Lucca Comics And Games

Il nuovo Thor sarà più cupo del predecessore

Parola di Chris Hemsworth. Thor: The Dark World sarà un film dai toni più duri, cupi e lontani anni luce dal primo capitolo. Sarà molto più vicino alle saghe vichinghe, con set e armature più reali e una Asgard più concreta.

Non è più tempo di giocare... ingrandisci

Forse non avremo un Iron Man 3 così serio come sembra dal trailer, ma secondo Chris Hemsworth il suo Thor: The Dark World sarà il film più cupo e aggressivo del mondo Marvel. Questo è dovuto anche al contributo del regista Alan Taylor, talento rubato alla serie Game of Thrones, che sta portando lo stesso approccio tangibile alla costruzione dei nove regni della mitologia nordica che ha contraddistinto la sua visione di Westeros ed Essos.

 

Hemsworth ha più volte espresso il suo apprezzamento per la volontà di rendere più realistici i mondi di Thor e lo ha ripetuto in una recente intervista con Empire, dove ha raccontato come per alcuni fan del fumetto, il tono del primo film fosse a tratti troppo teatrale (tono ovviamente derivante dalla regia di Kenneth Branagh), mentre l'elevato uso della computer grafica rendeva il tutto a tratti troppo finto. Cosa non destinata a ripetersi col secondo capitolo, dove sono stati realizzati set reali e dove anche le armature risultano più reali e danneggiate.

 


ingrandisci

"Ho visto alcuni dei set e sono incredibili. Ora Asgard ha un look molto più organico e quell'elemento vichingo del popolo Asgardiano, del passato di Thor, è molto più presente."

 

E aggiunge "È molto meno fantascientifico; se guardate Game of Thrones quello che ti colpisce è che ci sono degli elementi mitologici, ma sono molto più organicamente inseriti nella realtà. E direi che è l'obiettivo che abbiamo raggiunto con il nostro secondo round".

 

Riguardo all'evoluzione del suo personaggio: "In un certo senso è tutto molto più difficile adesso. Nel primo film Thor passava da ragazzino insolente a eroe. Il pericolo è: dove vai da qui in poi? Se non cambia, diventa noioso, ma come lo puoi spezzare e ricostruire ancora e avere un arco narrativo, un viaggio interiore?".

 

La discussione sul futuro di Thor come personaggio era complessa: "Abbiamo discusso a lungo, dicendo Ok, qual è il suo grande conflitto adesso? Perché non può più essere il pessimo carattere, sarebbe sciocco, lo abbiamo già fatto. E poi, come inseriamo lo humor? La trovata del pesce fuor d'acqua durante il suo arrivo sulla terra è già stato usato, dovevamo trovare nuovi elementi".

 

Le risposte a queste domande arriveranno l'8 novembre 2013.

Autore: Leo Lorusso - Data: 11 dicembre 2012 - Fonte: http://screenrant.com/chris-hemsworth-thor-dark-world-interview-viking/

Vota questo articolo

Voti dei lettori

4 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Tutto sommato mi sembrano della "buone notizie". Ben venga un taglio più serio e meno teatrale/infantile, speriamo solo che non si vada a parare sul solito conflitto padre/figlio tanto caro agli americani (ma che ci ha rotto pesantemente le balle). La mitologia nordica ha un innegabile fascino, se riescono a tirar fuori una buona sceneggiatura gli perdono il meno fantascientifico... :wink:

» postato da senji alle 12:45 del 11-12-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.