È in corso oggi un review party dedicato all'ebook Addendum alla proposta di legge sul diritto all’autodeterminazione degli oggetti di Sephira Riva, edito da Delos Digital. Cos'è un review party? È una specie di "tour" in cui l'opera viene recensita da una serie di blog, e le recensioni vengono rilanciate sul sito di partenza, che in questo caso è studio83.info, il sito delle curatrici della collana Futuro Presente.

Dal post di studio83.info:

Sephira Riva lavora da tempo sulla narrativa inclusiva, insieme a Gloria Bernareggi, sulle pagine del blog Moedisia.eu e con progetti social seguiti e apprezzati dalla comunità fantasy. Riva è scienziata e  ricercatrice, blogger, scrittrice, e prima autrice italiana a usare la schwa in un testo narrativo 

DICE:

Che i piccoli editori abbiano un ruolo di primaria importanza per la salvaguardia della cosiddetta “bibliodiversità”, è qualcosa che abbiamo sentito un po’ tutt3. “Bibliodiversità” è una parola che suona bene, che riempie la bocca. Ma cosa significa, a conti fatti?

Beh, significa che i piccoli editori sono più propensi a rischiare con opere innovative, fuori dagli schemi o controverse. Che non inseguono una moda, piuttosto costruiscono dal nulla un pubblico.

Perciò, quando un grande editore dà il via a una imponente campagna pubblicitaria in cui sostiene di stare pubblicando il primo esempio di qualsiasi cosa, un po’ di cautela è d’obbligo, sapendo che generalmente la grande editoria non è propensa a innovare, piuttosto a sviluppare.

In questo caso: Mondadori sostiene di stare pubblicando il primo romanzo di narrativa scritto con linguaggio inclusivo, o meglio: scritto con l’utilizzo della schwa. Le due cose non sono sinonimi, ma non staremo ad andare troppo per il sottile in questa sede. Con un po’ di ricerca, scopriamo tuttavia che l’affermazione è errata anche in un altro senso: non è la prima opera di narrativa in cui compare la schwa. Mondadori stessa ha pubblicato in traduzione I diari di Murderboot di Martha Wells, in cui la schwa viene utilizzata dall’io narrante (Murderbot) per riferirsi a gruppi misti di persone.

Allora, precisiamo: Mondadori ha portato al grande pubblico il primo esempio di opera italiana scritta con la schwa?

Al grande pubblico, certo. 

La prima? Di nuovo no!

Questo primato spetta a un piccolo editore, Delos Digital, e sarebbe bello se venisse riconosciuto.

La questione non m’infiamma perché il mio Addendum alla proposta di legge sul diritto all’autodeterminazione degli oggetti sia stato scacciato dal podio: a dirla tutta, mi rende felice ogni segnale di crescita che riguardi la narrativa inclusiva tout court, e l’interesse di un grande editore in merito può fare molto in proposito. 

Mi spiazza però che il coraggio dei piccoli editori sia sempre messo in ombra.

Sì, coraggio: Delos Digital ha dimostrato di averne pubblicando un racconto come “Addendum”, nel panorama conservativo della narrativa di genere in Italia. Pubblicando cioè un’esordiente sconosciuta con un penchant per le desinenze non supportate dai vecchi modelli di e-reader. Ci vuole audacia ad affrontare un lettorato impreparato a trovarsi questioni di genere in un’opera di intrattenimento.

Questo coraggio, questa audacia, è la cifra dei piccoli editori. E questo è la bibliodiversità. È ciò che dovremmo difendere, riconoscendo a chi innova il suo spazio. Anche se i giganti, di spazio, ne lasciano poco.

Sephira Riva

Ecco i blog che partecipano all'iniziativa:

TWINSTA-BOOK di Rossella Auriemma

Il blog Twinsta-book nasce grazie alla passione per la lettura, in particolar modo per l'affezione verso il genere fantasy, che ricorda le fiabe con le quali Rossella (la curatrice di questo spazio) é stata cresciuta fin da piccola. Ora non ha più chi le legge per lei, per cui sopperisce da sola a questa mancanza. Il suo blog é un luogo dove condividere, con chiunque abbia voglia di leggere gli articoli, gioie e dolori relativi alle sue avventure di carta. Si trovano, foto, approfondimenti e recensioni (non sempre positive), ma sicuramente sincere, su tutto ciò che le capita di leggere. 

Addendum alla proposta di legge di autodeterminazione degli oggetti di Sephira Riva - Recensione

Addendum alla proposta di legge di autodeterminazione degli oggetti di Sephira Riva - Recensione

twinsta-book.blogspot.com

Ciao Lettor3, Bentornat3 sul mio blog, prendete una bella tazza di caffé e accomodatevi, perché oggi parleremo di Addendum alla proposta di ...

