Philip K. Dick è stato scoperto dal cinema praticamente in punto di morte. Del primo (e tutt'ora il migliore) film tratto da un suo romanzo, Blade Runner, vide la lavorazione ma morì prima dell'uscita nelle sale.

Da allora non sono stati pochi i film tratti dalle sue opere. Soprattutto da racconti brevi, come Atto di forza, Minority Report, Paycheck, Next, con risultati alterni, ma in generale dickianamente parlando tutti più o meno insoddisfacenti. Ma la cosa che ci colpiva era che l'interesse di Hollywood sembrava convergere sulle opere minori, mentre i più grandi capolavori di questo autore restavano ignorati.

Forse non è più così. Michel Gondry, ispirato regista del dickianissimo Se mi lasci ti cancello, è intenzionato a trarre un film da Ubik; Howard Brenton, invece, sta lavorando alla riduzione televisiva di La svastica sul sole. Soddisferanno le nostre attese?

Ubik e Blade Runner: due visioni di un futuro che è già presente

Una riflessione su due capolavori del grande scrittore americano.

Salvatore Chianese, 1/11/2018

Fantascienza.com, il meglio della settimana scozzese

Nella settimana del referendum che ha scosso le fondamenta dell'Europa la notizia più letta riguarda la serie tv...

S*, 21/09/2014

Niente Ubik per Michel Gondry?

L'autore e regista francese abbandona il progetto di trasposizione di uno dei romanzi più famosi di Philip K. Dick....

Maurizio Del Santo, 9/05/2014