Lucca Comics And Games

Curiosity trova le tracce della vita su Marte?

Una dichiarazione clamorosa, "Curiosity ha fatto una scoperta tale da essere scritta nei libri di storia", purtroppo smentita quasi subito.

ingrandisci

Le esperienze passate hanno insegnato alla NASA la prudenza. Prima di procedere con annunci clamorosi bisogna controllare bene, le dichiarazioni ufficiali devono arrivare quando ogni dubbio è stato fugato. Ma John Grotzinger, geologo specializzato nelle richerche sul suolo marziano, si è lasciato sfuggire che Curiosity aveva fatto una scoperta importantissima, tale da essere scritta nei libri di storia.

 

L'ovvia deduzione è che il laboratorio chimico in dotazione al piccolo rover avesse scoperto le prove che su Marte era esistita la vita. Ma il direttore del Jet Propulsion Laboratory della Nasa Charles Elachi ha spento gli entusiasmi, affermando che era stata scoperta la presenza di carbonio, elemento estremamente comune (soprattutto nella forma di anidride carbonica) e in particolare di molecole organiche, ovvero quei composti del carbonio che costituiscono i "mattoni" della vita, ma non sono necessariamente di origine biologica; in altre occasioni sono state scoperte su comete o altri corpi celesti del sistema solare, e la loro presenza non è un indizio della presenza di vita, pur essendo — a quando ne sappiamo — una condizione necessaria.

 

Quindi per il momento la grande scoperta è rimandata, Curiosity sta peraltro accumulando dati molto interessanti. Il piccolo rover ha per esempio scoperto la presenza di conglomerati, un tipo di roccia che si forma grazie all'azione di acqua corrente, ma questo si limita a confermare la presenza di acqua liquida sulla superficie marziana in un lontano passato.

 

La delusione è grande, ma la dichiarazione di Grotzinger è abbastanza strana da alimentare le teorie degli amanti della dietrologia. La fuga di notizie e la smentita potrebbero essere un sofisticato gioco mediatico della NASA, che cerca di mantenere alta l'attenzione sul suo progetto più avanzato, cosa che in tempi di tagli al bilancio potrebbe tornare utile.

 

Oppure l'intervento di Elachi potebbe non essere altro un tappo messo in tutta fretta su una fuga di notizie. L'umanità non è ancora pronta a sapere davvero la verità su Marte?

 

Autore: Giampaolo Rai - Data: 3 dicembre 2012

Vota questo articolo

Voti dei lettori

8 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 c'è da dire che il JPL sta giocando molto coi social network per mantenere sempre alto l'interesse sul progetto... può darsi che stiano cercando (a volte in modo maldestro) di generare un po' di hype!

» postato da Andrea Pagani alle 15:40 del 03-12-2012

2 credo che questo articolo spieghi un po' meglio cosa c'è dietro: http://www.keplero.org/2012/11/un-cold-case-marziano.html

» postato da Nikita alle 15:59 del 03-12-2012

3 Ho seri dubbi che si possa riaprire la questione, dopotutto gli esperimenti si basano su congetture, e non sarebbero comunque probanti anche nel caso della scoperta di molecole organiache. Una cosa importante, ma le cose da libro di storia sono diverse.

» postato da Anacho alle 22:40 del 03-12-2012

4 più che altro credo vogliano confermare che la nascita della "vita" non è un evento poi così improbabile... che poi riesca a evolbversi molto è un altro discorso, ma comunque organismi molto semplici possono essere relativamente comuni

» postato da Andrea Pagani alle 08:36 del 04-12-2012

5 Beh, sarebbe una prova schiacciante sull'origine della vita dallo spazio, perchè di sicuro su Marte non ce l'abbiamo portata noi (oddio...). La setssa teoria è in piedi anche per l'origine della vita terrestre, e a questo punto reggerebbe l'idea di una inseminazione universale, e dunque anche di una diffusione OVUNQUE ci siano le condizioni per svilupparsi. Si potrebbe teorizzare che la vita è dunque presente in maniera massiccia nell'Universo, con tutte le cautele del caso.

» postato da Muhammed el Tobanis alle 09:46 del 04-12-2012

6 Una piccola ma importante nota. Erroneamente è stato riportato "il carbonio, elemento estremamente comune che è alla base della vita come noi la conosciamo, e di alcune molecole organiche". Le molecole organiche sono definite dalla presenza del carbonio. E' una definizione abbastanza repentina ma è del 1800. Questa abbiamo e questa dobbiamo utilizzare. Quindi per riassumere: la grafite è organica, il metano è organico. L'acqua no.

