Lucca Comics And Games

I fantasmi secondo Richard Matheson

Fanucci pubblica Ghost, un romanzo inedito in Italia dall’autore di capolavori come Io sono leggenda.

Fanucci Editore ha appena pubblicato un romanzo del grande Richard Matheson. Si tratta di Ghost (Earthbound, 1982), che stranamente non è stato mai tradotto nel nostro paese. Per i tanti estimatori di Matheson questa sarà un'estate da ricordare in quanto nel giro di poche settimane possono godersi questo romanzo e molti suoi racconti contenuti nell'antologia pubblicata lo scorso mese sempre da Fanucci con il titolo I migliori racconti.

 

Il romanzo Earthbound fu pubblicato nel 1982 con lo pseudonimo Logan Swanson. In seguito lo scritto fu ripreso e modificato dall’autore. Ghost racconta di una coppia di coniugi, David ed Ellen, che vivono a Los Angeles e sono sposati da oltre vent’anni. I due si recano a Logan Beach, località di vacanze vicino a New York dove hanno passato la loro luna di miele, nel tentativo di ricucire il loro rapporto in crisi per il tempo passato, ma anche per una storia di infedeltà che Ellen non riesce a perdonare al marito.

 

È inverno e la cittadina, piena di vita in estate, sembra quasi morta. Negli anni trascorsi molte cose sono cambiate e i due coniugi devono adattarsi ad andare ad abitare in un cottage vicino al mare. Nel cottage però non sono soli. Ogni volta che Ellen esce oppure quando va a dormire, si fa avanti una bellissima donna. Si chiama Marianna e in poco tempo seduce David. I due hanno convegni amorosi in una stanza segreta del cottage. Marianna è un fantasma che si rifiuta di lasciare la vita terrena e a ogni appuntamento David ne diventa sempre più succube. La "donna" lo spinge a livelli più profondi di ossessione con perdita di volontà e moti irrazionali. L’uomo cercherà di uscire da questa spirale perversa che potrebbe minare la sua sanità mentale. La lotta avrà un finale imprevedibile.

 

Un brano dal testo. Non seppe mai per quanto tempo restò lì a essere osservato. Tutto a un tratto, semplicemente, sentì che qualcuno lo stava fissando. Si voltò e vide una figura in piedi sulla soglia. "Credevo che fossi andata a fare una passeggiata" disse. Non ci fu risposta. "Allora?"

Ancora nessuna risposta. David aggrottò la fronte. "Non vuoi nemmeno parlarmi?" domandò. La figura rimase in silenzio. "Ellen?" Adesso nella sua voce c'era qualcosa di più del fastidio: un accenno di inquietudine. "Cosa succede?"

Trattenne il fiato quando una giovane donna fece un passo in avanti verso la luce della luna e lo fissò. Mentre l'iniziale sorpresa declinava, David notò che era la donna più bella che avesse mai visto in tutta la sua vita: capelli nerissimi lunghi fino alle spalle, lineamenti perfetti, come intarsiati nell'avorio. I piedi erano nudi e sporchi di sabbia.

David deglutì. "Posso esserle utile?" si sentì domandare.

La donna mormorò: "Terry?" David la fissò in preda alla confusione. Quando pronunciò quel nome per la seconda volta rispose: "No, mi dispiace. Io sono..." Si interruppe rabbrividendo al suono che lei emise: per metà gemito, per metà convulsa inalazione. Per un momento ebbe l'impressione che sarebbe scoppiata a piangere.

 

L’autore. Richard Matheson, nato nel New Jersey nel 1926, ha forgiato il gusto e le caratteristiche del fantastico contemporaneo, influenzando profondamente altri linguaggi, dal cinema ai fumetti ai videogiochi. Ha scritto alcuni degli episodi più memorabili di Ai confini della realtà, e alcuni suoi romanzi sono stati adattati per il grande schermo, fra cui Tre millimetri al giorno e Io sono leggenda, che ha ispirato ben tre film, di cui l'ultima versione (del 2008) dal titolo omonimo è stata diretta da Francis Lawrence, con protagonista Will Smith. Matheson ha vinto numerosi premi, tra cui l'Edgar Allan Poe e un Bram Stoker alla carriera. Fanucci Editore ha pubblicato anche Ricatto mortale, Io sono Helen Driscoll, La casa d'inferno, Tre ore di pura follia, Altri regni e le antologie Duel e altri racconti, The Box e altri racconti, che ha ispirato la pellicola del regista Richard Kelly (2010), Incubo a seimila metri e I migliori racconti.

 

La quarta di copertina. A due passi da New York esiste una località chiamata Logan Beach. D'estate è una frequentata stazione di villeggiatura, ma d'inverno ha un'atmosfera da vecchia America dimenticata, angosciosa e rarefatta: un litorale battuto dal vento e dalla pioggia, una grande casa in cima a una scogliera, una villetta sulla sabbia e il resto del mondo lontano come non mai. Proprio qui, e proprio in un inverno più inclemente del solito, si rifugiano David ed Ellen, una matura coppia di coniugi, con la speranza di ricucire in qualche modo il loro rapporto in crisi da anni, lontani dall'assolata California e da una storia di infedeltà che Ellen non riesce a perdonare. Ma l'insidia è dietro l'angolo, nella persona di un'enigmatica e bellissima ragazza che compare all'improvviso dal nulla e che pian piano si insinua nella vita di David fino a sconvolgerla, facendo leva sulle sue debolezze. Chi è questa donna di nome Marianna? Da dove viene? E soprattutto, cosa vuole? David dovrà affrontare e sconfiggere i propri demoni, anche quelli più inconfessati: in ballo non c'è più soltanto il suo matrimonio, ma la sua sanità mentale e la sua stessa vita.

 

Richard Matheson, Ghost (Earthbound, 1989)

Traduzione Maurizio Nati, Fanucci Editore, collana 20esima, pagg. 237, euro 10,00

Autore: Pino Cottogni - Data: 8 agosto 2011

Vota questo articolo

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 "Io sono Helen Driscoli"? ;-)

» postato da tzenobrite alle 07:54 del 08-08-2011

2 Non credo sia lo stesso... :?:

» postato da Micronaut alle 15:16 del 09-08-2011

3 «"Io sono Helen Driscoli"? ;-)» Corretto grazie S*

» postato da S* alle 17:44 del 09-08-2011

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.