In questo 18 settembre, in cui bisognerebbe osservare un rispettoso silenzio ricordando McKenzie e la sua straziante richiesta d'aiuto, dobbiamo purtroppo registrare l'infuriare delle polemiche sull'ennesimo caso di sprechi governativi, amaro strascico della grande tragedia che ha colpito le nostre forze militari. Ebbene sì, stiamo parlando della Morte Nera. Anzi, delle Morti Nere: ben due, costate all'Impero un enorme patrimonio corrispondente a chissà quante leggi finanziarie, e distrutte senza troppa difficoltà dalle scarse e male organizzate forse dei Ribelli.

A soffiare sul fuoco arriva un rapporto di un ufficiale che spiega perché e percome la Morte Nera dal punto di vista militare/strategico è una follia assoluta: