Delos Science Fiction 155 su carta!


Delos Science Fiction 155
pagine 80, b/n
copertina a colori plastificata
prezzo 6,50 euro
prezzo per i soci 5,85 euro
acquistalo subito
su Delos Store!

oppure

ABBONATI!
5 numeri
solo 26 euro


Dello stesso autore

  • Fallimento

Fallimento

Arturo Fabra nato a Napoli nel 1961, umbro di adozione vive e lavora a Gubbio, una volta incappato nella fantascienza non ha saputo più smettere (libri, film, telefilm, fumetti...) negli anni 80 è stato membro del circolo SciFi e Fanzine Uscita di Sicurezza nato a Perugia. Dal 2003 collabora con Il Corriere della Fantascienza con articoli, recensioni e interviste, è membro della Carboneria Letteraria (www.carbonerialetteraria.com) con la quale ha partecipato a numerosi progetti di antologie dove sono stati pubblicati suoi racconti, rappresenta un quarto dello scrittore multiplo Pelagio D'Afro (www.pelagiodafro.com) che ha pubblicato a sua volta diversi racconti e un romanzo dal titolo "I Ciccioni Esplosivi".

«Un vero disastro, e dovevi vedere che faccia il pro... — l'addetto alla sicurezza ingoiò l'ultima sillaba e finse di controllare il walkie talkie abbassando lo sguardo, anche il collega fece lo stesso per poi salutare e mezza voce il professor Riccardo Fustieri che stava rientrando nel complesso del CERN.

— Professore.

— Salve, continuate pure, sono uno scienziato, non uno sportivo, e so imparare davvero dai miei errori. — disse lui con un sorriso disarmante.

— Non volevo essere irrispettoso... — proseguì l'altro.

— Non si preoccupi, passo un attimo in laboratorio a prendere le ultime cose, domani riparto per l'Italia. — proseguì Fustieri.

— Faccia con calma, noi siamo qui.

Riccardo annuì con condiscendenza e si infilò nell'ascensore dove si concesse un sorriso sardonico ripensando alla domanda di qualche ora prima.

— Un commento a caldo? — Aveva lasciato vagare lo sguardo tra il microfono ridottissimo e gli occhi perfettamente truccati della giornalista per un attimo prima di rispondere.

— Gentile signorina, potrei di sicuro utilizzare paroloni di dodici e più sillabe oppure lanciarmi in sofisticate riflessioni su come tempo e spazio si autoregolino, magari tirando in ballo anche una qualche entità superiore non dimostrabile ma nemmeno eliminabile a priori... in realtà tutto quello che posso dire è: il mio esperimento è fallito. È ovvio che come ogni scienziato ora tornerò ad esaminare i miei calcoli e rivedere ogni passo per cercare di capire se esiste un errore rilevabile.

Era arrivato al suo studio, si sedette alla scrivania ed accese il computer, doveva solo far passare qualche ora prima di dare compimento al proprio piano.

 

 

Controllò l'ora: le 1.30 della notte del 6 dicembre, prese dalla scrivania il badge e si avviò lungo i corridoi.

Sapeva che la sua immagine in giro a quell'ora non avrebbe destato alcun sospetto, li aveva abituati alle sue scorribande notturne nei dieci mesi di preparazione per l'esperimento di dislocazione spaziotemporale, ovvero per la prova generale della Macchina del Tempo.

pagina 1 di 6 - continua
Autore: Arturo Fabra - Delos Science Fiction 146 - Data: 17 luglio 2012

Vota questo articolo

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Eccellente racconto, l'ho votato quale eccellente. Unico problema: il paradosso che impedisce la scomparsa del mese di Dicembre, a mio avviso, non può essere la mancanza della nascita del protagonista: egli sarebbe infatti sempre nato, ma sotto una denominazione diversa del vecchio calendario pre-gregoriano... tutto qui. Ma il racconto è eccellente. Baci. Walter

» postato da giovanni.digiovanno alle 12:44 del 16-10-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.