di S*

The Avengers

SUPEREROI, Marvel The Avengers, USA, 2012 - regia di Joss Whedon - scritto da Joss Whedon - con Robert Downey jr., Mark Ruffalo, Chris Evans, Jeremy Renner, Scarlett Johansson, Chris Hemsworth, Samuel L. Jackson, Cobie Smulders, Stellan SkarsgÄrd, Tom Hiddleston, Clark Gregg, Gwyneth Paltrow, Jenny Agutter - durata: 142 minuti - giudizio: buono

Il compito di Joss Whedon era molto difficile. Si partiva da personaggi introdotti in altri sei film, tutte produzioni Marvel ma dai toni abbastanza diversi, e rendere il tutto omogeneo tirandone fuori una storia che avesse un senso, in cui tutti i personaggi avessero ruoli adeguati senza far prevalere l'uno o l'altro.

Whedon è riuscito in questo intento, a nostro avviso, solo in parte. L'incontro-scontro tra il mitico Thor (Chris Helmsworth) e il sarcastico Iron Man (Robert Downey jr) trova il suo momento migliore quando i due evitano di parlare e passano alle vie di fatto; ancora più complessa l'interazione con gli altri dell'iconico Captain America (Chris Evans), che se nel film eponimo riusciva a prendersi abbastanza il giro da bilanciare la sua pesantissima immagine, qui è maledettamente serio e ciononostante non riusce a imporsi, come vorrebbe la mitologia, come leader carismatico del gruppo.

Alla fine, i personaggi che emergono sono i comprimari: Bruce Banner/Hulk, che nonostante i due film precedenti (con Eric Bana e Edward Norton) sembra finalmente trovare la sua misura nell'interpretazione di Mark Ruffalo. Il Falco (Jeremy Renner), che nella storia ha un ruolo particolare; e soprattutto la Vedova Nera — Scarlett Johansson — che a conti fatti sembra risultare la vera protagonista del film. E conoscendo i gusti di Whedon (da Buffy a Dollhouse) non era così difficile prevedere che il personaggio della ragazza guerriera sarebbe stato uno dei suoi preferiti.

Non si vede molto neppure di Nick Fury (Samuel L. Jackson) e il povero Colson (Clark Gregg) viene ridotto al ruolo di macchietta.

La storia è minimale, una traccia per sostenere quante più scazzottate possibile. Del resto, in un film con così tanti comprimari uno sviluppo dei personaggi è difficile, e forse il combattimento continuo era l'unica soluzione. 

Ogni film di supereroi si basa sullo schema "primo tempo sviluppo del personaggio, secondo tempo botte"; e The Avengers può essere considerato tutto un "secondo tempo", preceduto dai primi tempi Captain America, Thor, Iron Man e Iron Man 2, volendo tener fuori i due Hulk

Gli unici personaggi non sviscerati a dovere erano proprio Vedova Nera e Falco, e in qualche modo il nuovo Banner, che come detto hanno avuto quindi uno spazio più approfondito.

Grosso punto debole del film, a nostro avviso, è il cattivo. Questo genere di film è spesso misurato proprio dal carisma del cattivo, aspetto sul quale va riconosciuto che i prodotti della Distinta Concorrenza hanno sempre avuto una marcia in più rispetto ai Marvel (dal Lex Luthor di Gene Hackman ai Joker di Jack Nicholson e Heath Ledger). Con l'eccezione probabilmente di Magneto; ma ancora una volta, gli X-Men sono personaggi Marvel ma non lo sono i film.

Il Loki di Tom Hiddleston è un personaggio debole, privo di presenza scenica, fantoccio di poteri più forti che quesi non si vedono (se non nella breve scenetta post-titoli di coda). L'unico momento in cui davvero riesce a riscuotere l'interesse degli spettatori è quando urla in faccia a Hulk il suo orgoglio di divinità e di essere superiore; ciò che accade dopo è probabilmente una delle scene migliori del film, quindi evitiamo di spoilerarla.

Il suo esercito di orchetti cyborg spreca tonnellate di pallottole laser per far saltare in aria innocue automobili, ma l'unico pericolo che riesce a far correre ai supereroi assemblati è di prenderli per noia.

Alla fine tutto viene risolto nel modo più deludente possibile: la cosa che era assolutamente impossibile fare si rivela in realtà possibile e tutti i pezzi vanno magicamente a posto.

