Con il secondo episodio della nuova serie del Circolo dell'Arca, Roberto Guarnieri sposta l'azione dall'altra parte dell'Atlantico. Ma è un'America diversa da quella che conosciamo: la guerra civile americana è stata vinta dai Sudisti, e ora la Confederazione degli Stati Americani è dominata dai landlord schiavisti. Ciononostante, l'industria americana è vitale, anche grazie al fatto che, a differenza dell'Europa dove l'energia più diffusa è quella ottenuta dal vapore, qui si fa un gran uso dell'elettricità. Merito soprattutto di uno scienziato geniale: Nikola Tesla. 

Nikola Tesla e il Circolo dell'Arca

Sinossi

John Fox e i suoi soci del Circolo dell'Arca varcano l'Atlantico: sono stati ufficialmente invitati dal governo degli Stati Confederati d'America. Non è una visita di cortesia: tra le rovine ormai abbandonate della vecchia capitale, Washington, accadono fatti strani, e si teme che le "cose" che arrivano da quelle terre di spettri possano diffondersi in tutta la confederazione. Ad aiutare John Fox nella sua indagine c'è uno dei più grandi geni della sua epoca: Nikola Tesla.

L'autore

Roberto Guarnieri, classe 1963, è un ingegnere civile e lavora nell’Amministrazione comunale della sua città (Civitanova Marche). È appassionato di fantascienza, fantasy, archeologia e tematiche sui misteri delle antiche civiltà perdute. Ha pubblicato diversi racconti su riviste (DelosAltrisogniWriters Magazine ItaliaCarmillaUrania) e antologie (tra le più importanti le serie 365  racconti e  Il Magazzino dei Mondi, tutti della Delos Books, oltre ad altre delle Edizioni Scudo). Ha frequentato nel 2012 un corso on-line di scrittura creativa con Franco Forte. È stato finalista al Premio Blackwood Algernon 2012, al Premio Urania Stella Doppia 2013, al Premio della rivista Effemme 2013 e al premio Robot 2014.

Roberto Guarnieri, Nikola Tesla e il Circolo dell'Arca , ciclo: Il circolo dell'Arca, Delos Digital, Il circolo dell'Arca 2, isbn: 9788867755820, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 2,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online:

Torna per la terza volta in Robotica Peter Watts, scrittore canadese, questa volta col suo racconto forse più famoso, The Island, vincitore del premio Hugo 2010. Non fatevi trarre in inganno dal nome, non è un racconto di mare. È un racconto dello spazio profondo, un incontro con un'intelligenza aliena imponente e incredibile.

L'isola

Sinossi

Quella strana intermittenza nella luce della stella li aveva portati a una scoperta sconvolgente: c'era un essere vivente, lì nello spazio. Attorno al sole. Un sottile strato, non più di qualche millimetro, che circondava come una sfera tutta la stella, a 1,4 unità astronomiche di distanza. Un'essere vivente grande come un sistema solare e con la massa di un piccolo pianeta. E intelligente. Ma quando poteva essere intelligente un essere con una quantità di cellule cerebrali equivalente a quella di dieci miliardi di cervelli umani?

L'autore

Canadese, classe 1958, Peter Watts ha vinto il premio Hugo nel 2010 col racconto L’isola, ma c'era già arrivato vicino nel 2006 col romanzo Blindsight. Biologo specializzato nei mammiferi marini, Watts ha sfruttato le sue conoscenze scientifiche nel romanzo con cui ha esordito, Starfish, al quale ha dato finora tre seguiti. 

Peter Watts, L'isola (The Island), traduzione: Francesco Lato, Delos Digital, Robotica 24, isbn: 9788867755448, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 1,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online:

Il racconto proposto questa settimana per i Classici della fantascienza italiana è in effetti più fantasy che fantascienza. Fu pubblicato per la prima volta sulla Spada Spezzata, rivista amatoriale curata in gioventù dal sottoscritto.

Ti ringrazio, o Signore, per le ali che mi hai dato

Sinossi

Nella taverna del paese entra il guardiano del castello che annuncia la morte di Rodo. Ha bisogno di un uomo coraggioso che lo sostituisca. Nessuno sa cosa facesse esattamente Rodo, ma tutti sapevano che il suo compito era pericoloso. E solo entrare nel castello maledetto poteva significare la morte, quindi tutti rifiutano. Ma un vecchio, Boris, accetta, anche se non sa quale sia il suo compito, ma ha bisogno di denaro. Intanto nel paese alcune donne fanno una fine terribile. C’è un mostro in giro, un mostro che si disseta col sangue caldo delle fanciulle. Boris sa che deve fare da ‘balia’ a qualcuno. E inorridisce poiché si tratta di un essere mostruoso. Nel paese c’è fermento. La morte delle fanciulle ha sconvolto la gente che sa dove cercare il mostro. Ma non tutto è come sembra…

L'autore

Donato Altomare nasce a Molfetta nel 1951 e vi risiede. Laureato in Ingegneria Civile esercita la libera professione. Sposato, ha tre figli. Narratore, saggista, poeta, ha vinto due volte il Premio Urania di Mondadori e cinque volte il Premio Italia, e una volta il Premio della critica Ernesto Vegetti, oltre a molti altri premi per la narrativa e la poesia. Autore essenzialmente del fantastico. Numerosissime le sue antologie, i suoi romanzi e i suoi racconti editi in Italia e all’estero. Sono state tenute tesi di laurea su di lui. È l’attuale Presidente della World Science Fiction Italia, l’associazione degli operatori della fantascienza e del fantastico.

Donato Altomare, Ti ringrazio, o Signore, per le ali che mi hai dato , Delos Digital, Classici della Fantascienza Italiana 31, isbn: 9788867755899, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 1,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online:

Ultimo titolo fantascientifico della settimana l'appuntamento con la saga Chew-9, creata da Franco Forte. L'episodio di questa settimana ha un titolo che non potrà non essere apprezzato dagli appassionati di musica progressive, e in particolare degli Yes.

I cancelli del delirio

Sinossi

La terrazza di un palazzo misterioso, eretto a sfidare le gigantesche onde di un oceano senza confini; una cella dalle pareti cangianti, nascosta in un tempio; un giardino rigoglioso, adagiato in un cratere lunare. Hannah apre gli occhi e neppure ricorda il suo nome: rimettere insieme i pezzi, poi, sarà soltanto doloroso. Il dolore magnifico e insormontabile del Chew-9, la droga del benessere.

L'autore

Andrea Montalbò, classe 1960, ha all’attivo i racconti L’Ultimo Rito, M.o.o.d., Urbania, pubblicati nelle antologie L’Ultimo Rito (1997), È sempre tempo di Eroi (1998) e Le ali dell’Impero (1999); i racconti a puntate Questione di Classe e Sotto La Pioggia (2014), pubblicati su THe iNCIPIT (www.theincipit.com) e due romanzi di fantascienza: Extreme Defence (2004) e Extreme Defence: Sandriders (2012). Per Delos Digital ha pubblicato, nella serie The Tube Exposed, i racconti Paranoia Park e Paranoia Park: Il Branco (2014).

Andrea Montalbò, I cancelli del delirio , Delos Digital, Chew-9 28, isbn: 9788867755851, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 1,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: