Tre anni, 48 episodi.

Queste poche parole si racchiude tutto quello che noi Losties aspettavamo e temevamo, ovvero: quando finirà Lost?

Con un anticipo notevole rispetto alla data usuale in cui viene annunciato quale serie ha passato l'esame e quale invece morderà la polvere, è stata la stessa ABC nella persona di Stephen McPherson, insieme ai due autori Carlton Cuse e Damon Lindelof, a farci sapere il periodo in cui saluteremo per l'ultima volta i personaggi che da tre anni ci fanno vivere una storia originale e anticovenzionale (cioè, niente superpoteri e bombe a New York).

E' stata sicuramente una discussione lunga e difficile tra i due sceneggiatori/produttori esecutivi e la casa di produzione, ma alla fine i nostri autori si sono detti soddisfatti, perché a partire dalla quarta stagione andremo incontro a una novità.

Si, è vero, avremo in totale 6 stagioni, ma dalla quarta in poi ogni anno sarà scandito da 16 episodi, invece dei 22/24 usuali.

Questo farà sì che l'arco narrativo voluto dagli scrittori non si perda nei meandri di qualche inutile diluizione narrativa, magari a base di sottotrame senza scopo. Ora gli autori sanno esattamente quando e come risolvere, passo per passo, tutti i misteri dell'isola.

Ma, ancora più importante, lo scambio è stato vantaggioso per entrambe le parti: la ABC si è assicurata che i titolari della serie rimangano fino alla fine della stessa, e i due hanno avuto in cambio un contratto in esclusiva per sviluppare altri progetti sotto lo stemma della stessa emittente. Il che rassicura la ABC da fughe impreviste come quella di JJ Abrams verso la Paramount, e ai due sceneggiatori di non perdere il controllo della loro creazione.

Ma conferma anche un dato difficile da accettare: JJ Abrams non è fa più parte della squadra. Per fortuna gli altri due hanno dimostrato di poter proseguire senza problemi il lavoro iniziato tre anni fa.

Questa mossa è anche una novità assoluta per il mondo della televisione Usa, preceduta da un solo altro telefilm, ovvero le Desperate Housewives. In entrambi casi infatti, è stato annunciato ufficialmente l'anno di chiusura, un evento mai accaduto prima, ma che evita di trascinare una serie oltre quella che è la sua fine naturale, come nel caso di X-Files, esempio citato spesso dagli sceneggiatori di Lost.

A tutto ciò si aggiunge un altro dato teso a fare piazza pulita di rumors tanto maliziosi quanto del tutto falsi: anche all'alba della terza stagione Lost rimane la serie più vista nella sua fascia oraria e ha anche recuperato la fetta di pubblico inizialmente persa con lo spostamento alle 10 di sera.

Lost: una scena tagliata svela il segreto

Beh, insomma, più o meno.

Leo Lorusso, 25/07/2011

Lost: c'è vita dopo la sesta stagione?

Dalle dichiarazioni di Lindelof e Cuse, sembrerebbe che la ABC stia meditando se far proseguire ulteriormente la...

Leo Lorusso, 11/09/2009

Lost stagione 5: piovono spoiler

Visto che arrivano direttamente dal dinamico duo Cuse/Lindelof, ve lo ripetiamo: ci sono molti spoiler sulla...

Leo Lorusso, 4/12/2008