Erano diversi anni ormai che era sparito dal mercato, e per motivi imperscrutabili non veniva ristampato. Abbiamo dovuto attendere a lungo ma alla fine l'annuncio che migliaia di appassionati italiani attendevano con ansia è arrivato: è finalmente in uscita l'attesissimo DVD di Blade Runner, uno dei film più amati della storia del cinema, autentica pietra miliare della fantascienza. A poco più di due mesi dalla release americana (datata 5 settembre), il 22 novembre ritornerà anche in Italia la prima riproduzione del film in formato DVD. E forse è bene specificarlo per evitare spiacevoli sorprese agli "integralisti" della prima versione, si tratterà della Director's Cut realizzata da Ridley Scott in occasione del decennale e distribuita nel 1992 in una manciata di sale, per poi essere diffusa su laser disc per il mercato americano e VHS per quello internazionale.

La storia sarà ormai ben nota anche a chi non è un cultore del genere: il film di Scott, fortemente voluto dallo sceneggiatore Hampton Fancher, trasponeva liberamente sullo schermo Do Androids Dream of Electric Sheep?, titolo enigmatico per uno dei più cupi e visionari romanzi di Philip K. Dick, più volte tradotto in Italia tanto col titolo di Ma gli androidi sognano pecore elettriche? quanto come Blade Runner (entrambi per Fanucci), dopo la classica edizione Nord uscita come Cacciatore di androidi. Anno 2019: un gruppo di replicanti ammutinati fugge da una colonia extra-mondo impadronendosi di uno shuttle con un'azione sanguinaria e fa ritorno sulla Terra. Il pianeta è off-limits per i replicanti, imitazioni organiche di persone viventi, impiegati nelle colonie extra-mondo per svolgere le mansioni a più alto rischio oppure semplicemente per assistere i coloni umani nel disagiato svolgimento delle loro attività quotidiane. Dopo ripetuti tentativi di ribellione squadre di polizia dedicate sono state allestite nelle principali città terrestri: a Los Angeles, in cui ha sede la Tyrell Corporation, principale produttrice mondiale di replicanti, agisce l'Unità Blade Runner. Rick Deckard (interpretato da un Harrison Ford in stato di grazia), ex investigatore, ex killer, vanta un'altra voce di merito nel suo curriculum: era un tempo un blade runner lui stesso, prima che la progressiva umanizzazione dei replicanti gli rendesse sempre più difficile l'esecuzione di un "ritiro" (come viene chiamata in gergo l'esecuzione degli androidi ribelli). I replicanti appena approdati sulla Terra appartengono all'ultimissima generazione prodotta dai laboratori Tyrell, il che spinge le autorità, nella persona del Capitano Bryant, a rivolgersi a Deckard: i "lavori in pelle" sono riusciti a mettere fuori gioco un suo ex-collega, rivelando tutte le spiccate capacità mimetiche dei Nexus-6. Con il solo aiuto della macchina empatica per il test Voigt-Kampff Deckard si mette dunque in caccia per le strade al neon di questa megalopoli futura decadente e orientalizzata, sommersa da un nubifragio incessante. Nel corso della sua missione scoprirà le reali intenzioni che muovono le gesta sanguinarie delle sue prede e avrà modo di capire a fondo il bisogno di umanità e il desiderio di normalità che si annida nel loro animo. Ma non prima di innamorarsi e scoprirsi vulnerabile, trasformandosi da cacciatore in preda lui stesso...

Dialoghi memorabili, interpretazioni leggendarie (il monologo finale di Roy

È morto Douglas Trumbull, genio degli effetti visivi

Aveva ottant'anni. Lavorò a 2001 Odissea nello spazio, Incontri ravvicinati del terzo tipo e...

Silvio Sosio, 11/02/2022

Blader Runner, la versione definitiva chiude domani il Noir Fest a Courmayers

Sabato 13 dicembre a Courmayeur una proiezione imperdibile, il "vero" Blade Runner: in anteprima la versione...

Redazione, 12/12/2014

Ridley Scott non dirigerà Blade Runner 2

Preparatevi a un altro ritorno eccellente dal passato, perché Blade Runner 2 è ancora vivo e prosegue la...

Leo Lorusso, 27/11/2014