Per chi non lo avesse capito dal titolo e dal sottotitolo, ve lo ricordiamo: a seguire compariranno alcuni spoiler sulla prossima, mostruosamente attesa, stagione di Lost.

Siete pronti?

Bene, ecco cosa hanno raccontati i due titolari della serie, ovvero Damon Lindelof e Carlton Cuse, durante una conference call fatta con il sito di Sci Fi Channel in occasione del lancio della stagione 4 in versione blu ray, prevista, negli Usa, per il 9 dicembre (e chissà quando da noi).

Innanzitutto, dovete tenere bene a mente che i due amano molto scherzare sul loro lavoro, il che è in realtà un modo per dare indizi che restino incomprensibili.

Ci saranno delle rivelazioni riguardo al piede di marmo con quattro dita, visto sul finale della stagione due?

Cuse risponde "Certo, il piede prenderà vita nella zombie season!" che è un giochetto ricorrente nelle loro interviste, riguardo a ciò che succederà dopo la sesta stagione, quando comparirà per l'appunto la fittizia stagione degli zombie.

Ma conclude dicendo "tra la fine della stagione 5 e l'inizio della 6, il telefilm entrerà definitivamente nella modalità risposte e anche il piede di marmo ne farà parte."

La storia sta rapidamente arrivando al punto che gli aspetti fantascientifici/fantastici, non possono più rimanere in forma di sottotesto. Per voi è liberatorio o preferivate tenere il tono ambiguo della prima stagione?

La risposta di Lindelof è che si, per loro è liberatorio perché "il telefilm si evolve costantemente. Non possiamo più tornare al tono della prima stagione, perché i personaggi hanno vissuto troppe esperienze."

E prosegue facendo un paragone con il romanzo di Stephen King L'ombra dello scorpione (The Stand in originale), in cui si parte da una premessa scientifica al 99% per arrivare lentamente a una storia mistica con personaggi che fanno sogni profetici, per finire letteralmente con la mano di dio che arriva dal cielo e innesca un ordigno nucleare.

"La nostra è sempre stata la storia di un viaggio, ma solo perché stiamo abbracciando gli aspetti più fantastici dell'isola non significa che abbandoneremo il confronto scienza contro religione visto inizialmente."

Ci saranno ancora flashback e flashforward? Per Cuse la risposta è sì, ma "non ci limiteremo solo a quel modo di effettuare la transizione tra le storie. Lo faremo quando sarà appropriato." E aggiunge che ci sono ancora alcuni flashback davvero interessanti in arrivo.

E per quanto riguarda la storia tra Desmond e Penny, alla fine della quarta stagione è arrivata a una serena conclusione, vero? vero? vero? e Lindelof risponde "sbagliato, sbagliato, sbagliato!"

Per quanto riguarda il trio composto da Michael, Jin e Claire, qual'è il loro destino? per Lindelof "Micheal è definitivamente morto, mentre per Claire non è ancora giunta la parola fine. Riguardo Jin, certo lo rivedremo spesso nella stagione 5, ma bisogna vedere, tra tempo attuale, passato e futuro, quando lo rivedremo."

Per quanto riguarda l'enigmatico padre di Jack invece, è sicuro che lo rivedremo ancora nella stagione 5 e si, ci sarà un collegamento con la bara vuota della prima stagione.

E aggiunge Lindelof "che dire poi delle scarpe da tennis bianche che indossava nella stagione uno?"

Per concludere, riguardo alle preoccupazioni del fan sul fatto che il telefilm funzioni meglio quando il gruppo è unito e possa non avere lo stesso effetto con i personaggi divisi, Lindelof risponde "è vero che il gruppo funziona meglio quando è unito, ma la loro storia ha sempre fatto di tutto per dividerli. E poi, più la lontananza riempie i cuori di tristezza, più sarà dolce la riunione."

Ma non solo: "siamo anche consapevoli che se la stagione 5 fosse interamente basata sugli Oceanic Six che cercano di tornare sull'isola il pubblico ci strangolerebbe!"

Infine, eccovi il primo sneek peek della prossima stagione, che debutterà il 21 gennaio 2009 alle otto di sera. Sulla ABC naturalmente.

Stephen King si scusa per avere anticipato il coronavirus con L'ombra dello scorpione

Pandemie apocalittiche, presidenti demenziali e pericolosi, in passato per Stephen King erano solo scenari da...

Leo Lorusso, 8/05/2020

L'ombra dello scorpione al cinema: da unico capitolo a una intera saga

Le cose sono cambiate per l'adattamento cinematografico di uno dei romanzi di culto di King, ma per una...

Leo Lorusso, 25/11/2014

L'ombra dello scorpione, fedeltà assoluta al libro

Il mondo post-apocalittico creato da Stephen King è una romanzo di culto e da incubo, ben difficile da portare al...

Leo Lorusso, 17/09/2014