Rileggendo questa recensione ci rendiamo conto di essere stati molto critici. Intendiamoci: ci siamo molto, molto divertiti. Siamo usciti dal cinema tutto sommato con il nostro bel senso di esaltazione. Perché lo spettacolo c'è, i combattimenti sono ben fatti, le battute da antologia ci sono, a partire da "Hulk, spacca!" 

È solo che ripensandoci dopo, facendo un po' i conti, ciò che resta è pochino. Era possibile fare di più con una base del genere? Forse no. Come abbiamo detto, il compito di Joss Whedon era difficile. Ma insomma, crediamo ancora che Joss Whedon passerà alla storia per Firefly e Buffy e Toy Story, non per The Avengers.

Autore: S* - Data: 25 aprile 2012

Altre recensioni di The Avengers

  • The Avengers: recensione di Emanuele Manco su FantasyMagazine (voto: eccellente)

Notizie correlate

Recensioni di altri film di Joss Whedon

The Avengers: dai il tuo voto

Voti dei lettori

71 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

63 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Appena visto, sono d'accordo con Silvio, e ho provato un po' le stesse sensazioni. Del resto il mondo Marvel a ben guardare riserva qualche sorpresa, ma difficilmente poteva venire da questi Vendicatori. Rimango in attesa del Dr.Strange... ;-)

» postato da ammiraglio_naismith alle 01:19 del 27-04-2012

2 Appena visto (in 2D, ovviamente e grazie a Dio, tutte quelle battaglie in 3D non le vedo bene). Solitamente mi trovo decisamente d'accordo con S*, ma questa volta credo che la recensione sia sottotono. Certo, non è un capolavoro, ma rispetto a Thor, a Cpt. America, al secondo Iron Man, bhè, siamo su un piano decisamente superiore (e son tutti film che hanno preso 3 stelline). Sulla trama - e particolarmente sul Deus Ex Machina finale - c'è poco da commentare: avrei preferito un espediente più razionale e creativo, ma, a conti fatti, è quasi la norma nei fumetti Marvel. Che Loki sia un villain di scarsa efficacia è vero, ma io credo sia stata la scelta migliore. Un avversario troppo potente avrebbe gettato ombre sul reale protagonista del film, che è la squadra di vendicatori - che in un certo senso, infatti, percorre tutte le tappe caratteristiche dei romanzi di formazione classici: dalla spensieratezza dell'infanzia, al confronto/scontro con diverse difficoltà, fino alla conclusiva affermazione del gruppo come unità matura ed indipendente attraverso il lutto. Se, invece di Loki, si avesse avuto un forte e distruttivo avversario, non sono per nulla sicuro che la perfetta chimica tra i protagonisti avrebbe funzionato così bene. Quattro stelle piene, per me. E' da molto tempo che un film su un fumetto della Marvel non mi piaceva così. :D

» postato da Lord of Chaos alle 02:05 del 27-04-2012

3 «"Il compito di Joss Whedon era molto difficile. Si partiva da personaggi introdotti in altri sei film, tutte produzioni Marvel ma dai toni abbastanza diversi, e rendere il tutto omogeneo tirandone fuori una storia che avesse un senso, in cui tutti i personaggi avessero ruoli adeguati senza far prevalere l'uno o l'altro."(S*)» Sì, se il compito di Whedon fosse stato questo, senza aver visto il film posso scommettere che abbia fallito o che sia riuscito solo in parte, come tu affermi. Ma era questo il suo impossibile compito? Forse il compito sarebbe possibile in un team up di eroi più omogeneo, decisamente facile se viene a narrarsi la storia di una squadra speciale ad esempio, come un plotone di super soldati addestratissimo e in cui ognuno abbia un compito specifico e diverso da quello del compagno, oppure gli x-men, diversi l'un l'altro, ma totalmente coesi nell'essere differenti dai restanti 7 miliardi di esseri umani, o ancora, il compito sarebbe stato molto più facile nel narrare le vicende di personaggi piatti e monodimensionali come quelli dei team up degli anime/manga/serial giapponesi genere power rangers o super robottoni a pezzi che si incastrano, dove le qualità del singolo sono superfluo corollario alla narrazione dello spirito di squadra, esaltato come tema centrale. Tutto questo per dire che I Vendicatori, il più potente gruppo dell'universo Marvel, sono da sempre diversi ed eterogenei, sono anche diversi dalla JLA della DC Comics, dove spesso tutti gli altri sono solo lo sfondo per le imprese di Kal-El e Bruce Wayne, gli archetipi e veri padri di tutti gli altri supereroi. Quindi no, non mi aspetto di vedere un film dove sia dato a tutti lo stesso spazio e dove ognuno sia opportunamente approfondito; voglio il casino, la narrazione della storia e l'intrecciarsi di questa con le vicende di ogni personaggio, a differenti livelli di profondità ovviamente. E qui arriva il punto critico: se la storia è solo una scusa per "botte, botte e anocora botte", allora Joss ha perso una bella occasione, perché le differenti e a volte inconciliabili personalità degli Avengers ed il loro modo particolare di risolvere i problemi sono, a mio avviso, il motivo del loro successo. Ma in fine, se un credibile e critico appassionato di sci-fi come te (detto senza alcuna ironia) è uscito tutto sommato divertito ed esaltato dal cinema, allora credo che il film sia più che adatto per il mio gusto. :D

