Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. ha avuto uno strano e fortunato destino: con rating sempre non eclatanti, autori e attori vivevano sempre con la spada di Damocle della cancellazione sulla testa, eppure, arrivati alla fine della quinta stagione, il cui finale non casualmente si intitolava The End, scoprivano che c'era ancora molto lavoro da fare. E ricevevano la conferma per due ulteriori stagioni, come ha dichiarato a Deadline Hollywood Jeph Loeb, ex presidente della Marvel TV, ora assorbita dalla Marvel Studios.

La fine?

Così scopriamo che per quanto riguardava il cast, il team creativo e la troupe della serie, la quinta stagione era l'ultima e, come lo ha definito Loeb, erano pronti a spegnere le luci, quando ricevettero una telefonata dalla ABC:

Il materiale che avete è davvero forte, pensate di avere un'altra stagione, altri tredici episodi, perché ci piace l'idea di andare avanti.

Poi mentre erano a metà strada con la sesta stagione l'allora presidente della ABC Channing Dungey lo chiamò per dirgli

Che ne dici di una settima stagione?

E così Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. diventò la più longeva di tutte le serie Marvel nonché l'ultima ad andarsene.

Perché

View this post on Instagram

One last mission. #agentsofshield

A post shared by Jed Whedon (@misterkarate) on

Loeb, che ha postato su Instagram l'ultima scena della stagione sei (che vedete qui sopra, nel caso non ve la ricordaste) svela che il motivo per cui tutti hanno accettato di arrivare fino alla settima stagione era semplice: poter chiudere la storia nei loro modi e termini, per soddisfare i fan ma anche il cast, la Marvel e la ABC. Ma non solo, potevano anche correre più rischi, perché essendo l'ultima stagione non c'era modo di disfare un evento in quella successiva, era arrivato il momento di giocare tutte le carte a loro disposizione. Perché questa è la vera fine della storia.

Back to the past

Chi ricorda il finale della sesta stagione sa che gli agenti dello S.H.I.E.L.D. si sono ritrovati nella New York del passato, nello specifico e non casualmente nel 1931, nel tentativo di sfuggire dai Chromicon, la razza aliena che ai giorni nostri vuole ricostruire il loro pianeta usando il nostro e nel contempo eliminare lo S.H.I.E.L.D. prima che esista. Così in una intervista con Digital Spy Chloe Bennet, ovvero Daisy o Quake, ha dichiarato che la missione principale e di far tornare tutto com'era, per cui si saranno molti viaggi in vari periodi del passato

E chissà chi vedremo lungo la strada del ritorno, se faremo ritorno.

Dando a intendere che potremmo rivedere personaggi delle stagioni precedenti.

Il plot ufficiale

Arenati nella New York del 1931, con uno Zephyr tutto nuovo pronto a saltare nel tempo in un attimo, il team dovrà fare in fretta a scoprire cosa è successo. Se falliranno, significherà il disastro per il passato, il presente e il futuro del mondo. 

Infine, non dovete preoccuparvi di eventuali fermi di produzione: la stagione sei e sette sono state girate di fila l'estate scorsa, con tutto il tempo per montare e rifinire i tredici episodi della settima e ultima stagione, che debutterà con il cast al completo negli USA il 27 maggio, vi lasciamo con l'unico teaser per ora disponibile, quello rilasciato l'estate scorsa durante la manifestazione D23: