Dopo dieci anni di Stargate SG-1 e uno di Stargate Atlantis si conclude, almeno per il momento, la lunga fase della vita di Amanda Tapping nei panni di Samantha Carter.

Era il 1997 quando l'attrice inglese - nata nel 1965 a Rochford, in Inghilterra, ma cresciuta in Canada - accettava la parte dello scienziato militare in Stargate SG-1, dopo un ruolo molto simile in un episodio della serie di Paul Haggis Due South (Due poliziotti a Chicago). Un ruolo certamente non scontato: pur essendo l'unica donna del cast, il personaggio della Carter riuscì a evitare tanto i caratteristici ruoli assistenziali (da dottoressa, per esempio) che spesso toccavano alle donne nei telefilm di fantascienza, sia di essere coinvolta continuamente in trame romantiche, che anzi la toccheranno abbastanza di rado. La Tapping è rimasta per dieci anni un punto di riferimento nella serie, e alla chiusura, avendo ancora un anno di contratto, è stata spostata alla serie spin-off Stargate Atlantis.

Nella galassia Pegasus il personaggio di Carter ha funzionato meno bene. Sarà stata la mancanza di sceneggiature che la coinvolgessero adeguatamente, sarà stato il personaggio poco adatto al ruolo di comando, sarà stata la diversa pettinatura... o più probabilmente il fatto che la partecipazione alla serie era vista fin dall'inizio come una cosa temporanea.

Stargate Atlantis: si prepara il primo film

E anche lo spin-off di SG-1 ottiene nuova vita in forma di film tv. Mettiamo un po' di ordine fra i vari...

Leo Lorusso, 25/05/2009

Atlantis, visita guidata

La nostra inviata a Vancouver ha incontrato il cast di Stargate: Atlantis, di cui in questi giorni esce in...

Angelica Tintori, 20/02/2009

Amanda Tapping non abbandona Stargate

Con Sanctuary sarà un periodo molto impegnativo per la versione bruna del colonnello Carter, che comunque...

Leo Lorusso, 8/10/2008