» postato da L01CYL8 alle 03:15 del 27-04-2012

4 Spoiler E' un film divertente, con qualche bella battuta, una storia in fin dei conti vista e rivista (perché sempre New York), con almeno una scena da culto: Sbattimento del cattivo da parte di Hulk come in un cartone dei Looney Tunes. Come cattivo effettivamente Loki risulta una figura minore. Ma probabilmente è stato concepito in questa maniera. E' Phil Coulson che gli dice la "verità": lui è destinato a perdere sempre. In alcuni momenti gli eroi sembrano più interessati ad affermare il proprio ego (compreso il boyscout Cap) piuttosto che lottare contro il cattivo. Lo scontro tra Thor e Iron Man è un esempio: in quel momento Loki Poteva andarsene senza tanti problemi mentre i due Alfa facevano a botte. Ovviamente aveva un buon motivo, solo che se ne accorgono troppo tardi. In alcuni punti ci sono delle assurdità, ma in un film del genere ci possono stare. Palomino.

» postato da Palomino alle 14:26 del 27-04-2012

5 A me è piaciuto, e tanto.

» postato da (Nnever 2000) alle 14:48 del 27-04-2012

6 «in quel momento Loki Poteva andarsene senza tanti problemi mentre i due Alfa facevano a botte. Ovviamente aveva un buon motivo, solo che se ne accorgono troppo tardi. In alcuni punti ci sono delle assurdità, ma in un film del genere ci possono stare.» Considera che il film durava 3 ore ed e' stato tagliato di ben 30 minuti. Puo' essere che molte delle assurdita' (inclusa quella che citi) scompaiano nella versione estesa. edit: abbiamo due recensioni, una su Fantascienza.com, decisamente sottotono, una su Fantasymagazine, all'opposto. Se le fondiamo insieme avremo un'idea abbastanza giusta di questo film. :-)

» postato da Fantasio alle 12:45 del 28-04-2012

7 ««in quel momento Loki Poteva andarsene senza tanti problemi mentre i due Alfa facevano a botte. Ovviamente aveva un buon motivo, solo che se ne accorgono troppo tardi. In alcuni punti ci sono delle assurdità, ma in un film del genere ci possono stare.» Considera che il film durava 3 ore ed e' stato tagliato di ben 30 minuti. Puo' essere che molte delle assurdita' (inclusa quella che citi) scompaiano nella versione estesa. edit: abbiamo due recensioni, una su Fantascienza.com, decisamente sottotono, una su Fantasymagazine, all'opposto. Se le fondiamo insieme avremo un'idea abbastanza giusta di questo film. :-)» Spoiler: Sparare da un aereo a Hulk dentro una portaerei volante è assurdo. Anche se ti fai quattro sghignazzate con il pilota che grida"soggetto arrabbiato" Fine spoiler

» postato da Palomino alle 13:58 del 28-04-2012

8 Non un granché questo film, anzi a dir la verità una vera ciofeca di film. Whedon fa quel che può, ma per me ha esaurito tutte le idee e, quando questo si verifica, invece di far danni con film insulsi come questo (vedi Chris Carter e l'ultimo X Files) sarebbe il caso che si ritirasse in pensione o pensasse al giardino di casa o a prendersi qualche anno sabbatico. In sostanza personaggi stereotipati senza mordente, impersonali, incapaci di far presa sul pubblico, solito cliché della supereroina alla Wedhon, la Vedova Nera, personaggio già insulso di suo nell'Universo Marvel e interpretato in modo pietoso dalla popputa attrice protagonista e nemici semplicemente inconsistenti e osceni. Un film di rara bruttezza, qualche scampolo di misero divertimento, un regista a corto di idee da un bel pezzo, l'ennesimo film sugli ennesimi supereroi, l'ennesimo modo di cannibalizzare la Fantascienza da quest'orda di vandali con i superpoteri senza arte né parte. Che schifezza. Fesso io che me lo sono visto.

