La quinta serie della nuova era di Doctor Who, riportato in onda nel 2005 da Russell T Davies, si è conclusa il 26 giugno scorso con pareri indubbiamente contrastanti. C’è stato chi ha da subito amato il nuovo Dottore e la conduzione del talentuoso Steven Moffat, trovando in questa stagione tutti quegli elementi di “fantascienza ludica” che hanno reso grande lo show sin dalla sua nascita etichettato come “per ragazzi”; c’è, d’altra parte, chi invece non si è accontentato del sentimento nostalgico e pretenderebbe dalla storyline, se non più verosimiglianza, spiegazioni meno roboanti ma meglio giustificate.

Lo show, tuttavia, deve prima di tutto rendere conto al numero dei telespettatori, in costante discesa per gli ultimi episodi, sino ad arrivare ai 5,1 milioni del finale di stagione.

Un rating sufficientemente basso da mettere in agitazione i bookmakers britannici che ora giocano al toto-Dottore, mettendo in discussione la permanenza di Matt Smith (comunque già riconfermato per la sesta stagione) che ha saputo anche convincere in diversi episodi nonostante la giovane età. I nomi dei candidati che sarebbero in corsa per l’inaspettata sostituzione cadono però nel ridicolo quando uno di essi si chiama proprio Christopher Eccleston, lo stesso attore che ha lasciato il testimone a David Tennant, il Dottore precedente a Smith.

Scommesse e azzardo a parte, è interessante cercare i motivi per cui Doctor Who sia stato abbandonato proprio durante gli ultimi episodi della serie. Gli addetti ai lavori della BBC pensano che il rating basso del finale sia dovuto alla concomitanza con il mondiale di calcio e il bel tempo, nonché un errore di valutazione dell’orario di messa in onda, anticipato alle 18.05.

Bisogna anche aggiungere che il giovane pubblico inglese ha smesso di affidarsi unicamente alla visione in diretta del palinsesto televisivo; download illegale a parte, il pubblico può ad esempio affidarsi al servizio iPlayer, il video-on-demand della BBC che permette di godere dei programmi a qualsiasi ora del giorno.

È arrivato The Day of the Doctor, stasera in "diretta" su Rai4

Sta per finire l'attesa: questa sera in contemporanea in duecento paesi - anche in Italia, su Rai4! - The Day Of...

S*, 23/11/2013

Night of the Doctor: il ritorno di Paul McGann

Una chicca sta facendo impazzire i fan di Doctor Who: un miniepisodio prequel dello speciale in arrivo tra otto...

S*, 15/11/2013

Harkness e Who insieme per l'anniversario?

E' l'auspicio di John Barrowman, protagonista di Torchwood, che vorrebbe la riunificazione delle due serie in...

Maurizio Del Santo, 22/09/2011