Lucca Comics And Games

Un cronovirus minaccia il mondo

Edizioni della Vigna pubblica Kronos di Claudio Chillemi, giallo ambientato nel futuro tra vecchi metodi investigativi, macchine del tempo e un virus molto particolare.

Da Edizioni della Vigna arriva il romanzo Kronos, scritto da Claudio Chillemi. L’autore è conosciuto nel campo della narrativa di fantascienza perché è tra i creatori della rivista Fondazione, che per ben due volte si è aggiudicata il Premio Italia, inoltre nella sua attività di scrittore è da segnalare il romanzo Federico piccolo grande re (Fonti di Lettura 2, L'Almanacco Editore — 2004).

 

Kronos è un giallo che si svolge in un futuro non lontano, ove una grande e potente multinazionale ha nelle mani le sorti del pianeta. In questo contesto, la famiglia dell'ingegnere Steve Kronenberg, impiegato presso la multinazionale, viene sterminata. Le indagini dovranno tenere presente molti fattori, non ultimo il possibile scatenarsi di un virus che potrebbe distruggere le memorie di milioni di computer. O forse gli assassini erano interessati all'altro progetto sui cui era impegnato Kronenberg, ovvero lo sviluppo di una macchina del tempo?

 

L’autore. Claudio Chillemi è nato a Catania nel 1964. Al suo attivo vari racconti, romanzi e opere teatrali per l’infanzia. Ha collaborato con la rivista amatoriale Zap ed è stato lo sceneggiatore di vari fumetti. A metà degli anni Novanta inizia a scrivere per il teatro con opere indirizzate a un pubblico adolescente. Regista e autore di numerosi lavori, vince per due volte il Concorso Nazionale Teatro e Natura e nel 2000 il premio per il teatro scolastico Arte Per La Pace. Il suo racconto L’ultima visita vince il premio Giovannino Guareschi. Nel 2009 vince il Premio Italia con il racconto Guardia Medica, già apparso su Fondazione SF Magazine n. 14. La sua attività nell’ambito del genere fantastico e di fantascienza non conosce soste, con moltissimi contributi come fan writer di Star Trek e saggista della popolare serie televisiva.

 

La quarta di copertina. Una casa, tranquilla nella notte. Una camera matrimoniale. La stanza dove dormono due bambini. E i passi di un assassino, che pongono fine alla vita della famiglia di Steve Kronenberg, ingegnere della Kronos, grande multinazionale tanto potente da stringere in pugno le sorti del pianeta.

Troppe cose non tornano... gli strani vuoti di memoria di Kronenberg, che pure non soffre di amnesia, un’amante che irrompe nella sua vita affermando di incontrarsi con lui da mesi, un misterioso cronovirus che minaccia di distruggere tutti gli otto miliardi di computer basati sui sistemi operativi della multinazionale.

Ci sarà qualche relazione con le ricerche di Steve, che si sta occupando del progetto di macchina del tempo sottratto a uno scienziato scomparso in circostanze poco chiare?

Né Steve né il tenente di polizia Ted Torres sono convinti delle apparenze; danno così inizio alle rispettive indagini che condurranno, attraverso sviluppi inaspettati, al sorprendente finale.

 

Il romanzo è disponibile anche in formato PDF ottimizzato per i lettori di ebook con schermo da 6" (ma perfettamente leggibile anche su PC) al costo di 4,50 euro. Spedizione per posta elettronica.

 

Claudio Chillemi, Kronos (2009)

Edizioni Della Vigna, collana Fermenti 3, pagg. 284, euro 14,00

Autore: Pino Cottogni - Data: 5 gennaio 2010

Risorse in rete

Vota questo articolo

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Confesso che ho iniziato a leggere questo libro con un po' di scetticismo, ma già alla fine del terzo capitolo mi ero ricreduto. Una storia che non ti lascia un attimo di respiro, che, capitolo dopo capitolo, si lascia leggere alla velocità della luce, ricca di mistero e di humor, con un finale assolutamente imprevedibile e con personaggi che ti restanano in mente anche dopo molto tempo. Complimenti a Chillemi, un bellissimo romanzo.

» postato da (Klaatus ) alle 09:13 del 05-01-2010

2 Concordo con Klaatus. Ho reperito il libro in modo roccambolesco regalatomi da un amico dell'autore, e, francamente, ero piuttosto scettica. Ma il libro mi ha preso, sono rimasta un po' stravolta dal cruento caitolo iniziale, e poi, piano piano, mi sono fatta prendere dai personaggi. Soprattutto Ted Torres improbabile detective che sembra il tenente Colombo del 21 secolo (quasi ventiduesimo) un personaggio riuscitissimo. La trama, poi, ti strega per l'assoluta mancanza di certezze. L'unico difetto del libro è forse lo stile troppo ricercato per un libro di fantascienza, forse c'è troppo "poesia", ma d'altro canto chi ha detto che la fantascienza debba essere anche arida? Ho visto che Chillemi ha scritto un altro romanzo, mi piacerebbe sapere se è reperibile, qualcuno ne sa qualcosa? Un saluto, Maria.