» postato da Kobol77 alle 13:11 del 29-04-2012

9 «Non un granché questo film, anzi a dir la verità una vera ciofeca di film. Whedon fa quel che può, ma per me ha esaurito tutte le idee e, quando questo si verifica, invece di far danni con film insulsi come questo (vedi Chris Carter e l'ultimo X Files) sarebbe il caso che si ritirasse in pensione o pensasse al giardino di casa o a prendersi qualche anno sabbatico. In sostanza personaggi stereotipati senza mordente, impersonali, incapaci di far presa sul pubblico, solito cliché della supereroina alla Wedhon, la Vedova Nera, personaggio già insulso di suo nell'Universo Marvel e interpretato in modo pietoso dalla popputa attrice protagonista e nemici semplicemente inconsistenti e osceni. Un film di rara bruttezza, qualche scampolo di misero divertimento, un regista a corto di idee da un bel pezzo, l'ennesimo film sugli ennesimi supereroi, l'ennesimo modo di cannibalizzare la Fantascienza da quest'orda di vandali con i superpoteri senza arte né parte. Che schifezza. Fesso io che me lo sono visto.» Uuuuhhhhhh maronna santa che seriosone... Ma se vai a vedere the Avengers, cosa ti aspetti? Il Gattopardo? Ma santa pazienza, rilassati e goditi uno sparaspara senza pretese! Che senso ha andarci prevenuto per poi parlarne male? Boh... ;-)

» postato da ammiraglio_naismith alle 11:14 del 01-05-2012

10 ««Non un granché questo film, anzi a dir la verità una vera ciofeca di film. Whedon fa quel che può, ma per me ha esaurito tutte le idee e, quando questo si verifica, invece di far danni con film insulsi come questo (vedi Chris Carter e l'ultimo X Files) sarebbe il caso che si ritirasse in pensione o pensasse al giardino di casa o a prendersi qualche anno sabbatico. In sostanza personaggi stereotipati senza mordente, impersonali, incapaci di far presa sul pubblico, solito cliché della supereroina alla Wedhon, la Vedova Nera, personaggio già insulso di suo nell'Universo Marvel e interpretato in modo pietoso dalla popputa attrice protagonista e nemici semplicemente inconsistenti e osceni. Un film di rara bruttezza, qualche scampolo di misero divertimento, un regista a corto di idee da un bel pezzo, l'ennesimo film sugli ennesimi supereroi, l'ennesimo modo di cannibalizzare la Fantascienza da quest'orda di vandali con i superpoteri senza arte né parte. Che schifezza. Fesso io che me lo sono visto.» Uuuuhhhhhh maronna santa che seriosone... Ma se vai a vedere the Avengers, cosa ti aspetti? Il Gattopardo? Ma santa pazienza, rilassati e goditi uno sparaspara senza pretese! Che senso ha andarci prevenuto per poi parlarne male? Boh... ;-)» Pur schifando abbastanza il genere "supereroi", ci sono film a loro dedicati buoni e decenti, pochissimi in verità: i Batman di Nolan, Watchmen di Snyder e il primo Iron Man. Non è questione di essere seri o di farsi due risate. È questione di guardarsi un po' attorno, contare quanti di questi film a tema siano usciti negli ultimi 3 anni, quanti i film di fantascienza che parlino d'altro e trarre le debite considerazioni. Poi che questo sia un blockbuster mi pare abbastanza evidente e scontato, ma ci sono blockbuster divertenti e cacate come queste che nemmeno lo sono, col risultato che a vincere e monopolizzare i film di fantascienza in questi ultimi 5/6 anno sono per un buon 70% pellicole di uomini e donne in calzamaglia.