» postato da (Andrea Pagliarani) alle 10:15 del 04-12-2012

7 «Una piccola ma importante nota. Erroneamente è stato riportato "il carbonio, elemento estremamente comune che è alla base della vita come noi la conosciamo, e di alcune molecole organiche". Le molecole organiche sono definite dalla presenza del carbonio. E' una definizione abbastanza repentina ma è del 1800. Questa abbiamo e questa dobbiamo utilizzare. Quindi per riassumere: la grafite è organica, il metano è organico. L'acqua no.» No, scusami, non è come dici tu: "organico" non vuol dire che contiene carbonio, la definizione à più stringente. L'anidride carbonica non è una molecola organica, per esempio. S*

» postato da S* alle 10:57 del 04-12-2012

8 «Beh, sarebbe una prova schiacciante sull'origine della vita dallo spazio, perchè di sicuro su Marte non ce l'abbiamo portata noi (oddio...). La setssa teoria è in piedi anche per l'origine della vita terrestre, e a questo punto reggerebbe l'idea di una inseminazione universale, e dunque anche di una diffusione OVUNQUE ci siano le condizioni per svilupparsi. Si potrebbe teorizzare che la vita è dunque presente in maniera massiccia nell'Universo, con tutte le cautele del caso.» Oppure che date determinate condizioni di partenza (distanza dal sole, presenza di acqua, certe dimensioni etc... e Marte ha parecchie somiglianze) è possibile la formazione di molecole organiche precursori della vita. Ovvero che le reazioni di base possono accadere ovunque nell'Universo così come le reazioni stellari avvengono ovunque... Poi sta all'evoluzione (in senso molto allargato, perché le condizioni ambientali che devono esserci sono tante) che la cosa si sviluppi oppure no... Comunque ho letto che si tratta di reazioni che hanno dato un composto organico a base di carbonio e cloro, o meglio di metano (CH4), ma non specifica quanto complessa. E poi conta per la prova (se non è stato portato dalla Terra per sbaglio) che c'è il carbonio che nelle precedenti missioni non era stato trovato e dei perclorati

» postato da Otrebla alle 14:22 del 04-12-2012

9 ««Beh, sarebbe una prova schiacciante sull'origine della vita dallo spazio, perchè di sicuro su Marte non ce l'abbiamo portata noi (oddio...). La setssa teoria è in piedi anche per l'origine della vita terrestre, e a questo punto reggerebbe l'idea di una inseminazione universale, e dunque anche di una diffusione OVUNQUE ci siano le condizioni per svilupparsi. Si potrebbe teorizzare che la vita è dunque presente in maniera massiccia nell'Universo, con tutte le cautele del caso.» Oppure che date determinate condizioni di partenza (distanza dal sole, presenza di acqua, certe dimensioni etc... e Marte ha parecchie somiglianze) è possibile la formazione di molecole organiche precursori della vita. Ovvero che le reazioni di base possono accadere ovunque nell'Universo così come le reazioni stellari avvengono ovunque... Poi sta all'evoluzione (in senso molto allargato, perché le condizioni ambientali che devono esserci sono tante) che la cosa si sviluppi oppure no... Comunque ho letto che si tratta di reazioni che hanno dato un composto organico a base di carbonio e cloro, o meglio di metano (CH4), ma non specifica quanto complessa. E poi conta per la prova (se non è stato portato dalla Terra per sbaglio) che c'è il carbonio che nelle precedenti missioni non era stato trovato e dei perclorati» Evvia! adesso sappiamo dove andare a prendere la materia prima per fare i detersivi!

» postato da Paolocosmico alle 21:56 del 04-12-2012

10 ««Una piccola ma importante nota. Erroneamente è stato riportato "il carbonio, elemento estremamente comune che è alla base della vita come noi la conosciamo, e di alcune molecole organiche". Le molecole organiche sono definite dalla presenza del carbonio. E' una definizione abbastanza repentina ma è del 1800. Questa abbiamo e questa dobbiamo utilizzare. Quindi per riassumere: la grafite è organica, il metano è organico. L'acqua no.» No, scusami, non è come dici tu: "organico" non vuol dire che contiene carbonio, la definizione à più stringente. L'anidride carbonica non è una molecola organica, per esempio. S*» Pienamente d'accordo (la grafite organica? :boh: ). Tuttavia le molecole organiche sono tutte a base di carbonio, non solo alcune, e poi sono alla base della vita. Quindi magari non è del tutto priva di merito l'idea che quella frase potrebbe essere migliorata. Tutto questo, naturalmente e come sempre ... imho.

