007 Quantum of Solace

AZIONE, Quantum of Solace, Usa, 2008 - regia di Marc Forster - scritto da Robert Wade, Neal Purvis, Paul Haggis - con Daniel Craig, Gemma Arterton, Jeffrey Wright, Mathieu Amalric, Giancarlo Giannini, Anatole Taubmann, Judi Dench, Olga Kurylenko - durata: 106 minuti - distribuito da Sony Pictures - giudizio: buono

Per la prima volta nella storia di 007, un regista dal piglio autoriale come Marc Forster si misura con la saga bondiana.

Frammentario, elegante, sobrio, ma al tempo stesso sofisticato e molto distante da tanti dei film del passato, Quantum of Solace, titolo ispirato da un racconto di Ian Fleming,  esplora il desiderio di vendetta di James Bond.

Sequel di Casino Royale, il film inizia pochi minuti dopo la fine dell'altro con 007 che torna in azione per capire chi ha ucciso Vesper, la donna che amava.

Daniel Craig riprende il ruolo della spia più famosa del mondo e continua l'esplorazione realistica di questa figura che sebbene sia più sarcastica che ironica, appare come molto più radicata nella realtà e sicuramente più vicina all'idea che ne aveva Ian Fleming.

Ancora una volta, però, come spesso è accaduto negli ultimi anni, le suggestioni delle tematiche politiche e ambientali permea la struttura di un film di grande intrattenimento.

Mathieu Almeric, attore noto per i suoi ruoli in pellicole d'autore francesi e soprattutto per la sua performance in Lo Scafandro e la Farfalla, interpreta il ruolo di Dominic Greene. Un ambiguo uomo d'affari europeo che sullo stile, modellato sull'ambiguo carisma di politici continentali come Nicolas Sarkozy, Tony Blair e Silvio Berlusconi. La sua organizzazione segreta si confronta apertamente con i servizi segreti internazionali offrendo collaborazione nell'ambito di colpi di stato e di rovesciamenti di governi. Il suo obiettivo non è più la conquista del petrolio o dell'uranio, ma quella di risorse naturali come l'acqua che diventano sempre più preziose in un mondo dissestato dal punto di vista ecologico.

Il suo scontro con Bond avrà conseguenze devastanti, soprattutto per le persone che li circondano.

Visvamente molto interessante e decisamente più lineare rispetto al predecessore, Quantum of Solace è afflitto da una serie di dialoghi sicuramente non all'altezza né della storia, né della serie di pellicole. Nonostante questa deficienza, il fascino senza tempo del personaggio, la rilevanza psicologica di una storia di vendetta, la bellezza delle ambientazioni e delle protagoniste femminili come la statuaria dell'attrice ucraina Olga Kurylenko, fanno di questo film, un capitolo interessante della storia di 007 che nel 2012 raggiungerà il mezzo secolo di vita.

Marc Forster insieme a Daniel Craig, con questo film hanno aperto una nuova serie di nuove potenzialità interessanti per il personaggio di James Bond che sarà molto interessante continuare ad esplorare.

 

Quantum of Solace è la conferma che il cinema e non solo ha ancora una volta bisogno di eroi come James Bond la cui determinazione e insofferenza anarchica per regole pericolose è in grado di salvare il mondo.  

Ed è importante notare che rispetto al passato e sicuramente rispetto ai film con Sean Connery, 007 è diventato, oggi, un antieroe, tornando alle radici letterarie dei libri di Ian Fleming.

Di James Bond — come di Batman — abbiamo imparato a conoscere la metà oscura e a 'convivere con essa', perché sicuramente più adatta alla complessità del mondo in cui viviamo oggi.

Autore: Marco Spagnoli - Data: 7 novembre 2008

Notizie correlate

Recensioni di altri film di Marc Forster

007 Quantum of Solace: dai il tuo voto

Voti dei lettori

12 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

11 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 il mondo cambia etc etc, va bene ma se vai a vedere James Bond non cerchi una imitazione di Jason Bourne ma - uno che usa fior di tecnologie futuristiche affidategli da Q, che lo prega di riportargliele intere pur sapendo che non le rivedrà più - uno che ha avventure galanti per così dire con le donne più belle del pianeta - uno che uccide con classe e facendo poi la battutina - uno che prima dei titoli di testa dice "Il mio nome è Bond, James Bond" - uno che beve Martini e non un intruglio a cui manca giusto la benzina ...e con questo film non ci siamo proprio!!!!! Se il personaggio l'avessero chiamato diversamente, il film in sè non sarebbe stato male. Ma come James Bond non va.

