A ripensarci oggi, a cosa doveva essere l'ambiente culturale inglese con gente del calibro di Douglas Adams, Terry Pratchett e Neil Gaiman che si frequentava abitualmente come un normale gruppo di amici, tremano i polsi. E non può mancare un po' di malinconia, pensando che già due di queste tre grandi menti non sono più con noi.

Eppure, quando Neil Gaiman si mise a scrivere e pubblicò questo libro dedicato all'opera più famosa del suo amico Douglas Adams, La guida galattica per autostoppisti e relativi seguiti, per dirla francamente non era ancora nessuno. I primi Sandman sarebbero usciti solo l'anno dopo, il primo romanzo, Good Omens, scritto con Pratchett due anni dopo. Ma la mano già si vedeva, e infatti il libro ebbe grande successo, con diverse edizioni successive, fino alla quarta uscita nel 2003.

Ora esce finalmente in edizione italiana grazie a 001 Edizioni.

La guida galattica per autostoppisti diventerà una serie tv

Il capolavoro di Douglas Adams avrà una chance dopo il l'ultimo tentativo al cinema del 2005. Ora si passa a...

Leo Lorusso, 29/07/2019

Guida galattica per gli autostoppisti: in volume il ciclo completo

Torna in libreria la serie culto di Douglas Adams, che ha appassionato e continua ad appassionare milioni di lettori.

Pino Cottogni, 26/11/2012

Il Dottore perduto di Douglas Adams

In arrivo un romanzo basato sull'episodio mai completato della celebre serie BBC, scritto dall'autore della Guida...

Emanuele Manco, 5/04/2011