È già da un po' di tempo che si sente parlare di Daybreakers, e quasi sempre in modo positivo. Questo perché nonostante il tema trattato, quello dei vampiri, l'ambientazione scelta per raccontare la storia, ma soprattutto il modo in cui viene raccontata, suscita curiosità. L'australiana Lionsgate, produttrice della pellicola, ha in questi giorni fatto uscire un nuovo poster ufficiale e messo in circolazione un nuovo trailer HD, oltre a una manciata di immagini, allo scopo di tenere viva l'attesa dei fan per l'uscita, prevista in Italia nel marzo 2010.

Daybreakers racconta la storia, terribile e malinconica, del mondo nel 2019, l'anno di Blade Runner, ma anche l'anno in cui l'intera umanità è stata contagiata da un misterioso morbo che ha trasformato quasi tutti in vampiri. Regalando alla nuova razza l'immortalità, ma costringendola a nutrirsi del sangue dei pochissimi umani "coltivati" in grandi fabbriche e ormai prossimi all'estinzione. Nei laboratori di tutto il mondo i vampiri corrono contro il tempo per trovare un sostituto del sangue umano. Il film segue le vicende di Edward, un giovane e brillante ricercatore per conto di una multinazionale che, nel tentativo di trovare un surrogato al sangue umano, crea invece un nuovo supervampiro che aggredisce chiunque. Ma contemporaneamente si imbatte in un gruppo segreto di vampiri che ha tentato con successo una strada completamente nuova.

Occorre dire che il nuovo poster non rende molta giustizia alle atmosfere del film, che sono in realtà il suo punto di forza. Atmosfere rarefatte e intrise di cupa malinconia, in cui gioca un effetto straniante vedere il mondo dei vampiri esattamente speculare al nostro, con la sua vita per le strade, il suo stile un po' retrò, i servizi televisivi, i marines che mantengono l'ordine. Tutto destinato a spegnersi all'alba, per ricominciare al tramonto successivo. Da questo punto di vista il paragone con il capolavoro di Ridley Scott è molto più calzante che non quello con gli altri film richiamati nella locandina. Merito naturalmente anche dei registi, i fratelli tedeschi Michael Spierig e Peter Spierig, alla loro terza pellicola e autori anche della sceneggiatura.

Di tutto rispetto il cast, soprattutto quello maschile. Si comincia con il bravo Ethan Hawke (Gattaca) nei panni del giovane Edward, si prosegue con l'eclettico Willem Dafoe (Spider-Man 2 e Spider-Man 3) "vampiro" ribelle, e il perché delle virgolette lo si scopre nel trailer. E si finisce con il veterano Sam Neill (la serie Jurassic Park, Event Horizon, L'uomo bicentenario) nei panni del cattivo, anche per lo standard dei vampiri, presidente di multinazionale. Sul versante femminile abbiamo le belle e brave Claudia Karvan (tre episodi di Farscape e Star Wars: Episodio 3) e Isabel Lucas (Transformers: La vendetta del caduto). A impreziosire il tutto la splendida colonna sonora dei Placebo, che con la loro cover di Running up that hill, storico pezzo portato al successo negli anni ottanta da Kate Bush, si calano perfettamente nell'atmosfera del film.

Daybreakers è stato girato nel 2007 ma la sua post-produzione è stata piuttosto travagliata. Sembra però che l'attesa non sia passata invano, come dimostra la buona accoglienza che il film ha ricevuto al Toronto Film Festival del 2009, in cui è stato presentato in anteprima. Non resta che lasciarvi alla visione del trailer, immaginando se un giorno fossimo tutti costretti a vivere solo di notte...

Blade Runner 2099, Ridley Scott prepara la serie tv sequel per Amazon Prime Video

Ridley Scott ritorna al comando di Blade Runner come produttore e regista di alcuni episodi Blade Runner...

Leo Lorusso, 14/02/2022

Blade Runner: Ridley Scott vuole una nuova saga

Il regista inglese sta vivendo una nuova giovinezza creativa e dopo aver annunciato la neo saga prequel e sequel di...

Leo Lorusso, 2/10/2015

Predestination ed Extraterrestrial, tra viaggi nel tempo e alieni

Due piccoli ma interessanti film che si fanno notare con i loro trailer.

Maurizio Del Santo, 18/08/2014