E' morto Charlton Heston, leggenda della fantascienza

Il celebre attore si è spento nella sua villa di Beverly Hills all'età di 84 anni, assistito fino all'ultimo dalla moglie Lydia

La scena del bacio tratta da Il pianeta delle scimmie

Il celebre attore Charlton Heston, forse l'ultima leggenda di Hollywood, è morto dopo una lunga lotta contro il morbo dell'Alzheimer.

Nato il 4 ottobre 1924 come John Charlton Carter (Heston era il cognome del patrigno) a Evanston, Illinois, l'attore statunitense ha recitato in più di 100 film e ne ha diretti altri 3, nel corso di una carriera durata oltre sessanta anni, spaziando del genere biblico ai film storici, dalla fantascienza al genere catastrofico, dai peplum ai ruoli drammatici.

Heston ha interpretato diversi personaggi memorabili, molti dei quali realmente vissuti, tra cui Michelangelo, Tommaso Moro, Richelieu, Marco Antonio e il Cid Campeador, oltre al Mosé del film I dieci comandamenti, ma il personaggio che lo ha consacrato alla fama è Giuda Ben Hur, protagonista de kolossal Ben Hur, interpretazione che valse all'attore il premio Oscar del 1959 come miglior attore protagonista, anche se lo stesso Heston dichiarò: "So che tutti mi identificano con Ben Hur, ma non è certo questo il ruolo per cui vorrei passare alla storia".


"Maledetti! L'avete distrutta! Maledetti tutti!"
Perlomeno gli appassionati di fantascienza lo hanno ascoltato, preferiscono infatti ricordarlo per il contributo che ha dato ad alcuni film cardine del genere degli anni Settanta: nella parte di Robert Neville in 1975 Occhi bianchi sul pianeta Terra (The omega man, 1971, tratto da Io sono leggenda), di Robert Thorn in 2022 I sopravvissuti (Soylent green, 1973, tratto da Make Room Make Room di Harry Harrison) ma soprattutto come il colonnello George Taylor, protagonista dei primi due film del ciclo del Pianeta delle scimmie.

Autore: Giampaolo Rai - Data: 7 aprile 2008

Vota questo articolo

Voti dei lettori

10 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Purtroppo, prima o poi tocca a tutti.. Ma dispiace sempre sapere della scomparsa di uno, come giustamente si dice nell'articolo, degli ultimi grandi di hollywood..

» postato da (marmiz ) alle 10:44 del 07-04-2008

2 moralisti :) Volevo solo puntualizzare che Charlton era solo un piccolo e spaventato uomo...

» postato da (R. Sleeve) alle 15:13 del 07-04-2008

3 nell'articolo (un super-concentrato di notizie biografiche con citati i quattro film sf che ha fatto) non c'è una goccia di moralismo... meglio prevenire eh? :)

» postato da nemo73 alle 15:39 del 07-04-2008

4 «nell'articolo (un super-concentrato di notizie biografiche con citati i quattro film sf che ha fatto) non c'è una goccia di moralismo... meglio prevenire eh? :)» Non ho capito, cosa vuol dire niente moralismo? :?: Anacho

» postato da Anacho alle 23:54 del 07-04-2008

5 vuol dire che è un articolo 'asettico', non influenzato dal coinvolgimento politico di charlton heston. la mia era una risposta a un post precedente di R. Sleeve

» postato da nemo73 alle 00:36 del 08-04-2008

6 in un commento precedente e cancellato davo del pirla a Charlton Heston per il suo coinvolgimento come presidente nella National Rifle Association, a quanto pare la cosa non è piaciuta...

» postato da (R. Sleeve) alle 00:56 del 08-04-2008

7 «in un commento precedente e cancellato davo del pirla a Charlton Heston per il suo coinvolgimento come presidente nella National Rifle Association, a quanto pare la cosa non è piaciuta...» Non è piaciuta la forma, questo non è uno spazio per dare del pirla. Se vuoi commentare commenta, gli insulti non sono bene accetti. E per la cronaca i commenti senza nome e cognome (veri) possono essere cancellati a nostra discrezione.