» postato da Kobol77 alle 18:56 del 01-05-2012

11 «««Non un granché questo film, anzi a dir la verità una vera ciofeca di film. Whedon fa quel che può, ma per me ha esaurito tutte le idee e, quando questo si verifica, invece di far danni con film insulsi come questo (vedi Chris Carter e l'ultimo X Files) sarebbe il caso che si ritirasse in pensione o pensasse al giardino di casa o a prendersi qualche anno sabbatico. In sostanza personaggi stereotipati senza mordente, impersonali, incapaci di far presa sul pubblico, solito cliché della supereroina alla Wedhon, la Vedova Nera, personaggio già insulso di suo nell'Universo Marvel e interpretato in modo pietoso dalla popputa attrice protagonista e nemici semplicemente inconsistenti e osceni. Un film di rara bruttezza, qualche scampolo di misero divertimento, un regista a corto di idee da un bel pezzo, l'ennesimo film sugli ennesimi supereroi, l'ennesimo modo di cannibalizzare la Fantascienza da quest'orda di vandali con i superpoteri senza arte né parte. Che schifezza. Fesso io che me lo sono visto.» Uuuuhhhhhh maronna santa che seriosone... Ma se vai a vedere the Avengers, cosa ti aspetti? Il Gattopardo? Ma santa pazienza, rilassati e goditi uno sparaspara senza pretese! Che senso ha andarci prevenuto per poi parlarne male? Boh... ;-)» Pur schifando abbastanza il genere "supereroi", ci sono film a loro dedicati buoni e decenti, pochissimi in verità: i Batman di Nolan, Watchmen di Snyder e il primo Iron Man. Non è questione di essere seri o di farsi due risate. È questione di guardarsi un po' attorno, contare quanti di questi film a tema siano usciti negli ultimi 3 anni, quanti i film di fantascienza che parlino d'altro e trarre le debite considerazioni. Poi che questo sia un blockbuster mi pare abbastanza evidente e scontato, ma ci sono blockbuster divertenti e cacate come queste che nemmeno lo sono, col risultato che a vincere e monopolizzare i film di fantascienza in questi ultimi 5/6 anno sono per un buon 70% pellicole di uomini e donne in calzamaglia.» Alla faccia della segata!! :lol: A mio parere però sei stato un pò troppo intransigente, son d'accordo con S*...film divertentissimo con difficoltà narrative intrinseche che magari non ne hanno lasciato esprimere tutto il potenziale, ma lungi dalla ciofeca Whedon è riuscito a spremere quello che poteva da quello che aveva. Ehm...io non definirei la Vedova Nera un personaggio insulso nei fumetti, anzi...devo dire che è un personaggio decisamente affascinante che ha conosciuto alti e bassi ma cui Whedon riesce per una volta a fare giustizia... Downey Junior bravo e giustamente valorizzato, buon Banner...Cap decisamente sottotono ma non mi dispiace.... ...e comunque sei andato a vedere un film sui supereroi Marvel, lo sapevi vero? :wink:

» postato da Zakalwe alle 19:38 del 01-05-2012

12 «col risultato che a vincere e monopolizzare i film di fantascienza in questi ultimi 5/6 anno sono per un buon 70% pellicole di uomini e donne in calzamaglia.» Questo genere di film sarebbe andato molto forte anche prima degli ultimi 5-6 anni, ma senza effetti speciali degni di questo nome, che solo una CGI ormai matura puo' offrire, il rischio di cadere nel ridicolo e' quasi certezza. Ricordo ancora quando a suo tempo usci' il primo Superman con Christopher Reeve: tutti a dire che "finalmente" erano riusciti a farlo volare in modo realistico, ma se mettiamo a confronto il volo di quel Superman e di questo Iron Man ci si rende conto che il vero salto di qualita' e' avvenuto da poco. Per questo oggi, e non prima, si fanno molti film di supereroi. In quanto a The Avengers, non e' migliore o peggiore rispetto agli altri che hai citato. Per certi versi e' migliore, per altri peggiore. Il punto e' che, a differenza degli altri, questo e' un film molto piu' "di genere" e ovviamente risulta indigesto a chi, come te, detesta appunto il "genere". Il segreto sta nel non detestare alcun "genere", ma mi rendo conto che non e' da tutti. :-)

» postato da Fantasio alle 21:17 del 01-05-2012

13 « Questo genere di film sarebbe andato molto forte anche prima degli ultimi 5-6 anni, ma senza effetti speciali degni di questo nome, che solo una CGI ormai matura puo' offrire, il rischio di cadere nel ridicolo e' quasi certezza. ... Per questo oggi, e non prima, si fanno molti film di supereroi.» Basti pensare alle serie televisive di SpiderMan e Batman degli anni sessanta: per aggirare l' ostacolo facevano del ridicolo un elemento pop della serie, snaturandone lo spirito e calcando la mano su aspetti secondari dei fumetti. Il massimo del realismo per anni era Lou Ferrigno tinto di verde, e quando e' arrivata sul piccolo schermo la serie televisiva dedicata a Flash quasi si gridava al miracolo. Effettivamente senza effetti speciali di buona qualita' a buon prezzo e' impossibile produrre film dedicati ai super eroi decenti. Cio' nonostante la fame di produzioni di questo tipo era tanta e tale che le case di produzione sono andate avanti a tentativi per anni, nonostante le molte perle realizzate lungo la strada. Ad imperitura memoria: http://www.imdb.com/title/tt0095368/ http://www.imdb.com/title/tt0103923/ (questo e' addirittura diretto da Albert Pyun) E da qualche parte ricordo un Thor con un costume che manco i gladiatori di fronte al Colosseo... :lol:

