precipiteranno e nonostante sia impossibile tornare indietro dalla morte, fino alla fine, il legame tra la morta e i suoi familiari sarà alimentato dalla speranza e dal ricordo.

Amabili Resti è stato realizzato da Peter Jackson seguendo due filoni: da un lato l'elemento thriller che si muove intorno a Stanley Tucci nei panni di un inquietante vicino di casa che nasconde un segreto inconfessabile. 

Dall'altro la storia di un nucleo famigliare come tanti altri, la cui vita è stata segnata per sempre da un evento nei cui confronti tutti provano a trovare una maniera per non lasciarsi risucchiare dal vuoto. Il peso di alcune esistenze come quella della madre diventa insostenibile e la morte della ragazzina scuote nel profondo i legami fino ad obbligare tutti a scelte, spesso, radicali.

Visivamente notevole, registicamente intenso, Amabili Resti è appesantito da una parte ambientata nell'Aldilà che, per quanto raffinata, non può che lasciare perplessi per il suo gusto anche perché sembra riuscire a far calare inevitabilmente una tensione narrativa molto elevata in cui lo spettatore è profondamente coinvolto dalla storia. 

Visivamente notevolissimo, Amabili Resti deve molto ai suoi interpreti: a partire da Saorsie Ronan, una vera e propria nuova stella, proseguendo per un gelido e calcolatore Stanley Tucci, un'irresistibile Susan Sarandon, nonché due convincenti Mark Wahlberg e Rachel Weisz impegnati rispettivamente nei ruoli del padre e della madre della giovanissima vittima.

Autore: Marco Spagnoli - Data: 21 febbraio 2010

Altre recensioni di Amabili Resti

  • Amabili Resti: recensione di Pia Ferrara su FantasyMagazine (voto: discreto)
  • Amabili Resti: recensione di Sergio Gualandi su ThrillerMagazine (voto: discreto)

Notizie correlate

Amabili Resti: dai il tuo voto

Voti dei lettori

10 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

6 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 A me è piaciuto molto, a parte qualche tono elegiaco di troppo. C'è da dire che P.J. è riuscito ad alleggerire senza renderlo banale un tema sul quale chiunque altro avrebbe ricamato una storiaccia. Sulla raffigurazione dell'aldilà mi pare che Al di là dei sogni abbia fatto scuola. ;-)

» postato da ammiraglio_naismith alle 08:20 del 22-02-2010

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.