» postato da S* alle 08:02 del 08-04-2008

8 Un poor man in meno al mondo.

» postato da Akira Norimaki alle 08:57 del 08-04-2008

9 «vuol dire che è un articolo 'asettico', non influenzato dal coinvolgimento politico di charlton heston. la mia era una risposta a un post precedente di R. Sleeve» Era una notizia, i fatti separati dalle opinioni, che era il motto di un programma che al momento non mi ricordo. Per i commenti c'è il forum. :) Anacho

» postato da Anacho alle 10:10 del 08-04-2008

10 «Un poor man in meno al mondo.» Ti sei iscritto apposta per scrivere questo messaggio? bah!!!

» postato da jetscrander alle 10:45 del 08-04-2008

11 ««vuol dire che è un articolo 'asettico', non influenzato dal coinvolgimento politico di charlton heston. la mia era una risposta a un post precedente di R. Sleeve» Era una notizia, i fatti separati dalle opinioni, che era il motto di un programma che al momento non mi ricordo. Per i commenti c'è il forum. :) Anacho» sì lo so... non per niente ho scritto qualche migliaio di messaggi sul forum :D tra parentesi questo è il tipo di giornalismo che apprezzo io (fatti scevri da opinioni :wink: )

» postato da nemo73 alle 13:32 del 08-04-2008

12 «Un poor man in meno al mondo.» e che vorrebbe dire? (no, non intendo la traduzione letterale; la so fare anch'io)

» postato da jonny lexington alle 17:01 del 08-04-2008

13 sai fare il poor man ? :lol:

» postato da nemo73 alle 17:08 del 08-04-2008

14 «sai fare il poor man ? :lol:» al massimo saprei fare il charlton heston dei poveri, ma non è la stessa cosa, no?

» postato da jonny lexington alle 17:21 del 08-04-2008

15 no! però ci si potrebbe accontentare :wink:

» postato da nemo73 alle 17:30 del 08-04-2008

16 Sono contro la proliferazione di armi negli States, ma che miseria giudicare un attore di grande talento per le sue scelte private, ci piacciano o no (e a me non piacciono), scelte libere di uomini liberi. Non si tratta di un politico che ha chiesto di votarlo: era un attore, un grande attore, punto. E solo per questo lo stiamo ricordando e giudicando.

» postato da (paul claude) alle 19:31 del 08-04-2008

17 Non piango per chi non conosco. Grande attore che ci ha lasciato film memorabili. Discutibile per scelte personali.

» postato da Botolo alle 21:50 del 08-04-2008

18 «Non piango per chi non conosco. Grande attore che ci ha lasciato film memorabili. Discutibile per scelte personali.» :ok: Spero di riuscire a conoscerti presto :bye:

» postato da Adm.Adama alle 22:14 del 08-04-2008

19 ««Non piango per chi non conosco. Grande attore che ci ha lasciato film memorabili. Discutibile per scelte personali.» :ok: Spero di riuscire a conoscerti presto :bye:» Beh, grazie :D Non giro più come una volta, ma la vita è strana, chi lo sa :bye:

» postato da Botolo alle 22:22 del 08-04-2008

20 «««Non piango per chi non conosco. Grande attore che ci ha lasciato film memorabili. Discutibile per scelte personali.» :ok: Spero di riuscire a conoscerti presto :bye:» Beh, grazie :D Non giro più come una volta, ma la vita è strana, chi lo sa :bye:» E' proprio vero :)

» postato da Adm.Adama alle 22:27 del 08-04-2008

21 «Non piango per chi non conosco.» E chi dice di piangerlo? Lo stiamo ricordando, in quanto commentiamo la notizia della sua morte, e giudicando, come attore. I pianti li riserveremo alle persone care.

» postato da (Paul Claude) alle 11:18 del 09-04-2008

22 ««Non piango per chi non conosco.» E chi dice di piangerlo? Lo stiamo ricordando, in quanto commentiamo la notizia della sua morte, e giudicando, come attore. I pianti li riserveremo alle persone care.» Guarda che mica ce l'avevo con te.