» postato da Davide Siccardi alle 23:06 del 01-05-2012

14 «E da qualche parte ricordo un Thor con un costume che manco i gladiatori di fronte al Colosseo... :lol:» Sempre questo: http://www.imdb.com/title/tt0095368/

» postato da Fantasio alle 23:19 del 01-05-2012

15 «Uuuuhhhhhh maronna santa che seriosone... Ma se vai a vedere the Avengers, cosa ti aspetti? Il Gattopardo? Ma santa pazienza, rilassati e goditi uno sparaspara senza pretese! Che senso ha andarci prevenuto per poi parlarne male? Boh... ;-)» Non sono mai stato d'accordo con la critica della critica della serie "spegni il cervello e non criticare", la critica è sempre giusta. Però, bisogna anche criticare cercando di mettersi nell'ottica di quello di cui si parla. Se a uno non piacciono i film di supereroi a priori non credo possa dissertare su The Avengers con cognizione di causa. È come se uno a cui non piace la fantascienza criticasse 2001 Odissea nello spazio dicendo che è irrealistico. S*

» postato da S* alle 09:44 del 02-05-2012

16 Ho visto definire la regia come scolastica. Eppure per la prima volta non so da quanto tempo vedo delle scene di azione chiare in cui si vede e non si intuisce cosa sta succedendo. Inoltre i passaggi di camera senza stacco da un combattimento all'altro li ho trovati belli a vedersi. Da amante dei super eroi questo film è il massimo, il cavaliere oscuro è una rivisitazione, un adattamento del personaggio al cinema adulto. Questo invece è un fumetto che si fa film. Forse per molti questo non è un merito, anzi è un punto di debolezza del film, per me invece è stato (a 40 anni suonati) una specie di tuffo al cuore che nessun film era riuscito a farmi provare- I personaggi inoltre per avendo alle loro spalle storie riarrangiate ad uso cinematografico che si discostano dal fumetto (thor più di tutti) nel momento in cui interagiscono in questo film sono incredibilmente in tema con i personaggi dei fumetti. Anche cap è assolutamente in tema frastornato ed inutile fino al combattimento. Anche le scene di azione più che negli altri film sono aderenti al fumetto, esempio capitan america e l'uso del suo scudo da semplice ornamento para proiettili nel suo film qui diventa la sua estensione, il suo super potere (vedere come lo utilizza nel salvataggio al teatro). Sono un marvel fan ed oggi (dopo quasi 13 anni che non leggo più fumetti) sono contento Grazie joss

» postato da ThickAsABrick alle 13:12 del 02-05-2012

17 «Ho visto definire la regia come scolastica. Eppure per la prima volta non so da quanto tempo vedo delle scene di azione chiare in cui si vede e non si intuisce cosa sta succedendo. Inoltre i passaggi di camera senza stacco da un combattimento all'altro li ho trovati belli a vedersi.» Terribilmente vero quanto scrivi sulle scene di azione chiare: io stesso avevo notato che ormai da molti anni non ci si capiva piu' nulla e qui, invece... chiaro che Whedon, venendo dalla TV e quindi da schermi piccoli deve essersi reso ben conto del problema. Anche la scelta del formato 1.85:1 e' sicuramente funzionale allo scopo. Ma da "rendersi conto" a "riuscirci" il passo e' lungo...

» postato da Fantasio alle 15:39 del 02-05-2012

18 In realtà è sempre la solita storia, il binomio DC comics-Marvel con i patiti della prima casata che schifano la seconda. Watchmen e Il cavaliere oscuro sono piaciuti molto anche a me, ma per arrivare in casa Marvel alla crepuscolarità di questi due film secondo me bisogna quantomeno aspettare: se qualcuno resuscitasse Norman Osborn e portasse sul grande schermo Secret Invasion e Dark Reign secondo me potrebbe essere l'occasione. Norman Osborn fatto per bene potrebbe essere un personaggio coi controfiocchi. Senza contare Dr.Strange. O il Punitore. O la scurissima caccia di Spiderman contro i suoi nemici più mortali, compreso un Kraven-zombie... O un Daredevil rivisitato secondo l'ultimissima stagione. Ce n'è, ce n'è... ;-) Credo già di meno a uno spin-off su Vedova Nera e Hawkeye, penso sarebbe bello vedere un Iron Man 3 o 4 con Pepper Potts che mette l'armatura come accade nei fumetti. E un film su Quicksilver e Scarlet? Scarlet che priva i mutanti di tutti i poteri e si mette col Dottor Destino? La scelta non manca... :-)

