Lucca Comics And Games

Bulletstorm

SPARATUTTO 3D, 2011, per Xbox 360, giocatori: fino a 4 - sviluppatore: People Can Fy, Epic Games - editore: Electronic Arts - distributore: Electronic Arts Italia - giudizio: ottimo

A volte quello che ci vuole è una bella vacanza. Ne sembrano convinti anche in Polonia, dalle parti di People Can Fly, che con Bulletstorm, la loro accattivante ricetta per riaccendere la passione negli sparatutto in soggettiva, invitano i giocatori a spassarsela al ritmo degli skillshot immersi nei paesaggi da cartolina di Stygia. Sarebbe un gigantesco villaggio turistico grande quanto un pianeta intero, baciato dal caldo arancione del sole e l'azzurro di un cielo che più immenso non si può, come se Magnum, P.I., le Hawaii e gli anni '80 avessero fatto tutti un salto di qualche secolo nel futuro. L'Unreal Engine, nelle mani giuste, lo dimostra anche Enslaved, può offrire scorci davvero paradisiaci. Quando però i nostri sbarcano rocambolescamente su Stygia, la località è ormai in disuso e in mezzo ai luccicanti rimasugli della speculazione edilizia infuria una guerra senza quartiere tra criminali e mutanti. Comunque Grayson, pirata spaziale con un passato nei corpi speciali, non è lì a caccia di un'abbronzatura. Sta inseguendo la sua personalissima vendetta nei confronti dell'uomo che gli ha rovinato la vita. Una di quelle strade che, si sa, finiscono per essere lastricate di cadaveri.

 

People Can Fly ha pensato di non ammucchiare semplicemente i corpi, ma di farlo con stile, puntando sugli skillshot, un sistema di valutazione delle uccisioni che riscrive le regole degli sparatutto nel segno dell'esibizionismo più sfrenato. Così lo sboccato cyberwestern a briglie sciolte dell'antieroe Grayson diventa anche un irridente spettacolo splatter in cui vengono premiati abilità, ingegno e fantasia. Un mix letale di first person shooter, pedate nel sedere, fuochi d'artificio e balletti sulle punte delle dita. Mentre si avanza sperimentando ogni possibile danza macabra, alla scoperta delle eliminazioni più scenografiche e remunerative, perché la pratica degli skillshot non è fine a se stessa ma inserita intimamente nel tessuto di gioco (si tratta della via privilegiata per rifocillarsi ai checkpoint di armi e munizioni), si viene colti da una genuina febbre dell'achievement, la continua ricerca della nuova impresa, in un tira e molla coi record degli amici, con tanto di modalità ad hoc dove concentrarsi sulla scalata al tabellone.

 

Pur concedendosi un pizzico di Call of Duty nello sviluppo a corridoio dei livelli, Bulletstorm rigetta i canoni dello spararatutto contemporaneo. Anche per certe scene plateali e alcune trovate in memoria degli enormi boss dei tempi andati, ma in fondo ben al di là di questo, l'ultimo, scanzonato, inebriante parto degli autori di Painkiller rappresenta piuttosto l'avanguardia del revival dei vecchi e chiassosi fps, da Quake a Duke Nukem, in una rilettura dissacrante del genere che apre inediti spiragli di divertimento, nei quali la logica degli headshot si espande ai buttshot e a ogni immaginabile combo, un calcio può ferire più della schioppettata e la gravity gun, intesa come invenzione ludica, si trasforma in un laccio con cui palleggiare i nemici in una gangbang di sangue e proiettili condita da un fiume di parolacce, doppi e tripli sensi carpiati con avvitamento.

 

Anche questo è Bulletstorm, un gioco costantemente sopra le righe che, nell'atmosfera esagerata da action movie dell'epoca d'oro di Stallone, Swarzy e compagnia, prova con successo a mescolare le carte in tavola aggiungendo carne al fuoco a dinamiche collaudate, un po' come aveva fatto Bizarre Creations nei racing con Project Gotham e negli sparatutto con The Club o, più di recente, Shinji Mikami sposando in Vanquish stylish, shooter e beat'em up. Quella di People Can Fly è una boccata d'aria fresca che sposta l'ago della bilancia dall'obiettivo all'esecuzione e colora di espressionismo arcade il mondo dei simulatori di warfare. Con un sorriso.