» postato da Botolo alle 13:13 del 09-04-2008

23 ««Non piango per chi non conosco.» E chi dice di piangerlo? Lo stiamo ricordando, in quanto commentiamo la notizia della sua morte, e giudicando, come attore. I pianti li riserveremo alle persone care.» Fatte le dovute proporzioni, un attore che si è apprezzato e amato è in un certa misura una persona amata, e come tale la si può anche piangere. E quando si ama qualcuno lo si ama anche a prescindere da aspetti della sua vita che non apprezziamo. S*

» postato da S* alle 13:31 del 09-04-2008

24 «««Non piango per chi non conosco.» E chi dice di piangerlo? Lo stiamo ricordando, in quanto commentiamo la notizia della sua morte, e giudicando, come attore. I pianti li riserveremo alle persone care.» Fatte le dovute proporzioni, un attore che si è apprezzato e amato è in un certa misura una persona amata, e come tale la si può anche piangere. E quando si ama qualcuno lo si ama anche a prescindere da aspetti della sua vita che non apprezziamo. S*» Mi permetta di dissentire :)

» postato da Adm.Adama alle 17:24 del 09-04-2008

25 «« E quando si ama qualcuno lo si ama anche a prescindere da aspetti della sua vita che non apprezziamo. S*» Mi permetta di dissentire :)» Guarda che le persone che ci piaccioni in tutti i loro aspetti sono veramente pochissime, tutti voi avete i vostri difetti... e devo confessare che anche un subdirdir immacolato come me ha un solo, ma grosso difetto, sono troppo modesto. Quindi o accetti di amare nonostante i difetti o le idee che non ti piacciono di una persona o ti riduci ad amare un numero di persone che sta sulla punta delle dita delle mani di un monco. O diventi solipsista. Anacho

» postato da Anacho alle 18:05 del 09-04-2008

26 « Guarda che le persone che ci piaccioni in tutti i loro aspetti sono veramente pochissime, tutti voi avete i vostri difetti... e devo confessare che anche un subdirdir immacolato come me ha un solo, ma grosso difetto, sono troppo modesto. Quindi o accetti di amare nonostante i difetti o le idee che non ti piacciono di una persona o ti riduci ad amare un numero di persone che sta sulla punta delle dita delle mani di un monco. O diventi solipsista. Anacho» a parte il fatto di considerare l'amore un fenomeno biologico fortemente sopravvalutato (chi lo diceva? chi?), la sua caducità è un fatto che tutti noi abbiamo toccato con mano a volte qualcuno ti delude talmente tanto da spegnere l'ammore che provi mizzegà, il Charlton ci ha portati sin qui :shock:

» postato da Wintermute alle 19:54 del 09-04-2008

27 Tutto dipende dal peso di questi aspetti poco apprezzati. E sopratutto quando li vieni a scoprire.

» postato da Adm.Adama alle 20:35 del 09-04-2008

28 « Mi permetta di dissentire :)» Dissentire su cosa? Francamente non vedo nulla in quello che ho detto che sia "dissentibile". Dissenti sul fatto che si possa amare qualcuno anche non apprezzandone degli aspetti? O dissenti sul fatto che si possa dire "amare" riferito a un attore? O forse dissenti su Charlton Heston, ma non ho certo detto che lo ami tu, e non vedo come tu possa dissentire su un sentimento personale altrui. S*

» postato da S* alle 22:04 del 09-04-2008

29 «Fatte le dovute proporzioni, un attore che si è apprezzato e amato è in un certa misura una persona amata, e come tale la si può anche piangere. » Per me non è così, un attore lo apprezzo ma non lo amo a meno che non lo conosca personalmente ma allora non è più un attore. O forse l'uso della parola amare trae in inganno perché il significato è ambiguo. «E quando si ama qualcuno lo si ama anche a prescindere da aspetti della sua vita che non apprezziamo. » Come ho già detto dipende da quali sono questi aspetti, se una persona cambia nel corso del rapporto può anche cambiare il mio sentimento e trasformarsi drasticamente. Se fossi stata vicino ad un uomo che sedeva al fianco di Martin Luther King e poi me lo ritrovo a caldeggiare Reagan col fucile in mano... E' tutto molto soggettivo ma forse bisognerebbe usare in maniera cautelativa parole come amore e amicizia mentre invece mi sembra che tanti le buttino al vento (questo è un discorso assolutamente generale e non ha riferimenti a nessuno del forum anche perché è chiaro che non si può dissentire sui sentimenti che uno dice di provare al massimo possiamo lamentarci che non esistano abbastanza parole per esprimere le mille facce di un sentimento così importante)

» postato da Adm.Adama alle 22:56 del 09-04-2008

30 per fortuna charlize theron è ancora viva! grazie, dio (=me) te (=me) ne sono (auto)riconoscente.