» postato da ammiraglio_naismith alle 21:56 del 02-05-2012

19 « se qualcuno resuscitasse Norman Osborn e portasse sul grande schermo Secret Invasion e Dark Reign secondo me potrebbe essere l'occasione. Norman Osborn fatto per bene potrebbe essere un personaggio coi controfiocchi. Senza contare Dr.Strange. O il Punitore. O la scurissima caccia di Spiderman contro i suoi nemici più mortali, compreso un Kraven-zombie... O un Daredevil rivisitato secondo l'ultimissima stagione. Ce n'è, ce n'è... » in questo caso non sono d'accordo...anche perchè Norman Osborn e Dark Reign sono state veramente pessime dal punto di vista generale, soprattutto nella caratterizzazione dei personaggi...magari si era partiti da un'ottima idea ma alla fine mandata un pò in vacca...

» postato da Zakalwe alle 21:42 del 04-05-2012

20 Sono andato prevenutissimo. Sono uscito dalla sala che avevo visto il miglior film marvel in assoluto. Non si prendono troppo sul serio, alcuni effetti speciali sono fantastici (leggi tuta di ironman), c'è anche un pò di "epica", e in più c'è Hulk. Non si può chiedere francamente di più, se vi riandate a leggere i fumetti originali dei Vendicatori erano molto ma molto peggio. In più l'ho visto in 2d, quattro stelle per me.

» postato da (Simone Caverni) alle 10:39 del 05-05-2012

21 Dimenticavo, nota di critica al sito: NON e dico NON si può dare lo stesso voto a questo e Cap.America. Proprio non si può.

» postato da (Simone Caverni) alle 10:41 del 05-05-2012

22 «Sono andato prevenutissimo. Sono uscito dalla sala che avevo visto il miglior film marvel in assoluto. Non si prendono troppo sul serio, alcuni effetti speciali sono fantastici (leggi tuta di ironman), c'è anche un pò di "epica", e in più c'è Hulk. Non si può chiedere francamente di più, se vi riandate a leggere i fumetti originali dei Vendicatori erano molto ma molto peggio. In più l'ho visto in 2d, quattro stelle per me.» I commenti al film sono per lo piu' entusiastici, spero di riuscire a vederlo quanto prima. Pero'... pero'... il commento sulle storie a fumetti dei Vendicatori... :nono: vogliamo parlare della saga di Scarlet "impazzita", della guerra Skrull Shi'ar, del tradimento di Calabrone, del mitico ciclo di storie con Cap al comando di Occhio di Falco, Scarlet e Visione, dell' altrettanto mitico ciclo post Heros Reborn di Busiek e Perez,per non parlare poi dei cicli di storie Ultimate? :wink:

» postato da Davide Siccardi alle 10:59 del 05-05-2012

23 «Dimenticavo, nota di critica al sito: NON e dico NON si può dare lo stesso voto a questo e Cap.America. Proprio non si può.» Verissimo, ma i due film sono stati recensiti da persone diverse, e le 3 stellette, stando nel mezzo, hanno un valore decisamente soggettivo - bisognerebbe sapere quale voto darebbe S* agli altri film Marvel, per fare un confronto corretto :D

» postato da Lord of Chaos alle 12:19 del 05-05-2012

24 «Dimenticavo, nota di critica al sito: NON e dico NON si può dare lo stesso voto a questo e Cap.America. Proprio non si può.» Be', Captain America l'ha recensito Spagnoli e questo io. Come potrai immaginare abbiamo ciascuno una testa diversa, e i voti li diamo in modo diverso. S*

» postato da S* alle 19:12 del 05-05-2012

25 A me è piaciuto di più capitan America nel suo piccolo. (perchè è un film "piccolo" della marvel). Però ha una struttura da film, una progressione. Non è un picchiaduro.