» postato da (Maria ) alle 09:37 del 05-01-2010

3 Io non ero per niente scettico alla lettura del libro, conosco Claudio Chillemi come autore di romanzi amatoriali di Star Trek da diversi anni; ho letto numerosi suoi racconti e, devo dire, che l'ho sempre trovato piacevolessimo. Kronos l'ho letto in prestito da un mio amico che l'ha ricevuto in regalo dall'autore, cosa dire? Bello, molto intrigante, e diverso. Da un po' di tempo a questa parte la fantascienza italiana è sempre la stessa solfa, si parla di pseudo stile cyberounk e si disegnano sempre gli stessi mondi alienati, intossicati, ibridati...Kronos è diverso, c'è azione, umorismo, mistero;in Kronos non ci sono eroi "belli e maledetti" o "sporchi e cinici", anzi, forse, non ci sono proprio eroi L'unica cosa è che forse è scritto "troppo bene", troppo in stile, in alcuni momenti ci sonoo "troppe note" (come disse l'imperatore Giuseppe II a Mozart nel film Amedeus), forse un paio di righe in meno a pagine non sarebbero guastate. Comunque il romanzo è bello, veramente bello. In risposta a Maria, Trovare Federico Piccolo Grande Re (romanzo su Federico II bambino con venature Fantasy) è impossibile, ho cercato di reperirlo anch'io dall'editore che non mi ha risposto.

» postato da (drsporck ) alle 11:10 del 05-01-2010

4 romanzo con la giusta miscela di generi: mystery,detective story e classico sci-fi. mi trovo d'accordo con il commento di "drspork" che ci sono dei bei personaggi principali ma che non si possono definire "eroi" nel senso stretto del termine. si legge con facilita' e con gusto. complimenti a chillemi. al prossimo romanzo.

» postato da (VINCE ) alle 13:38 del 05-01-2010

5 Sono appassionato di Star Trek e frequento poco "l'altra" fantascienza; ma devo dire che il romanzo di Claudio Chillemi (che conosco per i suoi eccellenti scritti di Star Trek pubblicati su webtrekitalia.com) mi ha colpito ed intrigato molto. L'idea della multinazionale onniscente è strepitosa, come la figura del "cattivo" che poi vero "cattivo" non è...Ecco, questa è la caratteristica migliore del romanzo, dove nessun personaggio è veramente buono o cattivo e dove ogni cosa risulta poi diversa di come appare. Ottima anche l'idea del cronovirus informatico e della telecronia (una sorta di macchina che permette di comunicare attraverso il tempo, idea che Claudio Chillemi riprende direttamente da un suo fumetto uscito ormai quasi venti anni fa, lo cito perché da appassionato di fumetti sono orgoglioso di averne una copia). Un romanzo molto affascinante, se ci devo trovare un difetto è che...Finisce troppo presto, lo avrei fatto continuare e forse spiegare qualcosa in più, allora speriamo in un seguito...

» postato da (Mosk ) alle 18:35 del 05-01-2010

6 s*, dai un controllo agli ip... :shock:

» postato da tzenobrite alle 18:40 del 05-01-2010

7 «s*, dai un controllo agli ip... :shock:» Già fatto, tutti diversi. :lol: S*

» postato da S* alle 18:47 del 05-01-2010

8 ««s*, dai un controllo agli ip... :shock:» Già fatto, tutti diversi. :lol: S*» mah, pure a te suona strano? si vede che ha un ufficio grande, o un ip dinamico :lol:

» postato da tzenobrite alle 19:45 del 05-01-2010

9 ottimo lavoro davvero. Senza inventare nulla di nuovo chillemi riesce a mettere su una storia intrigante. Solo il finale poteva essere più approfondito. Altro difetto, pochi personaggi femminili. Comunque una bella storia.

