Un presente alternativo? Almeno, si spera. Potrebbe anche essere un futuro non troppo remoto. Quello in cui, cioè, il cambiamento climatico ha fatto alzare il livello del mare, rendendo inabitabili le coste degli Stati Uniti.

Nel mondo raccontato da Di Filippo i "costieri" sono migranti che invadono le città dell'interno, portando manodopera a basso costo e quindi causando guai economici soprattutto alle classi meno abbienti, che si ritrovano senza lavoro. Come il protagonista di questa storia. Ma cosa c'entrano le banane? Soprattutto, come c'entrano le banane, visto che in questo mondo sono praticamente scomparse?

La copertina è di Franco Brambilla, la traduzione di Marco Crosa.

Banana Boat Song

Sinossi

Tempi duri a Carrolloboro. La città deve sostenere l'impatto dei migranti – la gente della costa, costretta a ripiegare verso l'interno col salire del livello del male in seguito al global warming. C'è meno lavoro e salari più bassi, riuscire a sopravvivere nella città, famosa per la produzione di ocarine, per Tug Gingerella stava diventanto sempre più difficile. Sarebbe schiattato, sparito, scomparso, come le banane…

L'autore

Paul Di Filippo è nato nel 1954 a Providence, Rhode Island. È noto per essere uno scrittore eclettico, originale e mai prevedibile. I suoi racconti spaziano in tutti i sottogeneri della fantascienza. Ha esordito con grande successo nel 1995 con La trilogia Steampunk, a cui hanno fatto seguito nove romanzi – molti ancora inediti nel nostro paese – e nove raccolte di racconti. Il romanzo Un anno nella città lineare, uscito in Italia nella collana Odissea, è stato finalista ai maggiori primi del settore, e ha introdotto il Mondo Lineare, una delle sue creazioni più originali, un omaggio a grandi scrittori d’avventura come Edgar Rice Burroughs e Jack Vance, mondo al quale è tornato col recente La principessa della Giungla Lineare. Di Filippo esercita inoltre l’attività di critico letterario per le più importanti riviste americane di  sf. Nel 2005 si è poi impegnato nella stesura di testi per fumetti, realizzando la mini serie Beyond the Farthest Precinct illustrata da Jerry Ordway basata sulla serie Top 10 creata da Alan Moore per la America’s Best Comics.

Paul Di Filippo, Banana Boat Song (Yes We Have No Bananas), traduzione: Marco Crosa, Delos Digital, Robotica 66, isbn: 9788825404746, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 1,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: