Il fiume della vita comincia con la morte del suo protagonista. E, dopo un intermezzo in un luogo misterioso, col suo risveglio nel Mondo del Fiume. Un pianeta gigantesco attraversato da un enorme, lunghissimo fiume, sulle cui sponde l'intera umanità, di ogni tempo, è stata risvegliata dopo la morte. Tutti gli esseri umani di tutte le epoche. Contemporaneamente.

Il ciclo che diede l'avvio alla carriera di uno dei più grandi autori della fantascienza, Philip Jose Farmer, continua per cinque romanzi più alcuni racconti. Tra i protagonisti della storia l'esploratore vittoriano Richard Burton, lo scrittore Mark Twain, il gerarca nazista Hermann Goering, ma anche un alieno e un tale Peter Jairus Frigate, le cui iniziali lo identificano con l'autore stesso.

Cos'è il fiume, chi ha resuscitato l'umanità e perché, e cosa c'è alle sorgenti del fiume? Sono le domande alle quali i protagonisti cercheranno di dare una risposta.

Un soggetto splendido per un film e soprattutto per una serie televisiva. Eppure il film per la tv, a basso budget e bassissima creatività, che ne trasse nel 2003 Kari Skogland non era neppure lontanamente degno del libro di Farmer.

Ora ci riprova SyFy, con una produzione che a partire dai nomi e dal trailer già disponibile in rete lascia decisamente ben sperare.

Al comando ci sono Stuart Gilliard (regista) e Robert Hewitt Wolfe, uno degli scrittori più creativi di Star Trek Deep Space Nine. Nel cast tanti volti noti agli appassionati di fantascienza: dal protagonista Tahmoh Penikett (Helo in Battlestar Galactica, Dollhouse) ad Alessandro Juliani (Gaeta in BSG), da Peter Wingfield (Stargate, Smallville, Highlander e altro) a Laura Vandervoort (Kara in Smallville).

La storia non sembra essere centrata su Burton, che però è presente (interpretato da Wingfield); troveremo anche Sam Clemens (Mark Deklin) e altri personaggi.

Si dovrebbe trattare di una miniserie (formula usata a volte da SyFy per testare soggetti che possono poi diventare vere e proprie serie) e dovrebbe andare in onda, su SyFy naturalmente, durante il 2010. Le riprese sono attualmente in corso in Canada. Ecco il trailer.

L'accento di Philip José Farmer

Lo strano caso del secondo nome apparentemente ispanico del creatori del Mondo del Fiume.

S*, 21/12/2021

Farmer e Brown, coppia d'assi in edicola

Un maggio fantascientifico in grande stile per Urania con Lord Tyger di Philip José Farmer e la...

Giampaolo Rai, 17/05/2013

Da Fanucci il ciclo del Fiume in tascabile

Dopo Dune e il Ciclo del Nuovo Sole una nuova grande saga di fantascienza torna in libreria a prezzi accessibili, la...

S*, 30/07/2012