Robert Reed è uno degli autori più brillanti e creativi della fantascienza contemporanea, e la serie della Grande Nave è uno degli esempi più evidenti del suo talento.

La Grande Nave è un'astronave grande come un pianeta, che gira per la galassia. Gente di ogni specie sale, vive a bordo, se ne va. Intere civiltà fioriscono nelle sue valli, e c'è anche una comunità umana. E poi ci sono i Fortunati: esseri microscopici che vivono nella caldera di un vulcano, un vulcano all'interno della Grande Nave.

La caldera della buona sorte è un lungo racconto che esce oggi, a soli 1,99 euro, nella collana diretta da Sandro Pergameno Biblioteca di un sole lontano, con copertina di Tiziano Cremonini.

La caldera della buona sorte

Sinossi

Di Robert Reed abbiamo detto che è un autore prolifico ed eclettico che ama spaziare in tutti i sottogeneri della fantascienza, dalla space opera moderna alle sofisticate estrapolazioni del nostro futuro. Il romanzo breve che qui presentiamo ci riporta ancora una volta all’ambiente ciclopico e affascinante della Grande Nave e ai suoi popoli bizzarri e curiosi, che spesso ci hanno fatto tornare alla mente le magnifiche creazioni planetarie del grande Jack Vance.

Crockett è uno dei giovani fortunati che vivono nel villaggio senza nome che sorge alle pendici della caldera della “buona sorte”. Rincantucciata in una valle dalle pareti scoscese, la minuscola comunità è circondata da tre lati da roccia solida e antica, ma è famosa in tutta la Nave per la “caldera” vulcanica, popolata da miliardi di creature intelligenti di grandezza infinitesimale denominate “Fortunati” . Ogni anno milioni di turisti si recano al villaggio per assistere alle incredibili creazioni dei “Fortunati”, che hanno modificato l’ambiente secondo le loro esigenze, e alle straordinarie eruzioni del vulcano, ma le due affascinanti fanciulle di cui si è incautamente invaghito Crockett nascondono più di un segreto e la sua ricerca di un facile divertimento con le belle turiste si tramuterà presto in una terribile lotta per la sopravvivenza.

L'autore

Nato il 9 ottobre del 1956 a Omaha, nel Nebraska, Robert David Reed ha vinto il premio Hugo nel 2007 con il magnifico romanzo breve A Billion Eves (Un miliardo di donne come Eva, Delos Books) ed è considerato in patria come uno dei massimi scrittori di fantascienza viventi. Eclettico e multiforme, Reed ha al suo attivo più di una dozzina di romanzi (tutti inediti in Italia) e circa duecento racconti e romanzi, tra cui vanno ricordati, oltre al già citato A Billion Eves, anche La verità (The Truth), apparso anch’esso su Odissea Delos, e Celacanti (Coelacanths). Una particolare importanza riveste, all’interno del suo opus letterario, il ciclo dedicato alla Grande Nave, un’immensa astronave che viaggia da millenni attraverso la Galassia, popolata da innumerevoli culture e civiltà umane e aliene. All’interno di questo ciclo si collocano Falsa Identità (Camouflage, 2005), considerato dai critici uno dei momenti più significativi dell’intera serie, La Notte del Tempo (Night of Time, 2003) - entrambi già pubblicati in questa collana, e questo The Caldera of Good Fortune (2007). 

Robert Reed, La caldera della buona sorte (The Caldera of Good Fortune), traduzione: Alberto Meletto, Delos Digital, Biblioteca di un sole lontano 28, isbn: 9788865307151, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 1,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: