Seconda uscita per la grande iniziativa editoriale Delos Digital-Spatterlight per portare sul mercato le opere del grande Jack Vance, uno degli autori di fantascienza più amati in Italia e nel mondo, insuperabile world-builder, creatore di personaggi indimenticabili e di storie narrate con stile elegante. Eccediamo un po' con gli aggettivi? Può darsi: in effetti siamo veri fan di questo autore, come lo fu la stessa Ursula Le Guin, del resto, concedetecelo.

Ecce e la Vecchia Terra è il titolo, fedele all'originale Ecce and Old Earth, che si è voluto dare a questo romanzo, già noto in Italia col titolo scelto all'epoca dall'editrice Nord, I segreti di Cadwal. Per queste nuove edizioni si è deciso di usare titoli il più possibile vicini a quelli originali, riportando eventualmente il titolo con le opere sono note in Italia tra parentesi, in modo da non trarre in inganno chi possiede l'edizione precedente.

Il romanzo del resto è ambientato in gran parte sul nostro pianeta, un caso raro per le opere di Vance. In particolare i lettori italiani troveranno affascinante una descrizione, in gran parte immaginaria, di una zona di Trieste.

Tra fine maggio e inizio giugno uscirà il terzo e ultimo romanzo del ciclo, Throy.

La traduzione è di Gianluigi Zuddas, rivista da Elena di Fazio.

Ecce e la Vecchia Terra

Sinossi

Il pianeta Cadwal è un paradiso ecologico, protetto e amministrato dalla Società Naturalistica. Ma c'è chi vorrebbe aprirlo al commercio e sfruttarne le risorse: una cospirazione alla quale si oppone Glawen Clattuc.

Mentre Glawen deve recarsi sul continente selvaggio di Cadwal, Ecce, per cercare di liberare suo padre Scharde, la sua amata Wayness Tamm è alla ricerca di documenti fondamentali sulla proprietà del pianeta, che la porteranno sulla Vecchia Terra, fino a un negozietto in una magica e misteriosa Trieste del futuro descritta da Jack Vance in modo indimenticabile.

Il secondo romanzo del ciclo di Cadwal, uscito in Italia originariamente col titolo I segreti di Cadwal, riconferma il fascino della scrittura del più grande costruttore di mondi della fantascienza, Jack Vance.

L'autore

Jack Vance (1916-2013) è stato uno dei più grandi autori di fantascienza e fantasy, e certamente tra i più amati dal pubblico. Dopo una serie di lavori di ogni genere, durante la Seconda guerra mondiale si arruola nella marina mercantile e gira il mondo. In questo periodo comincia a scrivere il ciclo della Terra Morente. Tra gli Anni cinquanta e settanta viaggia, in Europa e nel resto del mondo, traendo da queste esperienze esotiche gli spunti per i suoi romanzi: Il pianeta giganteI linguaggi di Pao, il ciclo di Durdane. Nella sua carriera ha scritto decine di romanzi di fantascienza, fantasy e gialli, per un totale di oltre sessanta libri; tra i titoli più famosi ricordiamo i cicli di Lyonesse, dei Principi demoni, di Alastor. Storie ricche di fascino, di personaggi indimenticabili, narrate con uno stile elegante e immaginifico.

Delos Digital insieme in collaborazione Spatterlight si è data l'impegno di riportare sul mercato le opere di questo grande autore.

Jack Vance, Ecce e la Vecchia Terra (Ecce And Old Earth), ciclo: Le cronache di Cadwal, traduzione: Gianluigi Zuddas, Delos Digital, I mondi di Jack Vance 2, isbn: 9788825408294, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 6,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: