Il futuro immaginato da Andrea Cattaneo in Uomini e Lupi, romanzo precedentemente intitolato Babele e finalista al Premio Urania 2018, è ben strano. Lascia perplessi, all'inizio; ma l'equilibrio tra metafora e fabula regge, e piano piano il lettore si appassiona e si immerge in questa città di un futuro non lontano, Kadlin, nella psicologia del protagonista, l'architetto Iago Ragnarsson, e resta coinvolto dalla storia e dal mistero di un libro nel libro.

Uomini e lupi

Sinossi

Solo nel suo letto d'ospedale, dove è stato ricoverato in seguito a un tentativo di omicidio, l'architetto Iago Ragnarsson trova un libro che parla di lui. Chi lo ha lasciato? Chi lo ha scritto? Ma soprattutto, come fa l'autore a conoscere tanti dettagli, del suo passato e forse del suo futuro?

In un futuro distopico in cui qualcosa di terribile è successo nel mondo, e quel poco che ne resta è sotto la ferrea dittatura del partito dei Morrigan, Iago scoprirà di essere coinvolto in una lotta in cui tutti cercano di sfruttarlo a proprio vantaggio.

Un romanzo originale, ricco di spunti di riflessione ma sorretto da una trama che cattura il lettore fino all'ultima pagina.

L'autore

Andrea Cattaneo, nato nel 1979, lodigiano, è appassionato di design grafico, lingua, letteratura e cultura giapponese, innovazione tecnologia e astronautica. Ha scritto per Player Magazine, ha partecipato alla rivista online Speechless, fondato il webzine Medeaonline e collabora con Lega Nerd. Con il romanzo Loser (Linee infinite, 2016) ha vinto il Premio Lago Gerundo, mentre con Uomini e lupi (originariamente intitolato Babele) è arrivato in finale al Premio Urania. Altri racconti sono stati pubblicati in riviste e antologie da Nike, GDS, Out.

Andrea Cattaneo, Uomini e lupi , Delos Digital, Odissea Digital Fantascienza 79, isbn: 9788825410662, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 3,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: