"Truly amazing", così la LucasFilm ha definito Dark Resurrection, il film amatoriale diretto da Angelo Licata e prodotto dalla Riviera Film. Amatoriale, perché per poter usare liberamente l'ambientazione della saga di Star Wars senza ricevere spiacevoli lettere dagli avvocati di George Lucas la condizione è che non se ne ricavino introiti economici. Ma l'amatorialità finisce lì, perché sotto tutti gli altri aspetti Dark Resurrection è un prodotto professionale che non stona neppure messo vicino ai suoi ispiratori.

Licata e il suo staff ora è al lavoro sul secondo film, il volume 2, la cui sceneggiatura, molto ambiziosa, richiederà uno sforzo di un ordine superiore a quello del primo film (chi volesse partecipare, con donazioni o per fare la comparsa, trova indicazioni sul sito www.darkresurrection.com). Ma prima del rilascio di questa nuova impresa è in lavorazione una sorta di prequel, il Volume 0, che sarà pronto entro quest'anno.

Nel cast anche due attori professionisti, Nina Senicar, conosciuta dal pubblico per la sua partecipazione a L’isola dei famosi e per aver affiancato il conduttore televisivo Enzo Iacchetti nella trasmissione Velone, e l'americano Daniel McVicar, volto noto della soap opera Beautiful che ha già lavorato con i registi italiani Fausto Brizzi, Giulio Manfredonia e i Manetti Bros. Nina Senicar e Daniel McVicar vestiranno i panni dei guardiani del tempio di Eron, li aspetta una scena molto impegnativa, di grande prestanza fisica, per la quale dovranno apprendere l’arte del combattimento con le spade laser.

Le ultime scene saranno girate in una splendida località affacciata sul mare della costa ligure. Il regista e il suo gruppo di lavoro saranno impegnati nella realizzazione di un’imponente scena di guerra, che vedrà lo scontro tra i sanguinari guerrieri Daikas e i guardiani del tempio di Eron, custodi del segreto della Forza.Saranno tre giornate d’intensissimo lavoro, che porteranno sul set moltissime comparse provenienti da tutta Italia. Gente comune, che spinta dalla passione per Dark Resurrection, ha voluto entrare a far parte di questo splendido ingranaggio cinematografico, realizzando con le proprie mani il costume dei guerrieri Daikas.

Terminate le riprese la parola passerà allo staff tecnico per la post produzione del film, ovvero la realizzazione di tutti gli effetti speciali visivi, che in un film di questo tipo sono molto impegnativi. L’uscita del volume 0 è prevista per fine anno.

È già stato distribuito in rete un trailer che ha avuto un grandissimo numero di visioni e grande apprezzamento. Ve lo proponiamo, e se non l'avete ancora visto sotto vi proponiamo anche il film del Volume 1, per intero.

Se n'è andato Diego Casciola, coproduttore di Dark Resurrection

Insieme ad Angelo Licata aveva lavorato a Closer e a Dark Resurrection Volume 0. Aveva solo 46 anni

S*, 3/11/2014

Closer, sci-fi italiana alla conquista dei mercati internazionali

I produttori di Dark Resurrection, uno dei fan film ispirati a Star Wars di maggior successo, hanno...

Alessandro Murè, 8/02/2014

Al via il crowdfunding per Dark Resurrection vol. 2

Il fan-made film ambientato nell'universo di Star Wars proverà a ripetere il successo dei due precedenti...

Alessandro Murè, 24/01/2014