Nel 1955 Frederik Pohl scrisse un racconto intitolato Il tunnel sotto il mondo. Non siamo ancora a questo livello, ma qui in Italia ci stiamo arrivando. Francesi e inglesi devono correre a nascondersi con i 50 miseri chilometri del loro tunnel sotto la Manica: noi abbiamo un tunnel di ben 732 chilometri, che va da Ginevra al Gran Sasso attraversando mezza Italia (e, attenzione, perfettamente in linea retta). Usato per far viaggiare neutrini dalla Svizzera all'Italia, si dice, ma non ci crede nessuno visto che i neutrini non hanno bisogno di alcun tunnel; sarà stato costruito, pensiamo noi, per far viaggiare un'altra particella elementare, il "quattrino", dall'Italia alla Svizzera. Comunque finalmente l'Italia è in prima linea: il nostro Ministro della ricerca scientifica, dopo aver svelato l'esistenza del tunnel, ha anche tagliato corto con i soliti noiosi dubbi degli scienziati dando per definitivo il superamento della velocità della luce. Si dice che siano già stati stanziati fondi per lo sviluppo delle prime navi spaziali; per ottenere la copertura economica verrà aumentata l'iva di due punti ma solo sui libri di fantascienza.

Se non avete capito nulla di tutto ciò vi consigliamo di leggere innanzitutto questo, poi questo e magari infine questo.

Ok, abbiamo barato, su Fantascienza.com non abbiamo fatto ancora a tempo a parlare della vicenda, i nostri neutrini sono scarichi.

Uno dei temi di discussione più vivaci della settimana è partito da un articolo che fa il punto sulla tecnologia 3D e sulle sue poco brillanti prospettive:

Il tunnel sotto il mondo. Un viaggio nella sperimentazione fantascientifica italiana

I tòpoi del cinema e della televisione di fantascienza degli anni' 50, '60, '70 e oltre,...

Giuseppe Vatinno, 4/09/2022

Com'era il futuro, finalmente in italiano l'autobiografia di Frederik Pohl

Un libro (ebook e stampa) che racconta la vita di uno dei grandi protagonisti del genere, e che è...

S*, 13/04/2021

Frederik Pohl, 1919-2013. Se n'è andato "mister Fantascienza"

Una nuova bruttissima notizia in questo pessimo anno. Il grande Frederik Pohl se n'è andato ieri, all'età di 94 anni.

S*, 3/09/2013