» postato da (adri ) alle 22:15 del 05-01-2010

10 «mah, pure a te suona strano? si vede che ha un ufficio grande, o un ip dinamico :lol:» Be', quando pubblichiamo news su, che so, l'ultimo romanzo di Valerio Evangelisti, o di Neil Gaiman, o di Stephen King, tutti questi commenti positivi da nomi mai visti tra i commentatori abituali non arrivano, quindi è normale pensare a un'anomalia e verificare. Comunque, almeno un paio dovrebbero essere veri, ho verificato l'effettiva esistenza di persone con quel nome. Gli altri non hanno nomi intelleggibili neanche nell'email, quindi è impossibile dirlo. Nulla di strano comunque che amici, conoscenti o semplici lettori si sentano più motivati a commentare positivamente Chillemi che non l'autore famoso di turno. S*

» postato da S* alle 22:44 del 05-01-2010

11 Spero che "tzenormale" abbia letto il romanzo e possa commentarlo, se desidera, piuttosto che crogiolarsi, per dirla in maniera gentile, a cercare gli ip. Ma evidentemente la paranoia ha ristretto gli orizzonti. Quanto al romanzo di Chillemi lo trovo molto gradevole e non sfigura affatto nel panorama della sf italiana. Bravo Claudio.

» postato da Doc Moebius alle 12:55 del 06-01-2010

12 Ho letto con stupore le critiche apparse in calce ai commenti del libro di Claudio Chillemi, come dice "doc moebius", velate da una "leggera" forma di paranoia. Sono molti i motivi del mio stupore, in primo luogo il fatto che un forum ha per sua natura la possibilità di essere aperto; quando una persona si stupisce che a commentare un articolo non siano "nomi conosciuti", significa che cade nel provincialismo. Io non conoscevo fantascienza.com, mi ci ha indirizzato un amico che conosce Claudio Chillemi, in quanto entrambi avevamo letto Kronos; come me, presumo, che altre persone che conoscono Chillemi e non il sito, abbiamo trovato occasione di apprendere dell'esistenza di fantascienza.com, ma sono state trattate con diffidenza e malizia quando hanno deciso di lasciare un commento (addirittura positivo), cosa dire? Mah fate voi !!! Altro appunto, questa volta ironico, lo farei alla considerazioni di "S", in merito alla mancanza di presenza di commenti positivi da parte di sconosciuti (o amici) a seguito delle pubblicazioni di Neil Gaiman, o di Stephen King; infatti mi sembra decisamente più credibile la situazione che veda coinvolti in questo forum, amici e/o conoscenti di Claudio Chillemi, anzicchè amici e/o conoscenti dei sopracitati MOSTRI SACRI. ... lunga vita e prosperità ... Mosk (Antonio Moschetto, giusto per non nascondersi dietro a pseudonimi).

» postato da Mosk alle 14:37 del 06-01-2010

13 Kronos era un romanzo che l'ottimo Claudio Chillemi aveva nel cassetto da tempo, anzi, alcuni anni fa me ne spedì una primissima versione in anteprima. Il libro che ho letto lo scorso mese (graditissimo regalo di Natale) differisce di poco, ma l'autore è riuscito a migliorare il suo lavoro rendendolo maggiormente scorrevole e accattivante. Mi ricordavo di un finale diverso - o magari è l'età che inesorabilmente avanza - e l'epilogo del romanzo mi ha un po' spiazzato, ma non penso sia necessariamente una controindicazione. Detto ciò vorrei solo aggiungere alla discussione che, sebbene non conosco le persone dietro ai nickname, per esperienza con i racconti che abbiamo pubblicato su WebTrek Italia, il nome di Claudio Chillemi è sempre stato un "best seller" di download e critiche positive. Concludo augurando ai partecipanti del forum un sereno e fantascientifico 2010. Lunga vita e prosperità Giancarlo Manfredi

» postato da Giancarlo Manfredi alle 23:53 del 06-01-2010

14 «Altro appunto, questa volta ironico, lo farei alla considerazioni di "S", in merito alla mancanza di presenza di commenti positivi da parte di sconosciuti (o amici) a seguito delle pubblicazioni di Neil Gaiman, o di Stephen King» Che poi se leggi bene è quello che ho detto io. Comunque, non starei a portare avanti questa polemica che francamente non ha senso. Un utente ha notato una situazione strana e abbiamo verificato che strana non è. Finish. A questo punto si può decidere se inventarsi una campagna contro Fantascienza.com che maltratta i fan di Claudio Chillemi, oppure parlare del libro. Mi sembra che la seconda opzione sia decisamente più meritevole, ok? A Tzeno: la prossima volta che ti viene in mente di fare commenti di questo tipo, per favore, falli in privato altrimenti li cencello. S*

» postato da S* alle 08:55 del 07-01-2010

15 Non sono appassionato di fantascienza, ma il libro di Chillemi è un "fantagiallo", ed è per questo motivo che sono stato invogliato a leggerlo e dopo che l'ho iniziato sono stato spinto dalla curiosità della fine. Un dieci e lode all'autore, già richieste tre copie del libro all'editore per regalarli ai miei amici, chiedo all'autore se fosse possibile autografarli, grazie.

» postato da tein alle 16:58 del 07-01-2010

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.