» postato da Jabbafar alle 00:10 del 10-04-2008

31 «Se fossi stata vicino ad un uomo che sedeva al fianco di Martin Luther King e poi me lo ritrovo a caldeggiare Reagan col fucile in mano...» Credo che tu abbia ragione circa la confusione della parola amore, usata per la donna (o l'uomo) della tua vita, allo stesso modo che per la tua squadra di calcio... Nel caso specifico, si "ammira" un attore, anche moltissimo, ed io penso si debba ammirare per il suo talento ed il suo impegno professionale di attore, non perchè caldeggiasse Reagan o venerasse Stalin, qualsiasi posizione politica tu abbia.

» postato da (Paul Claude) alle 12:59 del 11-04-2008

32 «Nel caso specifico, si "ammira" un attore, anche moltissimo» Non penso proprio, "amare" e "ammirare" sono parole con significati diversi, non gradazioni della stessa cosa. Si possono benissimo ammirare persone che si odiano e amare persone che non si ammirano per niente. Restringete il senso del verbo amare a quello che volete voi, ma il significato scritto sul vocabolario continua a essere lo stesso: provare sentimenti affettivi, senza specificarne l'entità. Si amano l'amante, il coniuge o i figli, ma si amano anche la propria squadra, la propria auto, leggere libri; si può benissimo amare Bob Dylan, Salvador Dalì o anche Charlton Heston. S*

» postato da S* alle 14:22 del 11-04-2008

33 Mi pare si discuta di aria fritta. I fatti sono che ha tirato le cuoia un grande (innegabile) attore. Le opinioni riguardano i sentimenti riguardo l'uomo e l'attore.. e c'è ben poco da discutere al riguardo. Ma forse sono solo ubriaco :gy:

» postato da Botolo alle 00:17 del 12-04-2008

34 «Mi pare si discuta di aria fritta. I fatti sono che ha tirato le cuoia un grande (innegabile) attore. Le opinioni riguardano i sentimenti riguardo l'uomo e l'attore.. e c'è ben poco da discutere al riguardo. Ma forse sono solo ubriaco :gy:» :ok: allora abbiato bevuto in compagnia perchè la penso nella stessa maniera. saludos

» postato da jetscrander alle 11:09 del 12-04-2008

35 «Mi pare si discuta di aria fritta. I fatti sono che ha tirato le cuoia un grande (innegabile) attore. Le opinioni riguardano i sentimenti riguardo l'uomo e l'attore.. e c'è ben poco da discutere al riguardo. Ma forse sono solo ubriaco :gy:» sottoscrivo completamente (anche sull'abuso etilico!) 8)

» postato da . alle 12:37 del 12-04-2008

36 ««Un poor man in meno al mondo.» e che vorrebbe dire? (no, non intendo la traduzione letterale; la so fare anch'io)» Che era un uomo piccolo e dalle idee ristrette. Non mi rammaricherei troppo della sua dipartita.

» postato da Akira Norimaki alle 18:59 del 01-05-2008

37 «Che era un uomo piccolo e dalle idee ristrette. Non mi rammaricherei troppo della sua dipartita.» Che stupidaggine. S*

» postato da S* alle 20:24 del 01-05-2008

38 «««Un poor man in meno al mondo.» e che vorrebbe dire? (no, non intendo la traduzione letterale; la so fare anch'io)» Che era un uomo piccolo e dalle idee ristrette. Non mi rammaricherei troppo della sua dipartita.» Ok ti sei sfogato, e adesso? :D

» postato da jetscrander alle 09:49 del 02-05-2008

39 «Ok ti sei sfogato» Non volevo sfogarmi, ho detto solo cio' che penso. Visto che e' una voce fuori dal coro mi pareva giusto fare il post. Non mi sono tra l'altro sognato di dire a chi lo compiange sta dicendo stupidaggini, vorrei far notare. «e adesso? :D» Niente. Non credo ci sia altro da discutere sull'argomento. ;)

» postato da Akira Norimaki alle 11:27 del 05-05-2008

40 «Non volevo sfogarmi, ho detto solo cio' che penso. Visto che e' una voce fuori dal coro mi pareva giusto fare il post. Non mi sono tra l'altro sognato di dire a chi lo compiange sta dicendo stupidaggini, vorrei far notare. Niente. Non credo ci sia altro da discutere sull'argomento. ;)» Bene!!!

