Lucca Comics And Games

Persons Unknown (Pilot)

Sei personaggi, ognuno dei quali sembra rappresentare una categoria sociale, si svegliano in una città fantasma. Chi? Come? Perché? Le basi di mistero e ambiguità ci sono tutte, seppur con un certo déjà vu dal sapore un po’ insipido. Un embrione di telefilm il cui sviluppo dipende tutto dalle prossime puntate.
PILOTI, stagione 1, episodio 1, U.S.A., 2010 - regia di Michael Rymer - scritto da Christopher McQuarrie - con Daisy Betts - Janet
Jason Wiles - Joe
Chadwick Boseman - Seargent McNair
Tina Holmes - Moira
Alan Ruck - Charlie
Kate Lang Johnson - Tori
Sean O'Bryan - Blackham - giudizio: discreto

La chiusura di Lost ha lasciato, televisivamente parlando, un grande vuoto, e chi più chi meno, tutti i maggiori canali televisivi americani si affannano nel tentativo di colmarlo. Questo è il turno della NBC, che con Persons Unknown cerca di far rivivere i fasti della serie di mistero per eccellenza.  La trama è incentrata su un gruppo di persone che misteriosamente si ritrovano recluse all’interno di una stanza di albergo senza una spiegazione plausibile sull’accaduto.  All’interno della bibbia troveranno la chiave che permetterà di uscire dalla stanza, ma una volta fuori si rendono conto di trovarsi in una città fantasma.

Questa è la base sulla quale si sviluppa il progetto Persons Unknown, al cui timone troviamo Christopher McQuarrie, conosciuto per aver scritto il film Operazione Valchiria e sono coinvolti anche un altro paio di nomi abbastanza famosi nel mondo della science fiction, come Michael Rymer, conosciuto come produttore e regista di Battlestar Galactica e Flashforward e quel Jonathan Frakes che sinceramente non avrebbe bisogno di presentazioni, ma per chi non lo conoscesse basterà citare Star Trek Next Generation.

La scelta degli attori è abbastanza azzeccata.  Almeno per quanto abbiamo avuto occasione di vedere, sono tutti abbastanza in ruolo, anche se la formazione del cast si è basata su elementi di secondo piano del panorama televisivo americano senza dei veri nomi di spicco, ma sfruttando una serie di attori in qualche caso di lunga militanza nelle serie tv made in USA con ruoli da comprimari.

Sono previsti tredici episodi per Persons Unknown, ma come avviene sempre in questi casi, tutto dipenderà dalla risposta del pubblico.  L’idea di base non mi sembra molto originale.  Il primo parallelo che viene alla mente è quello con la mitica The Prisoner, per il villaggio popolato da strane figure e l’impossibilità di evasione al di fuori dei margini cittadini.  La presenza poi dell’occhio vigile e onnipresente della telecamera rimanda a film come Truman Show, e da quei pochi dati fornitici in questo pilot, si può supporre che si tratti di una specie di misterioso “grande fratello” con giochetto sanguinario incorporato. Molto bene è il senso di oppressione quasi claustrofobica sviluppato nel telefilm, come anche dignitose sono le interazioni tra i personaggi che sono messi lì quasi a rappresentare la più disparata varietà umana.  Molto meno bene il ritmo, molto lento, che ha impedito a questo pilot di gettare delle basi convincenti per l’interesse dello spettatore.

Infatti il mistero, in sé abbastanza intrigante, non è costellato da quegli elementi secondari che attraggono e catturano, a volte anche maggiormente, la curiosità dello spettatore.  Giusto negli ultimi cinque minuti, dopo la surreale cena cinese, si ha qualcosa di veramente tangibile per il quale forse vale la pena intrigarsi.  Quindi capire se questo telefilm ha gli attributi giusti per essere seguito dipende molto da come svilupperanno, nel corso della serie, il mistero e l’interazione tra i vari personaggi.  L’unica cosa certa è che le basi gettate con questo pilot non sono solidissime e che la ricerca del successore di Lost è ancora ben lungi dall’avere un nome e un cognome.

Autore: Angelo Rossi - Data: 17 giugno 2010

Recensioni di altri film di Michael Rymer

Recensioni di altri episodi di Michael Rymer

Persons Unknown (Pilot): dai il tuo voto

Voti dei lettori

26 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

19 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Dopo aver visto il secondo episodio, mi sembra che stia prendendo forma e diventando più interessante. Son curiosa.

» postato da Lapis alle 22:59 del 19-06-2010

2 ho visto questo pilot, non eccezionale, ma godibile... parlando di pilot farete una recensione per Rubicon? la serie partirà ad Agosto ma il pilot è gia stato trasmesso, forse un po lento, ma mi ricorda tanto I Tre Giorni del Condor, film che adoro...

» postato da ziopippi alle 17:46 del 21-06-2010

3 Anche qua un buon prodotto purtroppo interrotto... e mi dispiace molto perche era molto bello

» postato da NonnaZoe alle 17:22 del 08-11-2010

4 Io sono arrivato alla 1x11 e pur ammettendo che il plot narrativo non mi sembrava male, sono però ora esausto dai continui "richiami" a Lost. Siamo quasi ai livelli di plagio. L'irritazione peggiore me la causano i continui abbandoni narrativi: si comincia una trama e la si lascia morire senza un continuum. Ho anche l'impressione di vedere personaggi approssimativi, messi lì per caso, senza uno studio preordinato e programmato. Questa forsennata voglia di trovare un sostituto di Lost genera pessime copie malriuscite, e lo ripeto: è un peccato, perchè l'idea narrativa sembrava interessante, sviluppata però in maniera forzosa

» postato da Cursore alle 17:27 del 17-06-2011

5 a me ha stufato dopo pochi episodi. l'idea di base era interessante, ma l'esecuzione non lo era altrettanto.

» postato da jonny lexington alle 10:44 del 19-06-2011

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.