» postato da AKKA alle 23:43 del 04-12-2012

11 «Pienamente d'accordo (la grafite organica? :boh: ). Tuttavia le molecole organiche sono tutte a base di carbonio, non solo alcune, e poi sono alla base della vita. Quindi magari non è del tutto priva di merito l'idea che quella frase potrebbe essere migliorata. Tutto questo, naturalmente e come sempre ... imho.» No, scusa anche tu, leggi la frase per intero: "era stata scoperta la presenza di carbonio, elemento che bla bla, e di alcune molecole organiche". Inoltre la vita sulla terra è a base carbonio, non a base molecole organiche, anche se certamente le molecole organiche sono fondamentali per la vita. La frase mi pare assolutamente corretta. S*

» postato da S* alle 08:13 del 05-12-2012

12 Di sicuro la grafite non è organica... a meno che tu non sia un cylon

» postato da Otrebla alle 09:53 del 05-12-2012

13 S*. Anni fa abbandonai il forum per via del tuo so tutto. In alcuni post fa andasti a cercare su wiki. Fallo anche adesso. Sei chimico, sei fisico, sei non lo so? Non mi interessa ma almeno abbi l'umiltà di ascoltare gli altri, grazie. Aspetta, posto io: La chimica organica si occupa delle caratteristiche chimiche e fisiche delle molecole organiche. Si definiscono convenzionalmente composti organici i composti del carbonio con eccezione degli ossidi, monossido e diossido, e dei sali di quest'ultimo: anione idrogenocarbonato ed anione carbonato rispettivamente, derivati solo formalmente dall'acido carbonico (in realtà inesistente in soluzione acquosa), oltre ad altre piccole eccezioni. Firmato uno che ci lavora cogli organici.

» postato da (Andrea Pagliarani) alle 11:26 del 05-12-2012

14 Per chi è sorpreso. Si, anche la grafite è organica come la diossina a esempio. Ripeto, la definizione di chimica organica è abbastanza tagliata con l'accetta e ciò è dovuto alle origini storiche della sua definizione. Tutto qui. Quindi è semplice: ovunque ci sia del C e non si tratti si sali o di ossidi siamo nella famiglia degli organici. Poi ovviamente ci sono una miriade di casi particolari ma il 99% dei casi (o giù di li) la definizione più stringente è valida.

» postato da (Andrea Pagliarani) alle 11:37 del 05-12-2012

15 «S*. Anni fa abbandonai il forum per via del tuo so tutto.» “People who think they know everything are a great annoyance to those of us who do.” (Isaac Asimov) :lol:

» postato da AKKA alle 14:04 del 05-12-2012

16 Dimenticavo ... «In alcuni post fa andasti a cercare su wiki. Fallo anche adesso. Sei chimico, sei fisico, sei non lo so? Non mi interessa ma almeno abbi l'umiltà di ascoltare gli altri, grazie. Aspetta, posto io: La chimica organica si occupa delle caratteristiche chimiche e fisiche delle molecole organiche. Si definiscono convenzionalmente composti organici i composti del carbonio con eccezione degli ossidi, monossido e diossido, e dei sali di quest'ultimo: anione idrogenocarbonato ed anione carbonato rispettivamente, derivati solo formalmente dall'acido carbonico (in realtà inesistente in soluzione acquosa), oltre ad altre piccole eccezioni. Firmato uno che ci lavora cogli organici.» Ma la grafite non è un composto del carbonio ... E' carbonio puro. "Un composto chimico è una sostanza formata da due o più elementi, con un rapporto fisso tra di loro che ne determina la composizione" (fonte wikipedia) Appunto ... Altrimenti anche il diamante dovrebbe essere un composto organico (ora mi dirai che lo è ... Me la sono cercata) Firmato uno che ci scarabocchia con la grafite!

