Fuga dal futuro, fantascienza a teatro

A Roma dal 21 al 23 dicembre uno spettacolo di fantascienza in due episodi, nello stile della fantascienza anni cinquanta.

ingrandisci

"Science fiction double feature" recita un verso della canzone introduttiva del più famoso musical fantascientifico della storia, The Rocky Horror Show. Le "double feature" erano proposte dei cinema degli anni cinquanta e sessanta che permettevano con un solo biglietto di vedere due film. Spesso magari film di fantascienza di serie B.

È un po' a questo background, a una fantascienza che non si prende troppo sul serio pur affrontando, tra alieni occhi d'insetto e astronavi a forma di disco, temi tutt'altro che superficiali, che poggia Fuga dal futuro, spettacolo teatrale che andrà in scena per tre repliche dal 21 al 23 dicembre al teatro Elettra a Roma.

 

"Siamo tutti interessati al futuro perché è la che trascorreremo gli anni che ci restano da vivere! Ed è proprio nel futuro che verremo trasportati questa sera… per vivere due storie ai confini dell’impossibile!

Vedrete… come un laureato in Scienze della Comunicazione possa trovare un onesto lavoro solamente arruolandosi nell’Ente Bonifica Spaziale e viaggiando nello spazio verso l’ignoto!!

Vedrete… come l’invasione aliena arriverà sul nostro pianeta grazie ad un hamburger di McDonald’s cotto a puntino!!

Vedrete… come (non) risolvere i vostri problemi lavorativi e di coppia viaggiando nel tempo!!

Vedrete… una splendida fanciulla lottare in una sfida mortale contro… se stessa!

E rammentate: eventi futuri come questi influiranno su di voi… nel futuro!"

 

Questo il "claim" pubblicitario dello spettacolo, che i creatori descrivono così:

 

"Fuga dal futuro… ovvero due folli avventure di fantascienza… due sguardi ad un domani fin troppo simile al nostro presente! La fantascienza come grande metafora della nostra società: la difficoltà di trovare un’occupazione, la disgregazione dei rapporti di coppia, la difficoltà per una donna nello scegliere tra il lavoro e l’amore… e naturalmente mostri alieni, raggi laser, paradossi temporali e astronavi spaziali."

 

Lo spettacolo è scritto e interpretato da Aldo E. Castellani con Melania Fiore. La trama: 

Nel primo episodio scopriremo la triste storia di un giovane laureato in Scienze della Comunicazione, che dopo dieci anni di paradossali colloqui di lavoro, precariato e delusioni, decide di dare una svolta alla sua vita… rivolgendosi all’unica istituzione che promette un lavoro “sicuro”: l’Ente Bonifica Spaziale.

Siamo infatti nel 2113 e l’Ente si occupa di trovare nuovi pianeti dove trasferire la razza umana. Ma il viaggio nello spazio si rivelerà drammatico, quando il nostro antieroe si ritroverà prigioniero di un pianeta misterioso, dove ogni suo desiderio sembra materializzarsi all’istante.

Riuscirà a tornare sulla Terra e salvare il mondo da un’invasione aliena? E, soprattutto, riuscirà a conquistare un contratto a tempo indeterminato?

 

Nel secondo episodio, una giovane ragazza si ritrova davanti alla “grande scelta della vita” tra amore e lavoro: cosa fare?  Andare in America e proseguire i suoi studi in quantistica temporale… o rimanere in Italia accanto al ragazzo dei sogni e convolare a giuste nozze?

La nostra protagonista compie la sua scelta… e, come capita sempre, sbaglia.

La sua vita sembra ormai essere irrimediabilmente rovinata, il senso di colpa per aver preso la decisione sbagliata la divora… se solo potesse tornare indietro!

Beh… ma questo si può fare…  dato che lei ha inventato… la macchina del tempo!

Tutto risolto, dunque? Non proprio… E se anche l’altra scelta fosse stata sbagliata?

E se anche chi avesse preso la strada opposta… costruisse una macchina del tempo e tornasse indietro per cambiare la storia?

 

Fuga dal Futuro, Teatro Elettra, via Capo d’Africa 32, Roma, venerdì 21, sabato 22 dicembre 2012  ore 21:00.  domenica 23 dicembre, ore 18.00, ingresso: 13,00 euro. Per info e prenotazioni (consigliata): 339.4951776. Altre informazioni su www.fugadalfuturo.blogspot.com

 

Autore: S* - Data: 30 novembre 2012

Vota questo articolo

Voti dei lettori

ancora nessun voto

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

Questo articolo non è stato ancora commentato. Vuoi essere il primo?

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.