» postato da (Roberto Zanin) alle 12:54 del 29-11-2008

2 «il mondo cambia etc etc, va bene ma se vai a vedere James Bond non cerchi una imitazione di Jason Bourne ma - uno che usa fior di tecnologie futuristiche affidategli da Q, che lo prega di riportargliele intere pur sapendo che non le rivedrà più - uno che ha avventure galanti per così dire con le donne più belle del pianeta - uno che uccide con classe e facendo poi la battutina - uno che prima dei titoli di testa dice "Il mio nome è Bond, James Bond" - uno che beve Martini e non un intruglio a cui manca giusto la benzina ...e con questo film non ci siamo proprio!!!!! Se il personaggio l'avessero chiamato diversamente, il film in sè non sarebbe stato male. Ma come James Bond non va.» Esatto, purtroppo. Un grande film d'azione ma non Bond. E come per ST mi chiedo perché...

» postato da Adm.Adama alle 12:57 del 29-11-2008

3 «il mondo cambia etc etc, va bene ma se vai a vedere James Bond non cerchi una imitazione di Jason Bourne ma - uno che usa fior di tecnologie futuristiche affidategli da Q, che lo prega di riportargliele intere pur sapendo che non le rivedrà più - uno che ha avventure galanti per così dire con le donne più belle del pianeta - uno che uccide con classe e facendo poi la battutina - uno che prima dei titoli di testa dice "Il mio nome è Bond, James Bond" - uno che beve Martini e non un intruglio a cui manca giusto la benzina ...e con questo film non ci siamo proprio!!!!! Se il personaggio l'avessero chiamato diversamente, il film in sè non sarebbe stato male. Ma come James Bond non va.» Invece per me questa concezione di Bond che tanto rimpiangete è davvero troppo vetusta per i gusti moderni ma soprattutto per i tempi che corrono. Ora, io quantum of solace l'ho trovato un buon film, ma non eccellente. Ho preferito casinò Royale. Sta di fatto che sono 100% pro-restiling brutale e realistico. Davvero rimpiangete le amenità cartoonesche di Die Another day? Il satellite laserone ciuccia-bomba? la macchina invisibile (sic, sic sic!) e pierce brosnam che fa il surf su un onda in CGI che manco kung fu panda...? Sicuri sicuri? :roll: James bond è dovuto cambiare, pena la morte della serie, IMHO. Si può sempre dare per morta da casinò royale in su e tenersi gli episodi precedenti. :roll:

