Non si è ancora spenta l'eco della cancellazione di Marvel's Iron Fist, ironia della sorte nel momento in cui stava prendendo quota, che Netflix nei giorni scorsi ha raddoppiato le pessime notizie.

Scopriamo così che anche Marvel's Luke Cage ha visto arrivare la temuta cancellazione, ovviamente come sempre con un cliffhanger ben particolare, che sembrava dare a intendere che il protagonista potesse diventare esattamente come i criminali che combatteva.

L'annuncio

La dichiarazione ufficiale congiunta Marvel/Netflix dice

Sfortunatamente Marvel's Luke Cage non tornerà per la terza stagione.

Tutti alla Marvel Television e Netflix sono grati della dedizione dimostrata dal cast e la troupe per portare in vita l'eroe di Harlem nelle due stagioni passate, e ai fan che hanno supportato la serie.

Ripetendo però quanto accaduto con Marvel's Iron Fist, nello stesso giorno in cui annunciava la cancellazione, su Twitter Netflix postava questa immagine, apparentemente dando a intendere che ci sia ancora un qualche tipo di futuro per il protettore di Harlem:

Sempre avanti.

Le reazioni

View this post on Instagram

🤜🏼❤️🤛🏿

A post shared by Finn J (@finnjones) on

Finn Jones, il protagonista di Marvel's Iron Fist ha postato su Instagram questa immagine molto evocativa, senza ulteriori commenti.

Cheo Hodari Coker, lo showrunner, ha scritto:

Molti ricordi, molte telefonate personali di ringraziamento da fare.

Voglio solo dire grazie alla Marvel, a Netflix, alla migliore stanza degli sceneggiatori, il cast, la troupe, l'album The midnight Hour (dai compositori della colonna sonora della serie), tutti coloro che hanno portato il loro talento sul palco del Paradise di Harlem e i più incredibili fan del mondo.

Sempre avanti…

Il dietro le quinte

Secondo Deadline Hollywood in realtà la situazione non era così idilliaca tra il comparto creativo e la coppia Marvel/Netflix. Lo showrunner e gli sceneggiatori avevano già presentato gli script della prima metà dei dieci episodi previsti per la stagione tre e malgrado fossero fortemente basati sugli input dati dalla Disney e Netflix, le major li avevamo rifiutati. Inoltre, gli sceneggiatori erano stati sospesi dal lavoro per una settimana a settembre mentre la Disney e Netflix cercavano un nuovo accordo per passare da tredici a dieci episodi, con conseguente richiesta di un cambio al comando della serie. Purtroppo le due società non hanno saputo trovare alcun accordo, il che ha portato alla cancellazione.

A livello economico, le serie erano comunque costose da realizzare malgrado gli incentivi fiscali del comune di New York, e Netflix si ritrovava a dover spendere troppo per serie che nemmeno possedeva, contro le sue produzioni in continuo aumento, per cui cancellare Luke Cage era praticamente un dato di fatto, sempre secondo Deadline Hollywood.

Mentre la stagione tre di Marvel's Daredevil è già disponibile, la terza di Marvel's Jessica Jones (con la showrunner Melissa Rosenberg già saltata in casa Warner) e la seconda Marvel's The Punisher in via di realizzazione, ora i fan online si chiedono se esista una possibilità che le due serie cancellate diventino l'ambita Eroi in vendita (Heroes for Hire), ovvero il fumetto nato nel 1978 in cui Iron Fist e Luke Cage lavorano insieme, o se questo sia solo l'inizio di una sparizione delle serie Marvel da Netflix per arrivare sul canale online della Disney previsto l'anno prossimo, ma Deadline ritiene che non esistano molte chance per queste due serie di ritornare in azione.

Voi che ne dite, sentirete la mancanza di Marvel's Luke Cage?