Leggi

AI MARGINI DEL CAOS di Franco Ricciardiello

Il blog personale di Ricciardiello: Franco Ricciardiello comincia a pubblicare a vent’anni; oggi ha al suo attivo otto romanzi, un manuale di scrittura creativa e quattro libri di narrativa di viaggio dedicati alla letteratura, alla musica e al cinema in altrettante città italiane ed europee. È stato tradotto in Francia, Grecia e Argentina. Ha insegnato per vent’anni scrittura creativa, ed è autore del volume dedicato allo stile letterario nell’enciclopedia a dispense Scrivere di Bompiani-Rizzoli. Ha vinto il premio Urania nel 1998 e il premio Gran Giallo città di Cattolica nel 2004. Attualmente collabora con Pulp Libri, è redattore capo del sito Solarpunk Italia e curatore della collana Atlantis di Delos Digital.

Autonomia e autodeterminazione (degli oggetti)

Autonomia e autodeterminazione (degli oggetti)

AI MARGINI DEL CAOS

Non è un mistero il fatto che in tempi di pandemia il mercato del libro sia in espansione, e com’è naturale le vendite in ebook crescono del doppio rispetto al cartaceo. Una fetta non marginale di …

Leggi

ESERCIZI DI DUBBIO di Silvia Treves

Esercizi di dubbio (http://delirioedubbio.blogspot.com/) è nato come blog scientifico, un volano per affrontare argomenti che altrove non potevano essere approfonditi. Per ragioni personali, è stato molto trascurato negli ultimi anni… È stato risvegliato recentemente per ospitare riflessioni legate all’emergenza climatica e al solarpunk.

Esercizi di dubbio

delirioedubbio.blogspot.com

il blog di Silvia Treves

Leggi

LA BIBLIOTECA DI ZOSMA 

Le recensioni della pagina labiblotecadizosma.blogspot.com sono scritte da una bastian contraria: ama sviscerare ogni dettaglio, anche se cerca di essere imparziale anche nei casi in cui ha molto amato od odiato una storia. Un genere che su questa pagina viene difeso strenuamente è il fantasy, spesso nemmeno trattato come una categoria letteraria. Zosma non è il nome dell’autrice, ma un posto, preso da un libro molto famoso in cui il protagonista può finalmente sentirsi a casa, come si spera accada alle persone che approdano su La Biblioteca di Zosma.

Addendum alla proposta di legge sul diritto all'autodeterminazione degli oggetti

Addendum alla proposta di legge sul diritto all'autodeterminazione degli oggetti

labibliotecadizosma.blogspot.com

Titolo :Addendum alla proposta di legge sul diritto all'autodeterminazione degli oggetti Autrice : Sephira Riva    Lingua originale : italia...

Leggi

RAGGYWORDS

"Quando si parla di Raggywords, si parla principalmente di fantasy in tutte le sue declinazioni e letture che affrontano temi sociali e, cosa più importante, se ne parla con assoluta obiettività. Il blog ha una particolare preferenza per il grimdark, le mille sfaccettature psicologiche e le letture che sono un continuo schiaffo in faccia e fa del demolire gli YA mediocri che trattano i propri lettori da stupidi la propria missione!"

Review Party: 'Addendum alla proposta di legge sul diritto all'autodeterminazione degli oggetti' - Sephira Riva

Review Party: 'Addendum alla proposta di legge sul diritto all'autodeterminazione degli oggetti' - Sephira Riva

raggywords.blogspot.com

Buongiornissimo, amici! Quest’oggi vi parlo di un racconto molto particolare che mi è stato gentilmente dato in anteprima dall’autrice, Seph...

Leggi

LOVE, READNG and MORE

Il blog Love Reading and more nasce dalla passione per la lettura, soprattutto fantasy e sci-fi, e rappresenta un luogo sicuro in cui esprimere modeste, sincere e oneste opinioni (anche se non sempre richieste). É un posto in cui è possibile instaurare un libero confronto con altr3 appassionat3 per cui i commenti e le opinioni altrui sono sempre ben accetti, è sempre bello confrontarsi e parlare di passioni comuni come la lettura. 

Recensione

FANTASCIENZA OGGI di Marco Fava

Magazine di fantascienza incentrato sulle uscite contemporanee: titoli fantastici di ogni tipo, serie TV, film e cortometraggi, notizie dal mondo del fantastico con un taglio giornalistico e diversi approfondimenti dedicati a testi di catalogo e ai grandi classici della fantascienza.

Recensione

La diretta

Infine il party si conclude questa sera con un live: partendo dal primo testo di narrativa italiana contenente schwa e asterisco, Addendum alla proposta di legge sul diritto all'autodeterminazione degli oggetti di Sephira Riva, le curatrici della collana di fantascienza "Futuro Presente" dialogheranno con Luca Boschetto, ideatorǝ e promotorǝ della proposta di utilizzo della schwa attraverso il sito Italiano Inclusivo. Durante l'evento sarà data lettura di alcuni passi del racconto da parte dell'attore Stefano Grignani.