L’uomo d’acciaio ha un nuovo stemma: bello e scintillante, spigoloso e argentato e... in perfetto stile X-men.

Se si potevano nutrire dubbi sul carattere innovativo del Superman returns di Bryan Singer, questo esercizio di stile è destinato a fugarli. Singer non poteva trovare nulla di così distante dalla classica "S" gialla e rossa; non poteva trovare nulla di più immediato per sottolineare la rottura con il passato e con l’ingombrante eredità di Christopher Reeve.

Ciò che ci si chiede adesso è quanto il geniale regista e sceneggiatore riuscirà a staccarsi dal mutant-style.

Crisi sulle Terre Infinite: Brandon Routh sarà ancora Superman

L'attore lanciato da Bryan Singer in Superman Returns sarà l'Uomo d'Acciaio nei cinque episodi del...

Carmine Treanni, 8/08/2019

Forse scelto il nuovo Superman?

Voci dagli USA indicano Jon Hamm come possibile erede di Christopher Reeve e Brando Routh. Lui dice di essere troppo...

Maurizio Del Santo, 24/09/2010

Superman riparte da 1, non da zero

Si riparte da capo, ma ugualmente l'uomo d'acciaio non cambierà faccia. Chiamato ancora Brandon Routh, piaccia o no.

Leo Lorusso, 17/10/2008