Lucca Comics And Games

Il prossimo Captain America? Un thriller politico

Kevin Feige, il boss della Marvel, da una prima indicazione su cosa aspettarsi dal prossimo Captain America: The Winter Soldier.

ingrandisci

Agenda piuttosto piena per il boss della Marvel Kevin Fiege in questo periodo. "Siamo nelle fasi finali di Iron Man 3 — spiega a Variety — e sono quei periodi della vita in cui un giorno non si distingue dall'altro." Tale stato rischia di prolungarsi almeno fino al 4 aprile del 2014, giorno in cui uscirà il nuovo Captain America: The Winter Soldier, che entra in produzione proprio in questi giorni. In mezzo c’è anche Thor: The Dark World (novembre). 

 

La sfida tuttavia non sta nella quantità, ma nella qualità. Marvel punta infatti a far sì che ogni capitolo sia nuovo e diverso dal precedente, in modo da prolungare il più possibile la striscia positiva lanciata da The Avengers nel 2012, il quale ha incassato oltre seicento milioni di dollari. La spinta al rinnovamento a quanto pare toccherà anche Captain America. Se però il cast non ha più segreti (Scarlett Johansson / Black Widow, Chris Evans / Captain America, Emily Van Camp / Sharon Carter, Sebastian Stan / Bucky Barnes e Winter Soldier, Frank Grillo / Crossbones, Anthony Mackie / Falcon), molto poco si sa della direzione che vorranno intraprendere i registi e fratelli Joe e Anthony Russo, pescati dalle serie tv.

 

Una prima indicazione arriva proprio da Feige, che — nel profetizzare lunga vita al genere dei supereroi — ha preso ad esempio proprio Captain America: "Se quella dei supereroi è una moda passeggera, potrebbe comunque esaurirsi fra trenta o quarant'anni, come avvenne per il Western, questo perché ogni film è una storia a sé. Il nostro primo Captain America era un film sulla Seconda Guerra Mondiale, mentre il prossimo sarà un thriller politico. Ogni episodio ha una consistenza e un tono del tutto autonomi, ed è ciò che li rende interessanti." 

 

La vicenda di Bucky Barnes implica in sé un qualche elemento politico nella trama, ma ci sarà da aspettarsi meno azione e più intrigo? Sarà interessante vedere come si evolverà il personaggio di conseguenza. E non c’è dubbio che nei prossimi mesi inizieranno a piovere notizie in merito.

Autore: Alessandro Murè - Data: 27 febbraio 2013 - Fonte: Variety; collider.com

Vota questo articolo

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 La presenza di Crossbone mi fa presagire l'arrivo di Sin, la figlia del Teschio Rosso...

» postato da Franius alle 09:25 del 27-02-2013

2 «La presenza di Crossbone mi fa presagire l'arrivo di Sin, la figlia del Teschio Rosso...» Non è detto, nei fumetti Crossbones è stato al servizio del padre per lungo tempo, magari è lui. Ricordo voci su Zemo e l'AIM. Vedremo.

» postato da yurika m. alle 16:19 del 27-02-2013

3 Visot che Hugo Weaving ha detto chenon vuole piu' fare il Teschio Rosso, se fossi alla Marvel premerei l'accelleratore a punterei direttametne su SIn. Anche perche' l'accelleratore lo hanno già schiacciato visto che si giocano subito la carta del Soldato d'Inverno...

» postato da Franius alle 10:33 del 28-02-2013

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.