Autore: Riccardo Anselmi - Data: 9 marzo 2011

Recensioni di altri giochi Electronic Arts

Bulletstorm: dai il tuo voto

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Vota questa recensione

Voti dei lettori

3 voti ricevuti

Il tuo voto

seleziona il voto e clicca


Commenti

1 Si vabbè quattro stelle a Bulletstorm, ma voi ogni tanto qualche gioco oltre a quelli di "fantascienza" ve li giocate? 1- I personaggi saranno anche divertenti, ma per cinque minuti, poi sono sempre le stesse gag, peggiorate (e di molto) dal pessimo italiano. 2- la longevità. Anzi la mancanza di longevità. 3- Come per i personaggi anche il gameplay viene a noia (fisica strampalata anche troppo, scontri ripetitivi....) 4- Comparto multiplayer solo in cooperativa. Poi per carità è un gioco ritmato e "simpatico", a tratti anche molto divertente, ma niente de che sinceramente (di certo superiore a killzone 3, che recensirete con 18 stelle ci scommetto)

» postato da (Simone Caverni) alle 16:51 del 09-03-2011

2 «Si vabbè quattro stelle a Bulletstorm, ma voi ogni tanto qualche gioco oltre a quelli di "fantascienza" ve li giocate?» Per tua informazione, Riccardo Anselmi è un esperto di videogiochi da molti anni e oltre che su Fantascienza.com e su Robot scrive su varie riviste (non di fantascienza) e quotidiani. Poi ovviamente puoi avere i suoi gusti e le sue idee. A occhio, la recensione di Anselmi mi sembra un tantino più argomentata del tuo commento. S*

» postato da S* alle 19:50 del 09-03-2011

3 a beh a occhio dal tuo commento io penso tu sia decisamente spocchioso. Il geniale recensore allora parlasse anche delle caratteristiche tecniche del prodotto anzichè citare titoli di venti anni fa. Poi certo che se un pò di ironia nei commenti fa rosicare allora vabbè è na battaglia persa raccontatevi cosa volete tra voi.

» postato da (Simone Caverni) alle 18:36 del 10-03-2011

4 «a beh a occhio dal tuo commento io penso tu sia decisamente spocchioso. Il geniale recensore allora parlasse anche delle caratteristiche tecniche del prodotto anzichè citare titoli di venti anni fa. Poi certo che se un pò di ironia nei commenti fa rosicare allora vabbè è na battaglia persa raccontatevi cosa volete tra voi.» La prossima volta vedi che la tua ironia non si confonda con più banale maleducazione, che dici? S*

» postato da S* alle 21:02 del 10-03-2011

5 4 stelle per il gioco, 5 per la recensione, capace di cogliere esattamente lo spirito del gioco, di inquadrarlo con competenza e perspicacia nel panorama di riferimento e di farsi leggere con estremo piacere. GG a People Can Fly e a Riccardo Anselmi.

» postato da (Stefano Brocchieri) alle 20:49 del 15-03-2011

6 bulletstorm non è in 3D,almeno la versione che ho finito di giocare da poco altrimenti l'avrei giocato come tale avendo la Tv per il 3D, la grafica è veramente scarsa,secondo me hanno usato i file cestinati rimasti di gears of war 3. come sparatutto è coinvolgente lo ammetto ma quattro stelle non le avrei date. puoi dire quello che vuoi!!!!!!!!! le critiche non sono maleducazione SSSSSSSSSSSSSSSSS

» postato da (luca ) alle 09:18 del 17-03-2011

7 l'etichetta sparatutto 3D non fa riferimento a eventuali opzioni stereoscopiche, occhialini, ecc., ma serve semplicemente a indicare a grandi linee il genere di appartenenza: è un modo come un altro per dire first person shooter, che si può far risalire al cosiddetto primo sparatutto in soggettiva, appunto Wolfestein 3D.

» postato da (R A) alle 17:52 del 17-03-2011

8 (*n) Wolfenstein 3D (e kudos al re del frag teoKrazia).

» postato da (R A) alle 17:56 del 17-03-2011

9 NON E' IN 3D,per l'articolo è un bravo scrittore con fantasia,ma il gioco non l'ha nemmeno guardato.

» postato da (marco ) alle 09:03 del 31-03-2011

10 «NON E' IN 3D,per l'articolo è un bravo scrittore con fantasia,ma il gioco non l'ha nemmeno guardato.» Leggi due commenti sopra. S*

» postato da S* alle 09:30 del 31-03-2011

11 e questo uno come può saperlo,secondo me l'etichetta sbagliata. kilzone 3 è in 3D stereoscopico,dovreste specificare meglio l'etichetta con la storia di R A.

» postato da (marco ) alle 08:48 del 07-04-2011

Puoi continuare la discussione sul forum

Commenta questo articolo

Sei già registrato?
Inserisci DelosID e password

Hai dimenticato la password?

Registrati ora!

Non sei registrato?
Inserisci nome, cognome e email

Il commento verrà inserito anche nel forum di questo sito. L'indirizzo email à obbligatorio ma non sarà pubblicato né memorizzato. Commenti anonimi o con nomi falsi saranno cancellati.