Ai puristi del fumetto potrà non essere piaciuto, ma il primo Ghost Rider ebbe comunque un discreto riscontro: 228 milioni di dollari di incasso mondiale a fronte di un budget di 110 milioni. Certo non un incasso stellare, ma sufficiente per fa sì che la Sony decidesse di dare a Johnny Blaze una seconda chance (e un budget di 75 milioni di dollari), anche se per il suo ritorno sulle scene molte cose verranno migliorate rispetto al primo capitolo.

In questo Ghost Rider: Spirit of Vengeance, ritroveremo Johnny nascosto da qualche parte nell'Europa dell'Est, dove cerca di controllare il proprio, letterale, demone interiore. Ma durante il suo viaggio incontra una ragazza di nome Nadya (Violante Placido) e suo figlio Danny (Fergus Riordan), il quale risulta essere il figlio del diavolo, interpretato da Ciaràn Hinds (che vedremo anche nel prossimo John Carter di Marte). Purtroppo il papino si sta decomponendo e ha bisogno di un nuovo corpo di cui prendere possesso e il figlioletto gli sembra l'opzione migliore. Toccherà a Blaze impedire che succeda.

Il sito Blastr ha colto l'occasione per parlare con le persone coinvolte nel film, scoprendo così i cinque validi motivi per riscoprire Ghost Rider.

Ghost Rider: Hulu cancella i piani per la serie. Ma forse lo aspetta l'universo Marvel

Ghost Rider vede sparire bruscamente la sua chance di rinascita online con una serie del tutto nuova, ma secondo...

Leo Lorusso, 27/09/2019

Marvel's Agents of SHIELD: forse arriva Ghost Rider

Gli Agenti dello SHIELD stanno per fare un incontro infuocato, ma stavolta non sarà il Johnny Blaze di...

Leo Lorusso, 5/07/2016

Ghost Rider: Spirit of Vengeance non è un sequel

Parola di Nicolas Cage e dei due registi.

Leo Lorusso, 22/08/2011