La cosa sta per arrivare. Il prossimo 13 ottobre, infatti, debutterà ufficialmente in alcuni paesi europei la nuova versione cinematografica di uno dei classici del cinema di fantascienza, nonché una delle prime pellicole "moderne" che ha coniugato con intelligenza fantascienza, horror e thriller. Il 14 ottobre il film sarà poi nelle sale cinematografiche USA e di molti altri paesi, tra i quali, una volta tanto, anche l'Italia, che non dovrà aspettare i soliti mesi per vedere film che nel resto del mondo si vendono già in dvd (sarà perché aspettando troppo si rischia di incocciare nel solito cinepanettone?). Ad ogni modo l'attesa dei fan di tutto il mondo è alta, così produttore e distributore, rispettivamente Strike Entertainment e Universal Pictures, mandano in rete il primo trailer ufficiale, tutto velocità e adrenalina.

Il film (The Thing, il titolo in inglese) si svolge in una base di ricerca scientifica norvegese situata nell'Antartide: la paleontologa Kate Loyd e i suoi due assistenti vengono convocati d'urgenza per tentare di dare qualche risposta al ritrovamento di uno strano e gigantesco oggetto, rimasto sepolto nel ghiaccio. La Loyd dovrà vedersela con Sander Halvorson, il capo della base, che non vede di buon occhio la sua presenza. Insieme però riusciranno a riportare alla luce il cadavere di un essere vivente, che non solo si dimostrerà invece vivo e vegeto, ma presto inizierà a sfoderare le proprie qualità di mutaforma per eliminare via via i membri della base e iniziare a riprodursi. La missione scientifica diventerà pertanto una lotta per la sopravvivenza, dove nulla si può dare per scontato e anche chi fino a pochi istanti prima era tuo amico potrebbe rivelarsi uno spietato predatore alieno.

Parlare di questo film è un po' come riassumere la storia della fantascienza. All'inizio fu un racconto del grande John W. Campbell (Who goes there?), scrittore e fondatore della mitica rivista Astounding Science Fiction. Nel 1951 ebbe la sua prima trasposizione cinematografica firmata ufficialmente da Christian Nyby, ma girata dal primo all'ultimo fotogramma dal grande Howard Hawks. Il film fu un successo straordinario, per la grande tensione che riusciva a generare pur senza ricorrere a effetti speciali particolari; divenne subito un classico del genere e fece la fortuna dei molti che vi parteciparono, a cominciare dal compianto James Arness, che interpretava l'alieno. Nel 1982 si ebbe La cosa, seconda trasposizione firmata (e girata) questa volta da John Carpenter, un altro che ha sempre avuto grande dimestichezza con il genere. Carpenter modificò leggermente la storia (nel suo film gli americani rispondono a una richiesta di soccorso di scienziati norvegesi che avevano già rinvenuto l'alieno), e soprattutto impresse alla vicenda una decisa virata splatter, con effetti allo stato dell'arte per l'epoca e in qualche caso persino disturbanti. Carpenter riuscì però nell'impresa di staccarsi dall'originale firmando un ottimo film, grazie anche all'interpretazione di un Kurt Russell all'apice della forma.

Ora è il turno del giovane regista olandese Matthijs van Heijningen Jr., all'esordio su una grande produzione dopo aver diretto un paio di cortometraggi. Van Heijningen difetta di esperienza registica ma può contare sullo script di un certo Ronald D. Moore (Battlestar Galactica, Caprica). La sceneggiatura di Moore racconterà gli eventi che hanno preceduto quelli mostrati nella versione di Carpenter del 1982: una scelta oggettivamente coraggiosa, visto che coloro che videro quel film sanno già come andrà a finire agli sfortunati norvegesi. Nel cast Mary Elizabeth Winstead (Tru Calling, Grindhouse), Joel Edgerton (la seconda trilogia di Star Wars), Eric Christian Olsen (Tru Calling), Jonathan Walker (Stargate SG-1, Smallville, V), Adewale Akinnouye-Agbaje (Lost, G.I. Joe - La nascita dei Cobra). Non resta che vedere il trailer, piuttosto edulcorato anche se il film è R rated, cioé vietato ai minori. Ma non è detto che più avanti non esca un trailer più completo, per gli amanti dello splatter duro e puro.

Il giorno della Cosa!

Copritevi bene perché è il momento di fare una gira al polo sud: con il capolavoro di John Campbell La cosa...

S*, 25/02/2014

Santo cielo, è un marziano!: evoluzione de La Cosa

Dal film di Christian Nyby e Howard Hawks del 1951 a quello di John Carpenter del 1982, passando anche per altri...

Roberto Paura, 18/11/2011

Matthijs van Heijningen Jr: Il mostro è interno al gruppo ed è una replica perfetta dell'uomo

Parla il regista del prequel de La Cosa e non si può non pensare anche al bel racconto di John Campbell, il vero...

Redazione, 18/11/2011