Quando la Fox ha fatto sapere che a partire dal 28 gennaio (quando cioè la serie tornerà dalla pausa invernale) Fringe verrà spostata al venerdì, per i fan è suonata come una condanna a morte. Diciamocelo, nessuno sopravvive alla slot della morte. Ma di questo non sono affatto sicuri Jeff Pinkner e J.H. Wyman, i due produttori e menti creative dietro il telefilm creato da JJ Abrams. Dice Wyman: "Siamo eccitati, pensiamo sia un territorio inesplorato da conquistare".

Questo per un motivo fondamentale: "Noi pensiamo che i nostri fan siano leali e ci seguiranno. E la nostra occasione per confutare l'affermazione che il venerdì non sia una giornata opportuna. Siamo convinti che potremo ripetere l'effetto X-Files. Entrambi crediamo sia una grande opportunità".

Come spiegato tempo fa, l'unico caso documentato di successo per un telefilm al venerdi è stato il mitico X-Files, ma con una postilla importante: appena la serie ha visto decollare gli ascolti, era stata spostata alla domenica. Prosegue Pinkner: "Quando la Fox ci ha informato dello spostamento, è stato importante per noi sapere che il pubblico segue il nostro telefilm, ma non il tipo di pubblico stand-alone, bensì un pubblico che ci segue come un investimento nel tempo". Ed è a loro che si rivolgono dicendo "vogliamo dire loro che la storia, il lungo arco narrativo che abbiamo pianificato per i nostri personaggi, verrà raccontato".

Fringe: la stagione cinque è finalmente confermata

lo abbiamo anticipato venerdi, ora lo riportiamo in tutto il suo splendore: la Fox ha dimostrato fiducia malgrado...

Leo Lorusso, 30/04/2012

Fringe: per i due autori non è ancora finita

Ottimismo o insider trading televisivo? Che si tratti di ipotesi o di eventi che ancora non conosciamo, per il duo a...

Leo Lorusso, 27/02/2012

Fringe: la nuova timeline non è una presa in giro

Jeff Pinkner e J.H. Wyman, i due autori (o colpevoli, se preferite) della serie, spiegano il loro punto di vista su...

Leo Lorusso, 20/01/2012