» postato da jetscrander alle 17:12 del 05-05-2008

41 «ìNon mi sono tra l'altro sognato di dire a chi lo compiange sta dicendo stupidaggini, vorrei far notare. » Gli altri post erano argomentati, il tuo era un giudizio insultante senza un minimo di argomentazione. Quindi il tuo post era una stupidaggine. Se vuoi argomentare e fare un discorso serio va bene, ma gli insulti gratuiti sono l'unica cosa gatuita che non è gradita. S*

» postato da S* alle 17:21 del 05-05-2008

42 «Se vuoi argomentare e fare un discorso serio va bene, ma gli insulti gratuiti sono l'unica cosa gratuita che non è gradita.» Questo e' l'atteggiamento che mi ha spinto a scrivere il primo post. Quanto ad argomentare, beh, come la pensava e come portava avanti le sue idee mi pare che sia stato sotto gli occhi di tutti. Quello che ha fatto prima di abbracciare l'ideologia che lo ha accompagnato fino alla tomba importa poco. Cominciamo con il dire che la vendita libera della armi mi trova in totale disaccordo. Ma fosse per quello, non ci sarebbe problema. In realta' il fatto che me lo fa considerare un uomo piccolo, e' come portava avanti le sue idee. Una persona in grado di giustificare le sue ideologie dicendo che "E' scritto sulla costituzione degli stati uniti, una carta scritta da uomini bianchi...." ...ecco, diciamo che per me e' un poveraccio. Evidentemente era un vecchio impaurito e dalle idee un po' confuse. Non mi manchera'.

» postato da Akira Norimaki alle 23:24 del 05-05-2008

43 «"E' scritto sulla costituzione degli stati uniti, una carta scritta da uomini bianchi...."» Sì, lo ha detto. Nel senso in cui lo ha detto, mi sento di condividerlo. Sfortunatamente, chi basa la sua cultura su citazioni estrapolate dal contesto e non fa un minimo sforzo per documentarsi, non ha le basi culturali per intavolare una discussione seria. Quanto al resto, "vecchio impaurito" e il resto, le tue sono sono affermazioni confuse e ridicole che dimostrano che non sai proprio di chi stai parlando. Documentati meglio: due minuti di documentario di Michael Moore non sono una fonte attendibile. E te lo dice uno che in generale apprezza Michael Moore. S*

» postato da S* alle 00:14 del 06-05-2008

44 «Sì, lo ha detto. Nel senso in cui lo ha detto, mi sento di condividerlo. » Io no, in qualsiasi contesto possa essere mai detta quella frase.

» postato da Akira Norimaki alle 06:48 del 06-05-2008

45 ««Sì, lo ha detto. Nel senso in cui lo ha detto, mi sento di condividerlo. » Io no, in qualsiasi contesto possa essere mai detta quella frase.» Be', la costituzione americana è stata scritta evidentemente da uomini bianchi, non vedo cosa ci sia di contestabile in questo. Pensi che Ben Franklin fosse nero e Washington cinese? S*

» postato da S* alle 08:09 del 06-05-2008

46 «Io no, in qualsiasi contesto possa essere mai detta quella frase.» scusa, ma non può essere interpretata anche in senso negativo una tale frase? poteva benissimo intendere che essendo stata scritta da uomini bianchi, la costituzione non teneva conto dei diritti umani degli schiavi e degli indiani. no? :idea:

» postato da jonny lexington alle 16:13 del 06-05-2008

47 Come già detto da altri utenti questo topic è dedicato in memoriam a charlton heston in funzione della sua carriera cinematografica e in particolare modo di quella che ha riguardato la fantascienza. Il resto si può anche discutere ma se diventa prevalente o unico tema allora mi sento di dire che siamo andati completamente fuori tema. saludos

» postato da jetscrander alle 16:47 del 06-05-2008

48 ««Io no, in qualsiasi contesto possa essere mai detta quella frase.» scusa, ma non può essere interpretata anche in senso negativo una tale frase? poteva benissimo intendere che essendo stata scritta da uomini bianchi, la costituzione non teneva conto dei diritti umani degli schiavi e degli indiani. no? :idea:» Il punto di Heston era diverso, era una critica all'ecceso di "politically correct". Tutto si può discutere e discutere è bene. Akira Norimaki non discute, butta lì condanne apodittiche che dimostrano tutta la loro mancanza di ragionamento, in modo evidente in questo caso, visto che l'affermazione, se non ci metti un contesto dietro, è un semplice fatto incontestabile. Lui ovviamente ci mette dietro il contesto che vuole lui, che non è quello vero, ma non se ne rende nemmeno conto, perché non ci spreca cellule cerebrali. S*