» postato da Darklight alle 02:19 del 06-05-2012

26 mah ke qs non fosse il progetto "personale" di wheedon credo che fosse chiaro sin dall'inizio. credo che il film, all'interno della produzione di whedon, vada visto come una semplice dichiarazione d'amore incondizionato di W ad un genere (il fumetto supereroistico marvel). ragion per cui se si esce dal cinema soddisfatti e divertiti dopo quasi 3 ore passate vuol dire ke il regista ha raggiunto il suo intento Il mestiere di W lo si vede tutto nel corso del film, dalla costruzione delle scene d'azione alle poke, ma ficcanti, scene introspettive impagabile il ritratto della vedova nera subito dopo essere sfuggita ad hulk, in una brevissima scena ne vediamo l'umanita, la paura, e subito dopo la decisione.... concordo con il recensore invece sulla figura del cattivo loky da un dio dell'inganno ci si sarebbe aspettati ke manipolasse tutti, compreso i suoi alleati per ottenere un qualke vantaggio (o ke ci provasse x poi essere fermato)...invece (sospetto x una scelta consapevole) loky è rimasto il cattivo un pò patetico già visto su thor...francamente spero ke ci sia un evoluzione....o ke il personaggio scompaia xkè "questo" loky ha detto tutto quello ke aveva da dire detto qs. non concordo con il recensore su una serie di aspetti, tuttavia immagino ke due teste non la penseranno mai allo stesso modo tuttavia un appunto lo faccio: il film ha preso 3 stellette, e quindi in teoria un voto tra il 6/7......probabilmente ci si poteva un pò di + sugli aspetti positivi e spiegarli meglio

» postato da belgarion alle 12:29 del 12-06-2012

27 Io ammetto che avendolo rivisto m'è piaciuto di più. C'è caso che non fossi in vena la prima volta. E' rapido, senza lentezze inutili e girato bene. Le bambinate rimangono, intese come momenti "gag" un pò evitabili, ma posson passare in secondo piano. Comunque bello, mi son ricreduto.

» postato da Darklight alle 02:03 del 13-06-2012

28 wowowowowowo appena finito di vederlo botte da orbi e HULK è il mio nuovo mito, unico neo, mancano le gnoccolone mi sono divertito

» postato da Jabbafar alle 22:48 del 07-09-2012

29 Rivisto ieri sera. Anche in versione domestica è un vero spasso.

» postato da Antha alle 12:58 del 10-09-2012

30 « Da amante dei super eroi questo film è il massimo, il cavaliere oscuro è una rivisitazione, un adattamento del personaggio al cinema adulto. Questo invece è un fumetto che si fa film. Forse per molti questo non è un merito, anzi è un punto di debolezza del film, per me invece è stato (a 40 anni suonati) una specie di tuffo al cuore che nessun film era riuscito a farmi provare- --- CUT --- Sono un marvel fan ed oggi (dopo quasi 13 anni che non leggo più fumetti) sono contento Grazie joss» Come non quotarti? Solo che io invece i fumetti Marvel li acquisto ancora oggi (ininterrottamente dal 1990). 8)

» postato da Franius alle 12:26 del 25-09-2012

31 Mi ha gasato talmente tanto da spingermi a rivederlo una seconda volta (cosa che non facevo da anni), poi mi è capitato di rivederlo durante un volo aereo e nonostante minischermo e cuffiette mi ha rigasato nuovamente. Più di cosi...

» postato da ryoma alle 17:43 del 25-09-2012

32 «Mi ha gasato talmente tanto da spingermi a rivederlo una seconda volta (cosa che non facevo da anni), poi mi è capitato di rivederlo durante un volo aereo e nonostante minischermo e cuffiette mi ha rigasato nuovamente. Più di cosi...» A me capita con quasi tutti i prodotti di Joss Whedon :P

» postato da Requiem Solitario alle 17:49 del 25-09-2012

33 Il problema di Whedon è l'effettiva incapacità di porre idee originali in tutte le cose prodotte da buffy in poi. Egli scopiazzando diverse serie giapponesi aveva fatto credere d'esser un gran regista...manco pensava che noi, poveri esseri imperfetti, avessimo mai visto Cowboy Be Bop o Gunslinger Girls. Non pretendevo molto da lui per cui ho trovato godibile il film e condivido l'opinione sul Banner e sulla Vedova. Devo ammettere, però, che non ho apprezzato molto il recitare di chi interpreta la vedova, il buon Ferretti di Boris avrebbe avuto una sana definizione per tale attrice, ma bisogna ammettere che Whedon detto "solo idee originali" ha spinto molto tale personaggio. Comunque, l'unica cosa importante è il guardare quest'opera senza pretendere trame o colpi di scena...non facciamoci del male e guardiamo le meravigliose esplosioni.

» postato da (Gianluca Colberteldo) alle 13:10 del 08-10-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.