» postato da AKKA alle 14:12 del 05-12-2012

17 Avete ragione voi, che vi devo dire. Ma è così difficile cercare e leggere una definizione? Tu AKKA puoi scrivere con tutte le matite, penne, tastiere possibili ma un composto organico rimane sempre quello. Quindi, consiglio a qualsiasi studente di non parlarne all'esame di chimica organica. Sapete, la comunità scientifica non è ancora pronta per tali rivelazioni. Comunque S*. Mai il coraggio di un passo indietro? Complimenti per tutto il pesce!

» postato da (Andrea Pagliarani) alle 14:28 del 05-12-2012

18 «Avete ragione voi, che vi devo dire. Ma è così difficile cercare e leggere una definizione? Tu AKKA puoi scrivere con tutte le matite, penne, tastiere possibili ma un composto organico rimane sempre quello.» Ok, la battuta era carina, ma le altre cose che ho scritto? Il fatto che la grafite non sia un composto e che quindi non rientri nella definizione da te riportata? (E poi ero curioso di sapere se il diamante è un composto organico) «Quindi, consiglio a qualsiasi studente di non parlarne all'esame di chimica organica. Sapete, la comunità scientifica non è ancora pronta per tali rivelazioni. Comunque S*. Mai il coraggio di un passo indietro? Complimenti per tutto il pesce! » Ottimo consiglio ma superfluo, visto che la grafite non c'è nei programmi dei corsi di chimica organica.

» postato da AKKA alle 14:52 del 05-12-2012

19 «S*. Anni fa abbandonai il forum per via del tuo so tutto. In alcuni post fa andasti a cercare su wiki. Fallo anche adesso. Sei chimico, sei fisico, sei non lo so? Non mi interessa ma almeno abbi l'umiltà di ascoltare gli altri, grazie.» Andrea, non sono né fisico né chimico. Ho qualche base di aritmetica, che mi insegna che 99 è meno di 100. E visto tra l'altro che quell'1% numerico di comprende probabilmente una bella percentuale quantitativa delle molecole che contengono carbonio nell'universo - chissà, magari anche il 99%? - continuo a essere convinto che trovare carbonio e trovare molecole organiche sono due cose diverse. S*

» postato da S* alle 15:06 del 05-12-2012

20 NASA: carbonio su Marte Il tanto atteso annuncio è finalmente arrivato. Curiosity avrebbe individuato elementi essenziali per le forme di vita organica. Ma l'ente spaziale non si sbilancia sulle implicazioni Roma - Doveva entrare nei libri di storia della scienza e dell'esplorazione spaziale, finirà probabilmente con l'occupare un trafiletto in sesta pagina nei giornali della domenica: è l'atteso annuncio di NASA sull'ultima scoperta fatta dal rover Curiosity, una scoperta che c'entra con la vita organica ma anche no. E forse è tutta un'altra cosa. Nei giorni scorsi NASA aveva subodorato il potenziale flop comunicativo, tentando - invano? - di raffreddare gli animi e spegnere l'immaginazione galoppante: in breve, il rover ha analizzato chimicamente il suo primo esemplare di roccia marziana, e dall'analisi sono venute fuori (tra le altre cose) evidenti tracce di carbonio. Il carbonio è un elemento centrale attorno a cui si sviluppa la "vita" come noi la conosciamo, e Curiosity ha scovato tracce di CO assieme a idrogeno e cloro "cuocendo" ad alte temperature un frammento di roccia, analizzando poi le tracce gassose scaturite dal processo. carbonio e gli altri elementi appena trovati su Marte sono essenziali per la vita, certo, ma non portano necessariamente alla formazione di composti organici e NASA ci tiene a precisarlo: "Non abbiamo fatto alcuna scoperta definitiva di composti organici marziani" ha dichiarato lo scienziato dell'agenzia spaziale Paul Mahaffy. Il carbonio individuato da Curiosity potrebbe venire da composti inorganici come le rocce carbonatiche, spiega NASA, o magari si tratta semplicemente di una "contaminazione" estranea al pianeta rosso - un elemento esterno che il rover ha portato lassù dalla Terra. Per fugare del tutto quest'ultima ipotesi occorrerà del tempo: maggiore sarà il numero di esemplari analizzati da Curiosity, maggiore sarà la possibilità di verificare la consistenza dei dati raccolti sulla composizione chimica delle rocce e del suolo alieno.