» postato da S* alle 23:12 del 06-05-2008

49 «Be', la costituzione americana è stata scritta evidentemente da uomini bianchi, non vedo cosa ci sia di contestabile in questo. Pensi che Ben Franklin fosse nero e Washington cinese?» :shock: Bisogna davvero essere ciechi o in malafede per non vedere il razzismo che c'e' dietro quella affermazione. Inoltre, essere per la vendita libera della armi, perche' c'e' scritto nella costituzione e' proprio il simbolo piu' lampante di quel vuoto celebrale che tanto ti par di riscontrare in me. Se c'era scritto che ogni buon americano doveva avere in cantina un aspirapolvere? Ora tutti con l'aspirapolvere e la cantina gli americani. Comunque, siccome vedo che di rispettare le mie idee non hai voglia io qui chiudo. Non vorrei mai che le mie povere cellule celebrali si affaticassero troppo. :roll:

» postato da Akira Norimaki alle 09:20 del 08-05-2008

50 «scusa, ma non può essere interpretata anche in senso negativo una tale frase? poteva benissimo intendere che essendo stata scritta da uomini bianchi, la costituzione non teneva conto dei diritti umani degli schiavi e degli indiani. no? :idea:» Sinceramente, non lo credo possibile. La domanda era precisa, ovvero il perche' lui era d'accordo sulla vendita delle armi. L'uso di quella frase in risposta a quella specifica domanda a mio avviso non da adito a dubbi. Inoltre, per quel che mi riguarda, il solo partire con il preconcetto di bianchi, gialli e neri e' una dimostrazione di razzismo a prescindere dal contesto. Non ha detto che era stata scritta da americani, ma da *uomini bianchi*. Poi posso sbagliare, pero' mi si deve dimostrare lo sbaglio, sino ad ora non ho sentito niente di convincente. Di sicuro dirmi che non ragiono perche' sostengo le mie idee non mi fara' cambiare idea. :)

» postato da Akira Norimaki alle 09:37 del 08-05-2008

51 Prima dici che una frase può essere scissa dal suo contesto, poi dici che era una risposta precisa ad una altrettanto precisa domanda, dunque la contestualizzi. Poi viene fuori che parlare di gialli neri e bianchi è razzismo a presicndere dal contesto, il ché è semplicemente una boiata, se togli il contesto può essere tutto e il contrario di tutto. Onestamente Akira, io credo che tu stia facendo un po' di confusione...

» postato da Technomancer alle 12:39 del 08-05-2008

52 'azz povero Akira! Da wiki "Nel 2001 prese parte con un cameo al remake Il pianeta delle scimmie di Tim Burton, interpretando il ruolo di un'anziana scimmia che prima di morire dà una pistola al figlio, introducendo l'uso delle armi da fuoco nella sua specie. Questo è forse un riferimento al suo appoggio alla National Rifle Association, la lobby americana delle armi." Apperò "È stato impegnato in politica e fu presidente della National Rifle Association dal 1998 al 2001 ed eletto nel consiglio di amministrazione della stessa dal 2001 al 2003." Anvedi "Il suo ultimo film è stato My Father (2003), nei panni del nazista Josef Mengele." :o A sto punto sembra uno scherzo... da Tobanispedia "...e ho baciato una scimmia, meno male che non era una negra!" Sia come sia, è vero il fatto che QUA si voleva / vorrebbe celebrare la scomparsa di un attore importante, poi l'Alzaheimer avrà avuto il suo peso in certe scelte....

» postato da Tobanis alle 15:12 del 08-05-2008

53 ...ma c'era nato con l'Alzaheimer? Vabbè era un po' conservatore, ma che attorone però, a me piaceva, un vero duro! Peccato che sia straniero (e morto) sennò Alemanno lo avrebbe fatto reginetto del festival del cinematografo romano :lol: :lol: :lol: bang!! Balla Moretti, damn commy!!! Bang!!Bang!! but...who's this Barbarossa!?

