Delos Science Fiction 155 su carta!


Delos Science Fiction 155
pagine 80, b/n
copertina a colori plastificata
prezzo 6,50 euro
prezzo per i soci 5,85 euro
acquistalo subito
su Delos Store!

oppure

ABBONATI!
5 numeri
solo 26 euro


Quasi Minority Report: quando la realtà irrompe nella fantascienza

È ricco il menu del primo numero di Delos del 2013: lo speciale è dedicato al film Cloud Altlas, il film di Andy e Lana Wachowski e Tom Tykwer. E ancora: interviste a Silvio Sosio e al disegnatore Andrea Mutti e un reportage dall'ultimo Science+Fiction di trieste.

Non è ancora Minority Report, ma la strada sembra segnata verso quella direzione. A Baltimora e Philadelphia (e dove se non in America?) è in atto un esperimento per ridurre il numero di omicidi. Lo strumento utilizzato è un software, sviluppato dal criminologo Richard Berk dell'Università della Pennsylvania. Andiamo più a fondo. Il software dovrebbe prevedere il comportamento delle persone rilasciate in persone in libertà condizionale, o sottoposte ad altre misure alternative alla detenzione. Come? Semplicemente è stato creato un database con più di 60.000 crimini, tra cui anche gli omicidi. L’algoritmo sarebbe in grado di trovare l'identikit dei colpevoli, analizzando circa venti variabili, tra cui il luogo e il tipo di crimine, i precedenti penali e l’età del criminale. Con questi dati il software sarebbe in grado di prevedere un crimine. Secondo Berk, se un criminale commette un omicidio o una rapina a 16 anni, potrebbe rifarlo e il software lo predirebbe.

Se non vi basta, allora sentite questa. Nel Regno Unito e negli Stati Uniti d’America si starebbe sperimentando un altro software, denominato PredPol, in grado di suggerire alle forze di polizia il luogo dove potrebbe essere più probabile che venga commesso un crimine.

In pratica, si osserva un luogo (il cortile di casa vostra?) con apposita tecnologia e si registra tutto: immagini, suoni, rumori di fondo, voci. Questi dati vengono messi a confronto con un database e si va alla ricerca di segnali che possano annunciare un crimine. Da qui si può creare un mappa di soze ad alto tasso di probabili crimini. Per la serie, non litigate con la propria fidanzata sotto il palazzo di lei, non si può mai sapere.

Questi due software fanno davvero impallidire Minority Report, il film di Steven Spielberg tratto da un racconto di Philip K. Dick. Nel film, un nuovo sistema di investigazione, che consente ai poliziotti di prevenire i crimini, soprattutto gli omicidi (non per nulla, la loro unità si chiama PreCrimine), attraverso l’ utilizzo dei Precog, degli esseri umani nati con una mutazione del cervello causata da droghe utilizzate dai genitori.

Al confronto, c’è da chiedersi se in alcuni casi non è meglio che la fantascienza resti fantascienza e non invada troppo la realtà. Anzi, in certi casi per niente.

 

 

pagina 1 di 1 - (fine)
Autore: Carmine Treanni - Delos Science Fiction 150 - Data: 13 gennaio 2013

Notizie correlate

Vota questo articolo

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 va bene: sto invecchiando. Ma che cavolo c'entra questa bislacca lombrosiana previsione statistica computerizzata con la Precrimine e i suoi tre precog? O non avete letto il racconto, o non avete visto il film. Essendo impossibili entrambe le eventualità, il rapporto di minoranza mi dice che avete seguito la scia di quei dementi di repubblica che già caddero nell'equivoco. E per concludere: geniale! Affidarsi a un software per prevedere un crimine... uao! Infallibile!

» postato da CobbAnderson alle 10:05 del 13-01-2013

2 Mi ricorda di più Person of Interest.

» postato da Sergio Donato alle 10:26 del 13-01-2013

3 Anche ha me. C'è da chiedersi quanto delle teorie del Lombroso siano state utilizzate per questi algoritmi. E quanto il pregiudizio razziale. Palomino.

» postato da Palomino alle 13:49 del 13-01-2013

4 Quei software sono semplici applicazioni basate su algoritmi di machine learning e data mining, niente di che. Servono solo per comprendere se c'è qualcosa di "interessante" in grosse moli di dati "grezzi" ed a cosa fare attenzione in futuro "visti i precedenti". Li usano anche le grosse catene di supermercati anche solo per capire meglio quale sia il posizionamento migliore della merce in base alla zona geografica o altri fattori non ovvi a prima vista.

» postato da L.MCH alle 21:06 del 13-01-2013

5 anche io ho trovato immotivato l'accostamento a minority report, soprattutto perche' nel frattempo c'e' person of interest (senza precog) :shock:

» postato da tzenobrite alle 21:36 del 13-01-2013

6 "Non sa neanche che la Psicostoria si può applicare solo alle masse e non a singoli individui? Ma ragazzo mio, questa è una nozione fondamentale. Ma lei l'ha aperto il libro? Senta, mi spiace, ma nelle sue condizioni l'esame non può proseguire. Torni alla prossima sessione, possibilmente dopo aver studiato." (Hari Seldon a uno studente)

» postato da AKKA alle 23:23 del 13-01-2013

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.