» postato da jetscrander alle 15:15 del 05-12-2012

21 Da tutto ciò capisco che quando il primo astronauta passeggerà per Marte, se gli viene in mente, per prendere un appunto, scarabocchia con un sasso marziano. Matita rossa, direi, tra l'altro. :P

» postato da Muhammed el Tobanis alle 15:31 del 05-12-2012

22 Ragazzi, vi ho fatto notare che la frase riportata nell'articolo è fuorviante e palesemente sbagliata. Vi ho scritto la definizione di materiale organico. Il resto fatelo voi. Ripeto così da spiegarmi meglio. L'autore dell'articolo scirve " il carbonio [] è alla base della vita come noi la conosciamo, e di alcune molecole organiche". Sbagliato. Il carbonio è la base di tutte le molecole organiche. Quindi tutte le molecole organiche e materiali organici hanno il carbonio. Facile e semplice ma, come al solito, il grande capo ha preso la sua strada evitando l'ovvio errore per concentrarsi sul suo sofismo dove si questiona l'inverso. Nulla di nuovo sotto il sole. Buona giornata!

» postato da (Andrea Pagliarani) alle 17:20 del 05-12-2012

23 «Ragazzi, vi ho fatto notare che la frase riportata nell'articolo è fuorviante e palesemente sbagliata. Vi ho scritto la definizione di materiale organico. Il resto fatelo voi. Ripeto così da spiegarmi meglio. L'autore dell'articolo scirve " il carbonio [] è alla base della vita come noi la conosciamo, e di alcune molecole organiche". Sbagliato. Il carbonio è la base di tutte le molecole organiche. Quindi tutte le molecole organiche e materiali organici hanno il carbonio. Facile e semplice ma, come al solito, il grande capo ha preso la sua strada evitando l'ovvio errore per concentrarsi sul suo sofismo dove si questiona l'inverso. Nulla di nuovo sotto il sole. Buona giornata!» Andrea, ma ti pagano per venire qui a trollare o è un tuo hobby? Ho già chiarito - cosa peraltro evidente leggendo tutta la frase - che "di alcune molecole organiche" è riferito a "presenza" non a "alla base". E che cavolo, piantala un po' e vai a prenderti una camomilla. S*

» postato da S* alle 17:48 del 05-12-2012

24 Andando un po più sul tecnico. Ricordo che la definizione di chimica organica è anzianotta e quindi a volte semplicistica e a volte raggirata. In pratica, i materiali che contengono carboni legati per legame covalente sono caratterizzati da orbitali di tipo sp2. Quindi, per estensione rientrano materiali come la grafite, il grafene, i nanotubi e i fullereni. Il diamante invece ha legami C-C con orbitali di tipo sp3 che sono responsabili della sua struttura 3D e proprietà meccanico/elettriche completamente diverse. In questo caso si parla di carbonio inorganico. E con questo spero di aver chiarito il dubbio di AKKA a cui però devo dire che la grafite e il grafene io li ho studiati anche a chimica organica e non penso per una scelta eretica del mio professore. Spero di essere stato chiaro al di là delle (solite) polemiche.

» postato da (Andrea Pagliarani) alle 18:00 del 05-12-2012

25 «Andando un po più sul tecnico. Ricordo che la definizione di chimica organica è anzianotta e quindi a volte semplicistica e a volte raggirata. In pratica, i materiali che contengono carboni legati per legame covalente sono caratterizzati da orbitali di tipo sp2. Quindi, per estensione rientrano materiali come la grafite, il grafene, i nanotubi e i fullereni. Il diamante invece ha legami C-C con orbitali di tipo sp3 che sono responsabili della sua struttura 3D e proprietà meccanico/elettriche completamente diverse. In questo caso si parla di carbonio inorganico. E con questo spero di aver chiarito il dubbio di AKKA a cui però devo dire che la grafite e il grafene io li ho studiati anche a chimica organica e non penso per una scelta eretica del mio professore. Spero di essere stato chiaro al di là delle (solite) polemiche.» Grazie della spiegazione più precisa anche se un po' tecnica. Allora siamo d'accordo che carbonio e molecole organiche sono due insiemi diversi, mi pare. Da parte mia ho cambiato un po' la frase in modo che sia più chiara e le concordanze non inducano dubbi. S*

» postato da S* alle 18:20 del 05-12-2012

26 Ottimo. Grazie e buona giornata.

» postato da (Andrea Pagliarani) alle 09:54 del 06-12-2012

27 Ma come è già finita proprio adesso che mi stavo divertendo 8)

» postato da jetscrander alle 10:01 del 06-12-2012

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.