» postato da Darklight alle 14:35 del 29-11-2008

4 ««il mondo cambia etc etc, va bene ma se vai a vedere James Bond non cerchi una imitazione di Jason Bourne ma - uno che usa fior di tecnologie futuristiche affidategli da Q, che lo prega di riportargliele intere pur sapendo che non le rivedrà più - uno che ha avventure galanti per così dire con le donne più belle del pianeta - uno che uccide con classe e facendo poi la battutina - uno che prima dei titoli di testa dice "Il mio nome è Bond, James Bond" - uno che beve Martini e non un intruglio a cui manca giusto la benzina ...e con questo film non ci siamo proprio!!!!! Se il personaggio l'avessero chiamato diversamente, il film in sè non sarebbe stato male. Ma come James Bond non va.» Invece per me questa concezione di Bond che tanto rimpiangete è davvero troppo vetusta per i gusti moderni ma soprattutto per i tempi che corrono. Ora, io quantum of solace l'ho trovato un buon film, ma non eccellente. Ho preferito casinò Royale. Sta di fatto che sono 100% pro-restiling brutale e realistico. Davvero rimpiangete le amenità cartoonesche di Die Another day? Il satellite laserone ciuccia-bomba? la macchina invisibile (sic, sic sic!) e pierce brosnam che fa il surf su un onda in CGI che manco kung fu panda...? Sicuri sicuri? :roll: James bond è dovuto cambiare, pena la morte della serie, IMHO. Si può sempre dare per morta da casinò royale in su e tenersi gli episodi precedenti. :roll:» Sono appassionata di Bond, lo era mia madre, ho letto tutti i romanzi di Fleming per cui mi permetto di parlare con cognizione di causa. Adesso si possono portare sullo schermo situazioni che nel 62 non era concebile in fatto di linguaggio, sesso e violenza, tutte cose che nei libri esistono. Ma poi abbiamo anche l'umorismo (e Connery resta insuperabile), i gadget (faticano a pagare una coparsa per fare Q), i personaggi ricorrenti (Moneypenny dove sei, meno male che ritorna Felix), i vestiti e l'eleganza (Brosnan aiuto), le frasi di rito (my name is Bond...), il gun-barrel (eresia, alla fine??? ma stanno scherzando), il Martini ed il gusto per il cibo (siano a livelli di McDonalds), le macchine (mitica la maggiolino tra gli uliveti, adesso chi se ne ricorda una), ecc. Non c'è quasi più nulla, anche la sigla è orrenda (andate a riguardarvi quelle psichedeliche dei 70). Non parliamo di Daniel Craig che in confronto a Brosnan (e non dico Connery) sembra un uomo delle caverne a cui dovrebbero insegnere a parlare. Se già si deve rimpiangere Casino Royale siamo massi malissimo perché già quello non era un granchè o meglio è un bel film d'azione, un clone di Bourne di cui abbiamo già dato 3 volte. Se Bond ha successo non è per le trame - quelle sono finite con Moore, dopo si è passati ai racconti o a parti di libri non sfruttate - ma per quel bellissimo mix che Fleming e Broccoli hanno saputo creare fin da Dr.No. Se mettiamo insieme tutti gli elementi cari ai bondiani in tutto ruberai non più di 10 minuti di pellicola, mi stai dicendo che è chiedere troppo oppure il marchio Bond serve ormai solo a fare soldi? http://dave-burke.squarespace.com/storage/Gunbarrel%20background.jpg PS: tu citi gli effetti speciali? ben vengano, non ho nulla in contrario peccato che è tutto il resto che manca :( Che continuino pure a propinarci un attore che non cambia espressione per 120 minuti, io mi consolerò con Connery ed una tarantola che gli cammina sul cuscino.

» postato da Adm.Adama alle 17:57 del 29-11-2008

5 Grazie Adama, ci avrei messo almeno venti minuti a scrivere le mie opinioni sul Bond-Craig, e me li hai risparmiati. Anzi, hai detto esattamente le cose che penso io anche meglio di come le avrei dette io. S*

» postato da S* alle 18:07 del 29-11-2008

6 Il fatto è che tutto quello che voi rimpiangete in bond, (adm.adama ha fatto l'elenco più esauriente degli ormai stucchevoli clichè bondiani), io lo trovo vecchio, stantio e superato. Son giovane, son sprovveduto, sono contento del nuovo bond. 8)

» postato da Darklight alle 23:59 del 30-11-2008

7 Mi schiero pure io con il nuovo Bond e contro il Bond fighetta. Pure io ho letto i (bellissimi, tra l'altro) libri di Fleming, tanto tempo fa. Nei libri, se ben ricordo, Bond è uno che ha problemi, bisogna dirlo. Probabilmente alcolizzato, da quanto beve; fumatore a livelli pazzeschi; trapana un sacco di ragazze di cui non gli frega nulla, che non mi sembra una cosa molto normale o matura. E poi a me Quantum of solace non è dispiaciuto. Direi che l’ultimo 007 è un buon film d’azione. La trama, in realtà, conta poco; si seguono più volentieri le gesta di Bond e dei cattivoni, perché sono tutti dei bei personaggi. Craig è uno 007 sempre più “giusto” … Di certo è il più “vero”, per ora. La Bond – girl di turno è l’emergente (e bella gnocca) Olga Kurylenko, già ammirata in Hitman. Funziona benissimo pure il cattivo di turno, l’attore francese Amalric. C’è pure il nostro Giannini che, anche a non volere essere patriottici, spicca tantissimo SOPRA il resto del cast. Poi c’è il solito contorno, i vari personaggi, inseguimenti, sparatorie, etc… Da ricordare pure un’altra bella gnocca, la Gemma Arterton, che immagino sentiremo ancora. Buca lo schermo, bella è bella, vedremo quanto bravetta (qua ha una parte minore ma azzeccata). Insomma, classico film passatempo che ha tutte le sue cose ai posti giusti e a cui darei un 7. E’ costato uno sproposito di soldi, una cifra enorme, ma si è rifatto delle spese alla grande, andando bene in tutto il mondo, e alla fine ha superato il mezzo miliardo di dollaroni.

» postato da Tobanis alle 11:09 del 18-05-2010

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.