Mancano due settimane all’uscita dell'atteso reboot di Robocop (in Italia il 6 febbraio) e iniziano a piovere trailer, clip, video virali. Il film, affidato alla regia del brasiliano José Padilha (salito alla ribalta nel 2007 per l'adrenalinico Tropa de Elite), ha fatto parlare di sé sin da quando sono emerse le prime immagini dal set, che rivelavano un nuovo design per l'armatura del poliziotto di Detroit più famoso del mondo, ovvero Alex Murphy, per l'occasione interpretato dall'attore svedese Joel Kinnaman (visto per esempio nella serie The Killing). 

Attorno a lui MGM ha piazzato attori di primo piano come Gary Oldman, Michael Keaton, Abbie Cornish e Samuel L. Jackson. Il progetto è costato circa centoventi milioni di dollari e vede la luce al termine di travagliata vicenda iniziata nel lontano 2005, anno in cui per la prima volta fu annunciato il reboot. Allora fu scelto Darren Aronofsky per la regia, ma non se ne fece niente. 

Ora invece è tutto pronto per il ritorno di Robocop sul grande schermo, a oltre vent0anni dal terzo (e fallimentare) capitolo della serie. Ovviamente il reboot si dimentica dei sequel per riprendere l'originale del 1987, nella speranza di ripeterne lo straordinario successo. Proprio sul tema del rapporto con il primo film, nelle sue dichiarazioni Padilha ha messo spesso l'accento sul personaggio, spiegando di voler dare più spessore all'uomo Murphy. 

Se qualcuno fosse mai arrivato a temere un'opera d’introspezione psicologica, non se ne preoccupi più: a fugare ogni dubbio è arrivata una clip imbottita d'azione in cui – in un esercizio di poco più di un minuto – il nostro spazza via una decina di avversari senza tanti complimenti. 

Inoltre, poteva mai mancare una qualche forma di video virale? I produttori hanno pensato bene di approfittare del CES di Las Vegas, la fiera hi-tech conclusasi pochi giorni fa, per diffondere in rete un finto reportage dal CES del 2027, dove un giornalista intervista persone che hanno appena avuto occasione di assistere alla presentazione del progetto RC-2000 a cura della Omnicorp. Verrebbe un po' da chiedersi cosa faccia mai il braccio robotico armato della legge in una fiera di prodotti elettronici consumer, ma chissà, tante cose potrebbero cambiare da qui a dieci anni. Buona visione, in attesa del 6 febbraio.

Joel Kinnaman: ecco il mio RoboCop

Parla l'attore di origini svedesi, protagonista del film di José Padilha nelle vesti del cyber poliziotto.

Carmine Treanni, 23/02/2014

"E se un robot perde il controllo?"

Parlano José Padilha, Marc Abraham e Eric Newman, rispettivamente regista e produttori del nuovo RoboCop.

Carmine Treanni, 23/02/2014

Jose Padilha: I tempi sono cambiati, anche Robocop doveva cambiare

Il regista dietro il ritorno in auge di Robocop ha sempre avuto le idee chiare: il film originale aveva un...

Leo Lorusso, 14/02/2014