» postato da katy alle 15:55 del 08-05-2008

54 «Vabbè era un po' conservatore, ma che attorone però, a me piaceva, un vero duro!» già, anche john wayne aveva opinioni notoriamente poco "politically correct", però il suo contributo alla storia del cinema non glielo si può comunque togliere. d'altro canto ci saranno sicuramente molti conservatori che apprezzano il lavoro di uno come sean penn, anche se è liberale fino all'osso.

» postato da jonny lexington alle 17:06 del 08-05-2008

55 Non scomodiamo l'alzaheimer a tutti i costi, anche se in questo caso potrebbe avere avuto anche il suo peso, non ero e non sono d'accordo con le posizioni di Heston ma dire che era un mentecatto perchè la pensava diversamente mi fà venire forti dubbi sull'idea di democrazia che ha certa gente che viene qui a fare la morale e poi non guarda in casa sua. saludos

» postato da jetscrander alle 17:12 del 08-05-2008

56 «' poi l'Alzaheimer avrà avuto il suo peso in certe scelte....» ...era ovviamente una battuta ... :?

» postato da Tobanis alle 17:15 del 08-05-2008

57 «Non scomodiamo l'alzaheimer a tutti i costi, anche se in questo caso potrebbe avere avuto anche il suo peso, non ero e non sono d'accordo con le posizioni di Heston ma dire che era un mentecatto perchè la pensava diversamente mi fà venire forti dubbi sull'idea di democrazia che ha certa gente che viene qui a fare la morale e poi non guarda in casa sua.» E' esattamente quello che penso io, e il motivo per cui ho polemizzato con Akira. Quando uno è pronto a disprezzare persone di cui ha sentito solo una frase vuol dire che è pronto a correre dietro senza usare la propria testa. E quando uno corre dietro senza usare la testa, che corra dietro a sinistra o a destra non fa differenza. La democrazia senza gente che sappia pensare da sola è una parola vuota. E di fatti così è, purtroppo. S*

» postato da S* alle 18:06 del 08-05-2008

58 «d'accordo con le posizioni di Heston ma dire che era un mentecatto perchè la pensava diversamente mi fà venire forti dubbi sull'idea di democrazia che ha certa gente che viene qui a fare la morale e poi non guarda in casa sua» Per me il razzismo e' da condannare a prescindere. Se per te essere democratici - cosa che io non ho mai affermato di essere - vuol dire rispettare anche le idee razziste, va benissimo. Io lo disprezzo perche' era un razzista. E questo e' una cosa. L'altra e' che lo considero un poveraccio perche' difendeva le sue idee in maniera ridicola quasi non sapesse bene nemmeno lui il perche'. Quanto a destra sinistra centro su e giu', io difendo le mie idee e anche in questo caso non me importa NIENTE del colore. ;)

» postato da Akira Norimaki alle 20:44 del 08-05-2008

59 «già, anche john wayne aveva opinioni notoriamente poco "politically correct", però il suo contributo alla storia del cinema non glielo si può comunque togliere.» Please standby. :P Se mai a qualcuno fosse venuto il dubbio. Non ho mai scritto ne pensato che CH fosse un attore mediocre o disprezzabile. Ci sono un paio dei suoi film di fantascienza che amo rivedere anche oggi. L'uomo e' una cosa e l'artista un'altra, perlomeno fino a che la sua arte non diviene propaganda. E questo non e' il caso. Tanto e' vero che quando si era sollevato il dubbio che l'IT fosse solamente l'artista non avevo piu' nemmeno seguito il 3d, ci sono ricapitato solo per caso.

» postato da Akira Norimaki alle 20:56 del 08-05-2008

60 la gente guarda quei due minuti di Bowling for Columbine su Charlton Heaston e crede tramite la verità rivelata da Moore di sapere tutto su di lui. non mi riferisco soltanto a quanto letto qui , ma anche a tanti siti che agendo su un pregiudizio hanno infamato la memoria di Heaston. Questo è il classico esempio di disinformazione .

» postato da . alle 23:25 del 08-05-2008

61 :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: sei un vero spasso!!!

» postato da katy alle 09:41 del 09-05-2008

62 «« Per me il razzismo e' da condannare a prescindere. Se per te essere democratici - cosa che io non ho mai affermato di essere - vuol dire rispettare anche le idee razziste, va benissimo. Bene!!!! antirazzista ma non democratico, questa mi mancava :?

» postato da jetscrander alle 15:13 del 09-05-2008

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.