Leggendo i romanzi di Jack Vance tutti ci siamo chiesti da dove venissero i suoi paesaggi, i suoi personaggi, il suo modo strano e straordinario di osservare luoghi e persone e descriverli in modo tanto affascinante.

Da oggi anche il pubblico italiano ha, in qualche misura, la possibilità di avere una risposta a questa domanda, leggendo Ciao, sono Jack Vance! (e questo libro sono io), autobiografia pubblicata negli Stati Uniti nel 2010 e vincitrice del Premio Hugo, pochi anni prima della scomparsa dello stesso Vance. Il libro svela una realtà che già sospettavamo: ovvero che lo stesso Vance fosse una persona affascinante quanto i suoi libri.

Appassionato di musica (suonava la cornetta e altri strumenti, spesso in jam session anche con musicisti jazz abbastanza noti), di viaggi, di navigazione, Vance ha vissuto una vita avventurosa e ricca di esperienze. Nato in una famiglia benestante e poi caduto nella più nera povertà, si è adattato a fare lavori di ogni tipo, spesso anche millantando esperienze che non aveva ma che riusciva comunque a compensare con la rapidità di apprendimento. Qualche esperienza di giornalismo, poi la marina mentre cominciava a scrivere racconti. Infine la vita da scrittore, ma sempre con la smania di partire per vedere posti nuovi.

Sempre con leggerezza, semplicità, capacità di adeguarsi ad ogni situazione  (qualcuno forse inorridirà leggendo il capitolo in cui racconta il viaggio in Africa, con la famiglia, in maggiolino e campeggio). 

Ne esce fuori un libro divertente come un romanzo e affascinante come un romanzo di Jack Vance.

La traduzione è di Marco Riva, un vero cultore di Vance. Da oggi il libro è in vendita nell'edizione stampata edita da Spatterlight e in quella digitale edita da Delos Digital.

Ciao, sono Jack Vance! (e questa storia sono io)

Sinossi

Nel 1916 nasceva a San Francisco uno degli scrittori più prestigiosi del XX secolo: John Holbrook (Jack) Vance, conosciuto come “il paesaggista della fantascienza”. Le sue opere descrivono eventi, persone e luoghi in modo semplice e accurato, portando il lettore a immedesimarsi nella storia fino a diventarne il protagonista. Sono film, dove il regista scompare di proposito. Lo stesso Vance afferma: “Il più grande complimento che uno scrittore possa ricevere è che il lettore non sia conscio della sua presenza.”

Anche nell’autobiografia Vance non esprime giudizi e opinioni personali. Racconta la gioventù e i primi difficili anni, le esperienze lavorative, l’incontro con Norma, moglie e compagna di tutte le avventure, la nascita del figlio John, la passione per le barche e la musica jazz, i numerosi viaggi e le amicizie consolidate nel corso degli anni. Nonostante faccia di tutto per nascondersi ancora, proprio questa riservatezza rivela la sua profondità di pensiero.

Finalmente riusciamo a conoscere Jack.

Accompagnano la narrazione le fotografie dell’archivio di casa Vance che si estende per quasi un secolo. Tutto è raccontato con ironia e spirito, e con una tale vitalità da vincere il premio Hugo nel 2010.

L'autore

Jack Vance (1916-2013) è stato uno dei più grandi autori di fantascienza e fantasy, e certamente tra i più amati dal pubblico. Dopo una serie di lavori di ogni genere, durante la Seconda guerra mondiale si arruola nella marina mercantile e gira il mondo. In questo periodo comincia a scrivere il ciclo della Terra Morente. Tra gli Anni cinquanta e settanta viaggia, in Europa e nel resto del mondo, traendo da queste esperienze esotiche gli spunti per i suoi romanzi: Il pianeta giganteI linguaggi di Pao, il ciclo di Durdane. Nella sua carriera ha scritto decine di romanzi di fantascienza, fantasy e gialli, per un totale di oltre sessanta libri; tra i titoli più famosi ricordiamo i cicli di Lyonesse, dei Principi demoni, di Alastor. Storie ricche di fascino, di personaggi indimenticabili, narrate con uno stile elegante e immaginifico.

Delos Digital insieme in collaborazione Spatterlight si è data l'impegno di riportare sul mercato le opere di questo grande autore.

Jack Vance, Ciao, sono Jack Vance! (e questa storia sono io) (This Is Me, Jack Vance! (Or, More Properly, This Is I)), traduzione: Marco Riva, Delos Digital, Grandi della fantascienza 1, isbn: 9788825410112, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 5,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: