35 anni, curriculum da Mtv e un cognome che sa di presagio: questi è Marc Webb, il giovane regista arruolato per il quarto capitolo di Spider-Man. O forse è meglio dire per Spider-Man – Episodio 1, visto e considerato che si ripartirà dalle turbe giovanili di Peter Parker e che Webb è stato già opzionato per altri due sequel del franchise a otto zampe.

Ben noto all’industria del video musicale (dal 1997 al servizio di artisti del calibro di Santana, Anastacia, Green Day, Lenny Kravitz e altri), il regista statunitense è salito alla ribalta negli scorsi mesi con il romantico (500) Days of Summer, il suo primo lungometraggio (in italiano (500) Giorni Insieme), che ha concorso ai Golden Globe come miglior film.

Sony e Columbia Pictures hanno per ora confermato l’ingaggio per un solo film, anche se fonti giornalistiche vicine agli Studios sostengono di aver assistito alla trattativa per una seconda trilogia incentrata sulla vita privata di Peter Parker. Matt Tolmach, presidente della Columbia, ha usato toni entusiastici definendo Marc Webb tra i pochi registi capaci di “catturare il peso della responsabilità d’essere Peter Parker”.

Lo stesso Webb ha dichiarato: “Questo è un sogno che diventa realtà e non potrei essere più conscio della sfida e dell’opportunità. Non voglio sostituirmi a Sam. Io sono qui perché c’è la possibilità di sviluppare idee e storie che aggiungeranno una nuova dimensione a Spider-Man”.

James Vanderbilt (Zodiac), già scartato da Sam Raimi dopo aver steso la prima sceneggiatura per Spider-Man 4, ha l’incarico di riportare Peter al tempo del Liceo con un notevole taglio dei costi di produzione e un budget di “soli” 80 milioni di dollari (nel 2002 il primo film era costato quasi il doppio) per un cast composto esclusivamente da attori emergenti.

Questa ultima dichiarazione mette a tacere tutte quelle voci che volevano giovani attori già conosciuti al pubblico delle teenager nel ruolo di Parker. Robert Pattinson (Twilight) e Daniel Radcliff (Harry Potter) possono fare sonni tranquilli: il loro nome sarà per sempre associato a un solo franchise.

Ancora Marc Webb per Spider-Man 2

Sony conferma il regista del reboot per il sequel. La produzione prenderà il via l'anno prossimo, ma prima un...

Alessandro Murè, 4/10/2012

Spider-Man, cinquant'anni e non sentirli

In attesa della sua uscita in Italia il 4 luglio, ecco un galleria fotografica e varie clip dedicate al reboot...

Redazione, 15/06/2012

Lo stupefacente Uomo Ragno di nuovo al cinema

Se da un grande potere derivano grandi responsabilità, Marc Webb se ne assumerà moltissime con il reboot...

Ivan Lusetti, 13/06/2012